Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

"Un cambiamento è possibile, solo con le persone giuste"

solazzo2

  

Finalmente per Acquaviva si è chiusa una delle pagine più nefaste della sua Storia. Difficile non pensare che gli strascichi di polemiche e le cicatrici rimarranno evidenti a tutti. Ad ogni modo, dopo aver letto il comunicato ufficiale dell’ormai ex Sindaco Squicciarini, continuo a rimanere estremamente desideroso di leggere la sua “storia” degli ultimi due anni e otto mesi.

Ciò che però mi ha lasciato completamente allibito è la mancanza di umiltà da parte dell’Ing. Squicciarini che lo porta a non chiedere neppure scusa alla cittadinanza.

Scusa per non aver mantenuto una che sia una delle sue promesse elettorali; scusa per non essersi mai mostrato all’altezza della situazione; scusa per aver preso in giro gli Acquavivesi; scusa per aver fatto perdere la fiducia nella possibilità di cambiamento per questo sciagurato paese.

A lui e ai suoi uomini la maggioranza degli Acquavivesi aveva affidato l’arduo compito di amministrare la città. Immediatamente sono emersi i limiti di questa compagine: superficialità, confusione, impreparazione. Per non parlare della litigiosità e dei dissidi interni: non è con questi che una comunità cresce.

In diverse occasioni abbiamo fatto presente in sede di Consiglio che l’Amministrazione guidata da Francesco Squicciarini ha più e più volte dato l’idea di versare in conflitto di interessi, di inseguire logiche personalistiche, di andare a braccetto con quelli che qualcuno chiama “poteri forti”, di non fare sempre gli interessi della comunità. Tutte domande che non hanno ricevuto le opportune risposte nel luogo istituzionale. Avrà il coraggio l’ex Primo Cittadino di replicare a tutto ciò nel suo rendiconto? I cittadini hanno il diritto di sapere.

L’attaccamento alla poltrona mostrato fino all’ultimo istante di vita di questa agonizzante compagine è qualcosa di allarmante che trascende ogni logica e ogni regola della buona politica. Cosa rimane alle nuove generazioni di questi quasi tre anni di governo cittadino? Per cosa saranno ricordati Squicciarini e i suoi? Sin dal suo insediamento a Palazzo de Mari questo gruppo amministrativo è stato caratterizzato dai ricatti, più che dalle iniziative; dalle congiure, più che dalla vicinanza ai cittadini. Sul (non) operato del Governo guidato dall’Ing. Squicciarini è dunque oramai superfluo ogni tipo di commento. 

Finalmente tutto ciò è finito. Con le prossime elezioni Acquaviva ha la possibilità di rimettersi immediatamente sul binario giusto: quello della crescita, dello sviluppo, del lavoro e del benessere. Binario dal quale il Sindaco Squicciarini ci ha fatti deragliare troppo presto.

A giorni si riaprirà il giro di walzer delle candidature. L’ultima competizione ha visto la partecipazione di ben 5 candidati sindaci, 16 liste e di ben 310 candidati consiglieri.

L’augurio più grande è che la responsabilità personale, il senso civico e di autovalutazione conduca gli attori protagonisti a isolare il malcostume, valutare con attenzione l’opportunità di candidarsi, fare squadra intorno ad un programma di governo serio e sostenibile. Nessuno si faccia prendere da banali entusiasmi e sete di arrivismo che poco si confanno con il l’interesse di una comunità. Non di questo necessita Acquaviva.

Con grande senso di responsabilità, i partiti e le associazioni, che hanno il compito di selezionare i futuri amministratori del paese, dovranno proporre donne e uomini competenti, scevri da ogni tipo di condizionamento e con uno spiccato senso di responsabilità. Acquaviva ha bisogno di sana amministrazione, di confronto continuo, di progettualità, di benessere.

Non sprechiamo questa opportunità. Un cambiamento in meglio è possibile, ma solo con le persone giuste. 

*E. Claudio Solazzo 

 

Commenti  

 
#6 perennemente present 2013-02-04 23:44
SOLLAZZO!!!!!!! !!!!!!!!
 
 
#5 ugo mascia 2013-02-04 02:05
Questa lettera poteva risparmiarcela l'ex consigliere Solazzo. Proprio lui sta iniziando questo nuovo giro di valzer proponendosi come sindaco di questa città e dopo aver barattato il suo passaggio dal centrosinistra al centrodestra per esigenze aziendali di famiglia...E lui ci parla di conflitto di interessi? Piuttosto non sarà il burattino di Petruzzellis, il quale ha ben altri conflitti in questo momento?
 
 
#4 Impiegato comunale 2013-02-04 00:21
Avvocato Solazzo devi sapere che la scelta avverrà tra i pretendenti neo politici meno e sottolineo meno i disastrati politici da quattro soldi dell'edizione politica rappresentanti del Consiglio Comunale Squicciarini edizione passata.
 
 
#3 simpatizzante 2013-02-02 14:32
UN ALTRO SALVATORE DELLA PATRIA ...

MA PER FAVORE
 
 
#2 Nuntio Vobis 2013-02-02 12:49
Solazzo, ma proprio tu parli? Tuo zio è grande amico di quei poteri forti, IDV & company, ma per piacere!! Cadiamo dalla padella alla brace.
 
 
#1 Fabio 2013-02-02 12:35
Grande Avvocato!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI