Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Anna Finocchiaro: "Promesse Monti, restiamo coi piedi per terra"

anna finocchiaro

 

La senatriceAnna Finocchiaro, Partito Democratico, giunge ad Acquaviva delle Fonti per l'apertura della campagna elettorale. Dalla Sala Cesare Colafemmina di Palazzo De Mari, Ala nord, la senatrice accusa, apertamente, il crescente gossip della politica italiana, dove quest’ultima appare non più particolarmente esente da un favoreggiamento diretto del personalismo o del vuoto contenutistico: “Io sono già stufa di questa campagna elettorale, fatta come viene fatta, sui giornali, sulle televisioni. Tutta fatta di battute. L’uno che rimbecca quell’altro, la frecciatina, la panna montata, la roba inutile, i talk show. Il fatto televisivo, se salta o non salta il confronto: sciocchezze.”

La senatrice si alza in piedi e si rivolge direttamente al pubblico: “Al contrario, questo è un appuntamento democratico: “democratico”, importante come tutte le democrazie, seppure con una legge imperfetta come quella del Porcellum. La crisi che conosciamo è nata già nel 2001, prima di giungere all’avvento del governo Monti, dove, salvo gli anni in cui hanno governato i provvedimenti del governo Prodi, ha governato quasi senza interruzioni il centrodestra. Dinnanzi ad una situazione difficile, abbiamo costituito un grande partito: che è diventato, dopo alcuni anni di opposizione, il primo partito del Paese. - Il Partito Democratico è il primo partito del Paese. - Sia alla Camera che al Senato c’era una poderosa presenza del centrodestra: non possiamo negarlo. Abbiamo promesso agli italiani che se non fossimo riusciti a cambiare la legge sul Porcellum, avremmo poi risolto il problema attraverso le primarie. Le primarie si sono svolte. E hanno portato risultati: in lista, abbiamo il 90% di candidati nuovi, cui eleggeremo oltre il 40% di donne in Parlamento.”

Aggiunge con un filo di soddisfazione: “Abbiamo avuto difficoltà per formare le liste al Senato: perché, da noi, c'era gente giovane e che non aveva ancora i quarant'anni.” Un partito giovane.

Si concede, poi, un nota di humour: “Eppoi… avoglia: sono vent'anni che sono candidabile.”

Il pubblico presente in sala apprezza.

Finocchiaro: “In questa campagna elettorale rappresentiamo quello che è stato già il senso di ciò che abbiamo già fatto negli anni precedenti, e che abbiamo man-a-mano affinato e che oggi presentiamo come proposta per il prossimo governo.”

Una nota su Mario Monti, dopo le recenti scelte di responsabilità del PD al cospetto del governo tecnico: “Ha promesso, oggi, in due anni, la crescita del PIL di oltre il 5%, il 5,7%, e invece noi cerchiamo di stare con i piedi per terra”.

Sud: “I giovani del mezzogiorno sono il primo soggetto a cui dobbiamo guardare”. Secondo la senatrice non è più pensabile che un comune imprenditore possa assumere precari: poiché bisognerebbe agevolare gli imprenditori impegnati nel creare il “fisso”. Ma, oltre a promettere un’occhio vigile sui problemi dell’occupazione giovanile e sulla fuga dei “qualificati” cervelli meridionali all’estero, sarebbe anche ora che il centrosinistra recuperi la sua anima più autentica: facendosi interprete della volontà dei sindacati.

La senatrice, infine, “sogna” una giovane classe dirigente del Mediterraneo: “Chiudersi è sbagliato. Proprio perché c'è crisi dobbiamo investire e nel Sud del mondo. Come anche in Cina...” Conclude: “Noterete presto le nuove conquiste dell’Africa. Del sud del mondo. Anche le novità dal Nord dello stesso continente africano. In un domani, sarà necessario formare la classe dirigente della più competente dalla grande risorsa del Sud: una nuova concezione di Erasmus. Giovani e assieme una nuova cultura comune per il Mediterraneo.” A queste parole, segue, a fine serata, la più entusiastica condivisione di Pasquale Cotrufo, segretario provinciale Giovani Democratici Terra di Bari: “Il futuro riparte dal Sud e dal Mediterraneo come risorsa e condivisione culturale fra popoli. Condivido appieno quanto ha già affermato la senatrice Finocchiaro. Lei è una donna del Sud e chi meglio di lei potrebbe farsi interprete di questa opportunità.

Commenti  

 
#1 cristiana 2013-01-31 16:09
Complimenti agli organizzatori della manifestazione, finalmente si parla di cose serie in questo paese. L'intervento lungo e dettagliato della senatrice Finocchiaro, richiama ad una riflessione profonda sui rapporti con i Paesi del mediterraneo e sugli investimenti dei giovani in Erasmus, attratti, invece, dalle università europee.Petroce lli e Cassano in lista al Pd, mi piacerebbe ascoltarli, verranno ad acquaviva?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI