Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Solazzo su "Contenimento della Spesa. Stasera pubblico comizio

65c21a270b46503fb2988e4fe31a4e02c56137e6 136x150_Q75

  

Negli ultimi anni si parla molto di austerity e contenimento della spesa. Il precedente Governo cittadino però non doveva gradire molto queste parole. Attraverso la delibera numero 80 del 20 aprile 2011, infatti, la Giunta provvedeva con “immediata eseguibilità” all’incremento delle “indennità da corrispondere in favore degli amministratori comunali di questo Comune per l’anno 2011”. Nel verbale di deliberazione, si legittimano una prima maggiorazione di quel 30% decurtato nel 2010 “a seguito del mancato rispetto del patto di stabilità”, e due ulteriori, rispettivamente del 3% e del 2%.

Un anno dopo, però, con il verbale 20 del 23 febbraio 2012 l’ex Sindaco ha dovuto prendere atto "della pronunzia adottata dalla Corte dei Conti a Sezioni riunite in sede di controllo con delibera n° 1 del 12/01/2012 in cui si ritiene, conclusivamente, che all'attualità, l'ammontare delle indennità e dei gettoni di presenza spettanti agli amministratori e agli organi politici delle Regioni e degli Enti locali, non possa che essere quello in godimento alla data di entrata in vigore del DL 112 del 2008, cioè dell'importo rideterminato in diminuzione ai sensi della legge finanziaria del 2006". Ancora: "non può essere prospettata la possibilità di riespandere i valori delle indennità così come erano prima della legge finanziaria 2006; ed essendo il DL n. 78 finalizzato al contenimento della spesa pubblica, di tale vigenza dovrà altresì tenersi conto all'atto della rideterminazione degli importi tabellari dei relativi compensi".

In altri termini dal 2008 le Amministrazioni acquavivesi hanno percepito un compenso addirittura superiore del 10% a quanto determinato dalla normativa nazionale.

In un’eventuale Amministrazione da me guidata, invece, tutto questo non sarà così. La nostra ferma intenzione è quella di dare seguito a una mozione che, assieme ai colleghi Consiglieri di opposizione, presentavamo nel dicembre 2011.

Nel documento chiedevamo la razionalizzazione dei costi di rappresentanza del Comune attraverso la riduzione delle indennità di funzione del Sindaco, del Vice-Sindaco, della Giunta, del Presidente del Consiglio Comunale e dei gettoni di presenza spettanti ai Consiglieri Comunali. Con diversi degli ex Consiglieri che assieme a me hanno sottoscritto la mozione in questione, ho l’onore di condividere il progetto e le idee di questa campagna elettorale.

Senza alcun dubbio, con questi pochi spiccioli che verremmo a risparmiare non risaneremmo le casse comunali, ma perlomeno restituiremmo un minimo di credibilità alla politica.

Il cambiamento che parte dalla riduzione delle indennità è solo un segno di un progetto più ampio e ambizioso: il cambiamento del metodo politico.

Colgo infine l’occasione per ricordarvi l’appuntamento odierno. Alle 19.00, accanto al sottoscritto, parleranno i due aspiranti Consiglieri e Dott. Aurelio Pietroforte e Ing. Vanni Ippolito.

Vi aspetto numerosi.

 

Il candidato Sindaco,

Avv. Eustachio Claudio Solazzo

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI