Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

PD-GD: "Nomina scrutatori, invito ad un tavolo di confronto"

pd gd.2

 

 Il Partito Democratico rivolge a tutte le forze politiche un invito, per aprire un tavolo di confronto che produca un documento sulla questione scrutatori da sottoporre al Commissario durante l'incontro dallo stesso concesso per discutere con lui la questione.

 

Alla cortese att.ne di Beppe Di Vietri

                                                                                                     Segretario Sinistra Ecologia e Libertà

 

Alla cortese att.ne di Claudio E.Solazzo 

                                                            

       Alla cortese att.ne di Vito Pastore

            Responsabile Giovani Popolo della Libertà 

 

     Alla cortese att.ne di Gianni Milella

      Alla cortese att.ne di Marco Piconio

            Responsabile CDL

 

     Alla cortese att.ne di Raffaele Borregine

      Alla cortese att.ne di Domenico Lacorazza

          Responsabile Movimento 5 stelle

 

Alla cortese att.ne di Mimmo Maurizio

          Responsabile Centro Democratico

 

 Con la presente i Giovani Democratici e il Partito Democratico di Acquaviva delle Fonti invitano la V.S. a partecipare ad un tavolo di confronto riguardo alla tematica “ Nomina degli scrutatori: precedenza a persone disoccupate e appartenenti alle fasce protette ” che si terrà lunedì 22 Aprile c.m. alle ore 20,00 presso la sezione del Partito Democratico in Via M. Scalera n. 9.


Saluti.

 

Acquaviva delle Fonti, 21 aprile 2013                                                                

Commenti  

 
#3 claudioD 2013-04-27 18:55
@ uno che conta: non sono sulla stessa linea di 'banane' nell'esprimere rimostranze verso il partito più suffragato e di maggioranza alle scorse elezioni comunali, ma nella risposta del Commissario Prefettizio alla dico vostra richiesta, perché deduco dal tuo discorso che fosse anche tua, c'è la critica più sferzante: potevate pensarci prima, quando avevate ancora un Sindaco in carica e una maggioranza consigliare, di per così dire derogare le procedure di selezione degli scrutatori per le elezioni in maniera tale che rispecchiassero da un lato il merito, una educazione scolastica sufficiente a capire le regole di tenuta del seggio e di conteggio delle schede, e tenessero conto anche dello stato di disagio socio-economico che attanaglia il nostro paese da molto tempo. E' stato proprio un comunicato del M5S e dei Giovani Democratici a renderlo pubblico: "la proposta non è stata accolta in quanto il Commissario, considerando tale iniziativa di natura politica, non vuole assumersi la responsabilità di andare in deroga ad una norma nazionale, consona più ad un Amministratore politico, che ad un emissario statale". E' la storia dell'Italia recente quella di vedere il vecchio che è stato seduto sulle poltrone che contano richiedere provvedimenti giusti lasciando però l'elettorato con la domanda: "Ma perché quand'erano al potere non lo hanno fatto loro?". Forse perché non hanno saputo prendere decisioni 'politiche' veramente a favore della gente?!
 
 
#2 uno che conta 2013-04-25 18:01
Rivolto al signor banane non hai capito un tubo della vita. Vogliamo solo porre all'attenzione di aiutare in tempo di crisi i giovani disoccupati e dei giovani che non lavorano.
 
 
#1 banane 2013-04-22 12:38
non vi crede più nessuno!!!! perchè fate ora i moralisti e non vi siete opposti all'aumento degli stipendi dei vostri assessori?? è cambiata l'aria!! siete finitiiii!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI