Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Radogna: "La mia candidatura per il futuro di Acquaviva"

foto

Dopo anni di impegno corale, militanza, sacrifici e azione concreta e incisiva sul territorio, il merito del lavoro svolto dai ragazzi della Giovane Italia di Acquaviva, è stato finalmente premiato. Questi anni sono stati contraddistinti da innumerevoli successi. Siamo partiti in sordina, quasi in silenzio. Eravamo un piccolo ma coeso gruppo di soli quattro ragazzi. Giovani con tanta voglia di fare. Spinti dalla passione travolgente per la Politica. La politica dei contenuti e delle idee. Giorno dopo giorno abbiamo trasmesso quella passione a chi ci stava accanto. Giorno dopo giorno siamo cresciuti, e siamo diventati sempre più. Una grande squadra. Una grande famiglia. Abbiamo organizzato incontri, eventi prestigiosi portando avanti le nostre idee e il nostro pensiero. Abbiamo raccolto firme e petizioni per risolvere i problemi quotidiani della nostra gente. Siamo scesi tra la gente, con la gente. Tutti insieme. Abbiamo aiutato le popolazioni emiliane colpite dal tremendo e drammatico terremoto. Con la nostra forza, le nostre capacità abbiamo fatto tanto. Abbiamo riportato alla ribalta un territorio che da anni non era più capace di esprimere idee e pensiero politico. Abbiamo trasformato Acquaviva in un “Agorà” politico-culturale di ispirazione europea. La candidatura alla Camera dei Deputati per le elezioni politiche del 2013 del Segretario locale Mario Radogna, è la candidatura della Giovane Italia Acquaviva. È la nostra candidatura. La candidatura di un Sogno. Il nostro Sogno. “Sono onorato, come Segretario della Giovane Italia di Acquaviva di aver accettato una candidatura alla Camera dei Deputati. La mia candidatura di servizio al partito non onora soltanto la mia persona, ma un intera comunità che da anni non esprime più alcuna rappresentanza nelle più alte istituzioni dello Stato Italiano. Anche se non riuscirò ad essere eletto al Parlamento mi piacerebbe poter dare il mio apporto e la mia preparazione su alcuni settori specifici come il sociale, il welfare, lo sviluppo economico ad altri futuri onorevoli che avranno la fortuna di essere eletti e di poter contribuire alla scrittura di leggi per un'intera legislatura che durerà si spera ben 5 anni.

Da questa candidatura deve partire un nuovo sogno, per Acquaviva e per i suoi giovani. Dobbiamo ricominciare a sperare in un futuro migliore. Dobbiamo riprenderci il futuro puntando sul merito, sulla voglia di fare e sulla passione. Insieme possiamo ambire a cambiare le cose. Insieme possiamo cambiare Acquaviva, la Puglia e l’Italia.

 

 

*La Giovane Italia di Acquaviva

 

 

 

 

 

 

 

                                    

Commenti  

 
#2 Mario Radogna 2013-01-31 19:44
Mi sembra fuori luogo il tuo commento, ad ogni modo siccome siamo in democrazia rispetto la volontà della redazione di averlo pubblicato
 
 
#1 il rottamatore 2013-01-30 02:15
è chiaro che questa candidatura serve solo ed esclusivamente al candidato che spera con il suo sacrificio di vedersi premiato a breve con qualche posto di lavoro o come portaborse di qualche deputato o senatore. alla faccia del cambiamento delle logiche della politica, per di più condotte da un giovane o pseudotale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI