Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Ignazio Zullo eletto capogruppo PdL in Regione

045a1a9037a1973409f6c00e8236ecde2ec019b2 600x319_Q75

  

E’ il cassanese Ignazio Zullo il nuovo capogruppo del PdL alla Regione Puglia.

Lo ha deciso l’assemblea dei consiglieri regionali, questa mattina, riuniti per la nomina del sostituto del capogruppo uscente, Rocco Palese, eletto al Parlamento così come il suo vice, Massimo Cassano. Diversi i candidati a succedere a Palese: il più accreditato era Nino Marmo, già consigliere di Alleanza Nazionale e assessore all’agricoltura nelle passate legislature ma in lizza c’erano anche Saverio Congedo e Giandiego Gatta.

Cinquantaquattro anni, consigliere regionale dal 2005 con “La Puglia prima di tutto”, Ignazio Zullo si è poi candidato con il PdL nelle elezioni regionali del 2010; in Regione è componente della terza Commissione consiliare permanente (Servizi sociali) e Vicepresidente della quinta (Ambiente - Assetto ed utilizzazione del territorio).

A Cassano è in politica dal 2004 e attualmente riveste il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale. Dall’ottobre del 2012 è coordinatore dei Presidenti dei Consigli Comunali del Sud Italia in seno all’Anci nazionale.

Il gruppo PdL guidato da Zullo è composto da 20 consiglieri: Palese e Cassano (che hanno rassegnato le dimissioni alla Regione scegliendo lo scranno al Parlamento) saranno sostituiti rispettivamente da Giuseppe Pica e da Tommy Attanasio.

Gli altri consiglieri regionali del PdL eletti a Roma (Gianfranco Chiarelli, Roberto Marti, Lucio Tarquinio e Pietro Iurlaro) saranno sostituiti rispettivamente da Giuseppe Cristella, Aldo Aloisi, Roberto Ruocco e Marcello Rollo.

Proprio sulle “sostituzioni” saranno le prime “grane” del neoeletto capogruppo Zullo. Il PdL, infatti, rischia di regalare alla maggioranza ben due consiglieri: Marcello Rollo, in passato assessore di Fitto, è poi transitato all’Udc (partito che in Regione appoggia Nichi Vendola) mentre Attanasio, già consigliere regionale di AN, dopo la bocciatura alle elezioni regionali del 2010 è entrato nell’orbita del sindaco di Bari Michele Emiliano, con un movimento politico poi congelato dopo le proteste del Pd regionale di cui Emiliano è Presidente. Senza considerare gli screzi a livello cassanese alle elezioni amministrative del 2009 quando Attanasio appoggiava il suo referente locale, Teodoro Santorsola e comiziò contro Zullo che lo ripagò con altrettanta moneta. Due situazioni non semplici che il neo-capogruppo dovrà sciogliere, tenendo buono anche Giuseppe Pica del movimento “I Pugliesi”, vicino al presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, alleato spesso riottoso del PdL.

Dimissioni e scelta per Roma anche nel centrosinistra: al posto dell’eletto Antonio Decaro e Michele Pelillo (PD) subentreranno Michele Monno e Paolo Costantino (che già sfiorò l'elezione nel 2010, non essendo stato eletto per soli 32 voti); a Dario Stefàno (La Puglia per Vendola) subentrerà Antonio Galati mentre al posto di Toni Mattarelli (SEL) entrerà in Regione Pantaleone Caroli.

Commenti  

 
#1 Giuseppe 2013-04-15 22:32
Grande Dottore sono certo farai del tuo meglio ;-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI