Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

L'Assessore Gentile in visita al Miulli

miulli

  

 

Gentile: ”Una struttura di alto livello organizzativo”.

                                     Sanguedolce: “Un giorno molto importante”.                                                  

 

 

L'assessore regionale alle Politiche della salute, Elena Gentile, ha visitato questa mattina l'Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Ad accoglierla, mons. Domenico Laddaga quale delegato del Vescovo e Governatore dell’Ente, mons. Mario Paciello, dalla Direzione dell’Ospedale e dall’avv. Luca Alberto Clarizio, consulente legale amministrativo dell’Ente. Era presente, tra gli altri, il consigliere regionale Gianmarco Surico.

Prima tappa della visita, il reparto di Terapia Intensiva Neonatale, tra i fiori all’occhiello della struttura, seguito da quello di Ostetricia e Ginecologia, dove sono state illustrate all’assessore le diverse modalità di parto che il Miulli mette a disposizione delle future mamme, lasciando loro ampia possibilità di scelta, nelle sale allestite a loro disposizione. Successivamente, la visita è proseguita nei reparti di Pediatria e Cardiologia, in cui l’assessore ha avuto la possibilità di parlare con medici e pazienti.

“Una struttura di alto livello organizzativo – ha dichiarato l’assessore Elena Gentile -, la cui organizzazione non può essere sprecata per eseguire attività banali e di routine. Ho voluto fortemente essere qui per riscontrare i livelli di standard di efficienza della struttura. Avvieremo un percorso per considerare il ruolo dell'ospedale nella rete più ampia dei servizi sanitari offerti dalla Regione. Sarà un percorso più rapido e semplice se il management saprà concentrarsi sul contenimento dei costi e riuscirà a fare proposte convincenti ai lavoratori coinvolgendoli nel risanamento. Intendo spegnere, anche con la visita di oggi - ha sottolineato la Gentile -, ogni polemica e confermare il dialogo e la discussione già avviate tra Regione e Ente per cercare di risolvere insieme a tutto il sistema i problemi emersi”.

Dopo aver visitato le cucine dell'Ospedale e pranzato nella mensa del Miulli, l’assessore Gentile ha visitato il laboratorio di analisi. Infine, ha ricevuto in dono da mons. Laddaga una medaglia in bronzo, la stessa offerta agli ospiti della struttura il giorno della sua inaugurazione, nel 2006.

“Colgo l’occasione – ha spiegato il direttore sanitario dell’Ente, Antonio Sanguedolce – per ringraziare l’assessore Gentile della visita e dell’attenzione che ha mostrato nei confronti dell’Ente, dei lavoratori e dei malati. La sua presenza qui, oggi, è stata una conferma della volontà regionale di costruire insieme un dialogo costruttivo, che abbia al centro del dibattito il malato e l’assistenza al paziente. Aver avuto la possibilità di mostrare all’assessore la struttura nella quale operiamo tutti i giorni, e su cui investiamo da anni per farne un centro di eccellenza, è stato il primo e fondamentale passo per gettare le solide basi per una collaborazione nella quale crediamo molto. E’ necessario continuare su questo percorso caratterizzato da un dialogo serrato, ma sereno e trasparente. L’assessore Gentile ha potuto, questa mattina, costatare di persona gli standard di efficienza della struttura. Per noi è stato un momento molto importante”.

 

Ufficio stampa Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale “F. Miulli”.

                                                                  Acquaviva delle Fonti, 20 aprile 2013

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI