Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Carlucci-Luisi: "C'è stato solo un malinteso". Surico revoca l'appoggio

Palazzo di_Citt

 A pochi giorni dalla presentazione delle liste giunge in Redazione una nota del candidato sindaco Davide Carlucci

 davide carlucci

"Non ci piace rincorrere le voci che girano ad Acquaviva perché è un'inutile perdita di tempo. Per Giuseppe Luisi, però, facciamo un'eccezione. E' un amico ed è anche un politico capace, del cui contributo non si può e non si deve fare a meno.

La discontinuità rispetto al passato non ci deve indurre a buttare nel cestino quanto di buono è stato fatto, come l’ottimo lavoro svolto da Luisi con lo statuto comunale.

 Escludo, inoltre, che sia stato posto un veto su di lui da chicchessia. C'è stato solo un malinteso che ha creato problemi organizzativi all'ultimo minuto. Lo avremmo voluto in lista con noi così come avremmo voluto Raffaele Palmirotta, brillante medico genetista all'Ircss San Raffaele Pisana di Roma che aveva dato la sua disponibilità a candidarsi e continua comunque a sostenerci".

 __________________________________________________

Per comprendere il senso di queste dichiarazioni è necessario fare un passo indietro.

Palazzo De Mari, pochi minuti alla scadenza della presentazione delle liste.

Giuseppe Luisi si presenta per consegnare la lista civica che fa capo al consigliere regionale Giammarco Surico a sostegno del candidato sindaco Carlucci. La sua lista non riesce ad essere inserita per "impedimenti tecnici" (Luisi).

Una situazione certamente imbarazzante, che a distanza di alcuni giorni ha reso necessario chiarire le voci che circolano in città.

 "Non è stato posto un veto su di lui,  [...] c'è stato solo un malinteso che ha creato problemi organizzativi all'ultimo minuto -ha dichiarato Carlucci-.

 A poche ore da questa situazione segue la seguente nota "SURICO REVOCA IL SOSTEGNO A DAVIDE CARLUCCI"

Dott. Surico

"Sono costretto a revocare il mio sostegno alla candidatura di Davide Carlucci a sindaco di Acquaviva", dichiara in una nota (pubblicata su affaritaliani.it sabato 27 aprile scorso) il consigliere regionale Giammarco Surico (PdL).

"Avevo sostenuto con entusiasmo e grande speranza in una nuova stagione politica una candidatura che sembrava aprire finalmente ad un laboratorio di idee e di programmi, anziché ad un poltronificio per pochi intimi. Ma la riconosciuta onestà intellettuale del candidato sindaco ha dovuto evidentemente scontrarsi con le vecchie, deleterie e devastanti logiche dei dinosauri di certa politica della sua coalizione che affonda le radici nel settarismo più volgare.

Un atteggiamento discriminatorio e degno del peggior oscurantismo stalinista ha imprigionato il genuino sforzo di Carlucci - ha aggiunto Surico - a dare una spinta decisiva per liberare forze positive che potessero inaugurare una fase politica costituente.

Peccato, ma non posso lasciare che la dignità e la storia delle persone perbene possa essere calpestata", è stata la chiosa finale.

_______________________________________ 

 Chiamato in causa nella nota del candidato sindaco Davide Carlucci, Giuseppe Luisi chiarisce la sua posizione con il seguente Comunicato Stampa: 

Giusepe Luisi

 "A seguito degli ultimi avvenimenti che hanno visto coinvolta la mia persona, ritengo opportuno fare chiarezza con questo comunicato. Credo sia opportuno ribadire che la mia assenza da questa competizione elettorale era frutto di una decisione già maturata dopo l’esperienza alquanto “forte” concernente l’amministrazione Squicciarini, decisione che ha vacillato quando, a seguito di insistenti sollecitazioni provenienti da più parti, avevo riconsiderato. 

La mia adesione sarebbe stata formalizzata se non ci fossero stati “impedimenti tecnici” paventati dei responsabili della lista civica che appoggiava il candidato sindaco Carlucci concernenti l’autentica della lista.

È inutile ribadire che la tensione creatasi in quei frangenti ha cagionato una situazione alquanto imbarazzante che ha impedito di trovare un alacre chiarimento. Al di là dei “problemi tecnici” e al netto di tutte le considerazioni capziose che questa situazione ha generato, ritengo importante ribadire che la mia decisione iniziale, seppur in maniera fortuita, ha comunque trovato compimento.

In questi giorni ho avuto modo di chiarire tale situazione con i diretti interessati. Non nutrendo rancore e risentimento nei confronti di alcuno, intendo formulare i miei migliori auguri ai sei candidati sindaci e a tutti i candidati consiglieri che compongono le diverse liste auspicando che chi sarà chiamato ad amministrare il nostro Comune possa impegnarsi in modo responsabile e produttivo.

Ringrazio pertanto Davide e Sergio Carlucci per le parole di stima spese nei miei confronti ritenendole sincere e non circostanziali anche se penso, con molta umiltà, di non meritare tutta questa importanza essendo il mio un lavoro condiviso con l’intera Commissione Consiliare di cui sono stato membro. Questo non cambierà la realtà ma credo rappresenti un buon inizio.

Alla stregua di ciò non posso non augurare una serena e proficua campagna elettorale all’amico avv. Angelo Maurizio a cui ho anzitempo comunicato, malgrado lui avesse un po’ corso, che non potevo accettare l’incarico “risarcitorio” di coordinatore della sua lista in quanto sono e rimango uomo del Partito Democratico e, pertanto, le mie scelte saranno consequenziali.

Infine, nel giorno in cui si dovrebbe festeggiare il lavoro, non posso dimenticare la difficile situazione che sta attraversando il nostro nosocomio e intendo far sentire la mia vicinanza a tutti i dipendenti del Miulli che stanno vivendo un momento difficile e complicato. Spero che la politica riesca da subito a fornire risposte concrete atte ad una celere risoluzione di questo gravoso problema".  

 

 

Commenti  

 
#2 alberto 2013-05-02 11:39
che sono queste pagliacciate?.. .lo sanno tutti che luisi ha tentato in tutti i modi di infilarsi in qualche lista. Chi ha assistito alla bella commedia sul comune riferisce che luisi dalla lista Viva è stato letteralmente cacciato. Non diciamo e scriviamo frasi di circostanza, è un'offesa all'intellingen za delle persone
 
 
#1 peppe 2013-05-01 16:04
Ma chi è Luisi???..un cittadino ed ex consigliere come Tisci e tanti altri..si trovasse una occupazione seria...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI