Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Barberio: "Mario Monti. Perché ci serve ancora..."

mario monti_senatook600

 Riceviamo e pubblichiamo:

 

Ha salvato l’Italia dal fallimento e da un destino uguale a quello della Grecia.

Ha ricostruito la credibilità del Paese.

Ha fatto lavorare insieme i tre partiti (Pdl, Pd e Udc) della “strana maggioranza” che fino al giorno prima si aggredivano furiosamente.

E ha sempre detto la “verità” agli italiani, sin dalle dichiarazioni programmatiche in Parlamento un anno fa.

Monti ha dovuto adottare provvedimenti duri, che lui stesso ha definito “brutali” e che hanno finito per accentuare la recessione, come l’anticipo della introduzione dell’ IMU, la riforma delle pensioni e i tagli alla spesa pubblica.

Fondamentale è stata anche la “guerra” alla evasione fiscale e alla corruzione per ricostruire un tessuto di ETICITA’ nei rapporti tra i Cittadini e lo Stato e nella Pubblica amministrazione, senza il quale ogni vero risanamento sarebbe impossibile.

Altrettanto importante è stata l’azione di Monti a livello europeo, tranquillizzando i mercati, con le decisioni prese, facendo così riconquistare la credibilità all’Italia presso i partner europei comunitari a cominciare dalla Signora Merkel.

E se, nonostante i provvedimenti brutali, che la popolarità di Mario Monti resta elevata tra i cittadini, ciò vuol dire che il Paese ha capito che l’amara medicina era necessaria per curare i mali del passato, evitare così il fallimento e costruire su basi meno fragili un percorso di sviluppo per i prossimi anni.

Ma ora si tratta di completare il risanamento e connetterlo a una politica di sviluppo e di crescita, ricostruire lo stato e la Pubblica amministrazione, ridurre la spesa pubblica, le tasse e il debito, rilanciare la produttività e l’occupazione e solo così potremo uscire definitivamente dalla crisi, rassicurando i governi stranieri e i mercati, che si chiedono ancora preoccupati che cosa accadrà dopo le elezioni politiche prossime.

E proprio per questo Monti ci serve ancora.

Acquaviva delle Fonti, 04/01/2013

                                                                                                 Domenico Barberio

                                                                                  Italia Futura – Verso la terza Repubblica

Commenti  

 
#5 massaro 2013-01-14 20:42
X Gino Cassanese
ma il dottor Barberio produce ancora mozzarelle?
a me risulta che alcuni anni or sono ha cessato la propria attività, e soprattutto la sua srl ha lasciato un bel po' di debiti con i fornitori che a tutt'oggi NON SONO stati ancora PAGATI.
 
 
#4 futurista 2013-01-13 19:36
A "titina": per onor di verità il Dott. Domenico Barberio (Mimì) non è mai stato iscritto a Futuro e Libertà nè risulta essere un attivista di tale partito. Il Dott. Barberio è attuale coordinatore cittadino di Alleanza per l'Italia, salvo comunicazioni contrarie.
 
 
#3 titina 2013-01-11 16:24
mimì barberio.. ex an, poi con vincenzo divella, poi pdl, ora fli! domani chissà..
 
 
#2 Gino Cassanese 2013-01-11 14:58
Mimi' se vuoi essere sindaco regala mozzarelle!
 
 
#1 Confind 2013-01-11 14:52
Mimi' Sindacoooooooo!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI