Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Nasce ad Acquaviva "RIVOLUZIONE CIVILE" per Ingroia premier

logo Rivoluzione_Civile.2

 

Il 15 gennaio si è svolto il primo incontro.

 

Si sono incontrati il 15 gennaio un gruppo di persone che si riconoscono in questa candidatura, e nel progetto politico che porta avanti. Persone che per diversi motivi, si sentono garantiti e condividono la candidatura di Ingroia a premier alle prossime elezioni politiche. Ritenendo l’ex magistrato persona libera e dalla schiena dritta, quindi la persona giusta per rinnovare la politica del centrosinistra nazionale. Un’ottantina di persone conosciutosi grazie alla rete e sui social network, hanno deciso di lasciare le loro tastiere e i loro pc, e sono passati dal click alla stretta di mano. Si sono autoconvocati con la speranza e la voglia di incidere nella realtà acquavivese e di riflesso anche su quella nazionale. Il primo incontro interlocutorio è servito alle presentazioni, e ad una discussione franca e schietta che è servita a tutti per chiarire le motivazioni individuali delle loro adesione al progetto di Rivoluzione Civile, e a sviscerare cosa il movimento propone e cosa dovrebbe proporre.

Erano presenti all’incontro una quindicina di persone donne e uomini rappresentanti dalla società civile acquavivese. Nelle due ore d’incontro molte questioni sono state affrontate. La linea tracciata è stata quella di continuare il dialogo sia in rete sia con incontri futuri.

E’ inutile nasconderlo è venuta fuori la questione sul che fare per le prossime amministrative acquavivesi.

Tutti hanno convenuto che visto l’esito positivo dell’incontro e l’interesse crescente verso questo nuovo soggetto politico in forte espansione, l’ipotesi si prenderà sicuramente in considerazione.

Si è convenuto, che per adesso, l’attenzione è tutta per le imminenti elezioni politiche. Se il riscontro elettorale sarà positivo come tutto lascia credere, la tappa successiva è quella di allestire una lista di persone per bene, decise a mettersi in gioco rischiando anche in proprio, persone selezionate e che potranno degnamente portare la bandiera del rinnovamento che Rivoluzione Civile propugna.

Il prossimo incontro è stato fissato per la prossima settimana il luogo è ancora da definire, ci sono diverse opzioni.

Il movimento “Rivoluzione Civile – Acquaviva delle Fonti” ringrazia l’associazione culturale L’Incontro Onlus che ha gentilmente offerta la sua sede per questo primo incontro.

Chiunque fosse interessato agli appuntamenti e ai programmi del movimento ci si può collegare alla pagina facebook:

https://www.facebook.com/RivoluzioneCivileAcquavivaDelleFonti?fref=ts

*Rivoluzione Civile Acquaviva delle Fonti

Commenti  

 
#4 francesca 2013-01-18 22:53
sono d'accordo con Roberto Tritto... principi sani, trasparenza e rivendicazione dell'equità fra i cittadini sono i giusti ingredienti per una efficace democrazia. Di questo si ha bisogno in Italia ed in particolare ad Acquaviva, dove per troppi anni hanno spadroneggiato gli affaristi della politica. Attenti però che gli infiltrati arrivano quando meno ve lo aspettate.
 
 
#3 Roberto Tritto 2013-01-17 11:24
@ Achille, ti posso assicurare che all'interno del movimento c'è gente della società civile, io sono uno di loro e promotore del movimento stesso... nel movimento non accettiamo categorigamente i "Ricloni" della politica locale... possono trovare altre case ma non questa.
@ nessudirma... Siamo 15 ma potremmo essere 100... ognuno con un compito ben definito... il legame che ci deve tenere uniti è che siamo stanchi delle lobbi, dei poteri forti e del malaffare a livello nazionale e locale... IO CI STO
 
 
#2 achille 2013-01-16 22:08
Il problema è: chi sono costoro? La domanda è pertinente perchè ad Acquaviva la gente è bravissima a riciclarsi. Si possono conoscere i nomi dei responsabili?
 
 
#1 nessundorma 2013-01-16 16:18
aravate 80..vi siete incontrati in 15..ne resterà soltanto 1! dal commentare su fb a lavorare per il paese ci sta l oceano in mezzo. auguri
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI