Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

In aula 10 su 11. Manca il Sindaco e la Maggioranza

cons. comunale_del_28_dicembre_2012

 

Situazione alquanto surreale ieri pomeriggio in aula consiliare.

Sembra di assistere ad una scena già vista, manca ancora una volta il numero legale per rendere valido il quorum della seduta.

Questa volta in aula sono presenti dieci consiglieri su undici. Tra gli assenti anche il sindaco Francesco Squicciarini. Presente in aula la Morano insieme alla Minoranza.

Il presidente Maurizio facendo l’appello ha comunicato che ci sono assenti giustificati (Colangiulo, Luisi, Paradiso e Benevento) per motivi di famiglia, salute e lavoro. Constatata la mancanza del numero rinvia la chiamata dopo 15 minuti.

La situazione però non cambia.

seduta del_28_dicembre_2012 Il clima diventa anzi più acceso, non mancano battute anche tra il numeroso pubblico sull’assenza del primo cittadino. Il consigliere Petruzzellis durante la fase di verifica del numero legale per la validità della seduta grida a gran voce: “E’ un sindaco indegno, per questo si deve dimettere!” Prontamente il Presidente lo invita a non fare spettacolo non essendo la seduta aperta.

Sono presenti ancora 10 consiglieri su 11.

“Il consiglio- comunica il Presidente del Consiglio Maurizio- non è regolarmente costituito, viene aggiornato a giovedì 3 gennaio alle ore 16 in seconda convocazione”.

Abbiamo avvicinato qualche consigliere presente per commentare l’attuale situazione.

La Morano ha declinato il nostro invito preferendo non parlare in questo momento. Rispettiamo pur non condividendo la sua volontà, si riserva di rilasciarci dichiarazioni giovedì alla prossima seduta del consiglio comunale.

Il Consigliere Lombardi (Compagnia delle Arti) ci comunica: “non sappiamo se c’è il numero per raccogliere le firme”.

State valutando questa possibilità?

“Si, se qualcuno non si tira indietro…potrebbe anche esserci. Magari ci sentiamo prossimamente”. 

L'idea della raccolta firma da chi è partita?

“È più o meno diffusa da tempo all’ultimo momento c’è qualcuno che si tira indietro come oggi”.

La raccolta firme è finalizzata…

“Allo scioglimento del Consiglio comunale. Quindi in quel caso viene il Commissario Prefettizio e si va a votare entro giugno. Secondo me in questo momento è la soluzione più salutare e più giusta. Purtroppo questo numero in aula non lo abbiamo visto, oggi in aula, due consiglieri non si sono nemmeno presentati pur avendo detto che sarebbero venuti”.

Commenti  

 
#6 Pazzo 2012-12-30 21:48
Ragazziil 3 gennaio tutti al consiglio comunale cosi buttiamo in aerea un po di persone che ne pensate??
 
 
#5 acquavivese vero 2012-12-30 11:11
pistilli quando torni?
 
 
#4 Sabrina Gatti 2012-12-29 18:46
Male hanno fatto i consiglieri del PD che non si sono presentati, probabilmente "fedeli" al Sindaco ma non all'elettorato e ad Acquaviva. Sbagliato!!! E poi mi piacerebbe leggere i certificati medici di questi ammalati immaginari!! Caro Maurizio, basta che ti telefonino e ti dicano che hanno la febbre per giustificarli?? ?? Ma che dici??? Non bisognerebbe mai essere "fedeli" alle persone ma leali sì, a chi lo merita però. Firmassero!! invece, e si presentassero alle prossime elezioni!!, li osanneremo per averci liberato da questi spettacoli indecenti e da questa gente!
 
 
#3 Il plebeo 2012-12-29 17:46
Socrate diceva che la massa è ignorante ed in quanto tale non possiede i mezzi per capire dove stia il bene ed il male facendo quindi del male senza la piena consapevolezza di farlo. I cittadini di Acquaviva, dopo 30 anni di cattiva politica ed i numerosi e pesanti danni procurati al paese dai politici locali, non hanno ancora percepito la necessità di una rivoluzione. Lo spettacolo mortificante ed ormai persistente della politica, il degrado profondo del paese, le situazioni drammatiche di molte famiglie, colpite pesantemente dalla crisi economica sono cose evidentissime, che non si possono non vedere. Il popolo di Acquaviva è davvero un popolo che non ha preoccupazioni, cui piace mangiare e dormire, rotolarsi nella bambagia ed alimentarsi di bigottismo o conformismo? I danni dell'Amministra zione Squicciarini sono enormi e di fronte a ciò in altri comuni avremmo sicuramente visto l'indignazione, l'occupazione della sala consigliare da parte dei cittadini, in altri termini la rivoluzione. Perchè ad Acquaviva non accade nulla? C'è un deficit di coscienza civica? Perchè i cittadini continuano ad aspettare Godot?
 
 
#2 veterano 2012-12-29 17:32
Caro Lombardi come si vede che non conosci la politica! ma se è vero quello che racconti, come mai mancavano i due consiglieri del PD fedeli al sindaco?E secondo te, chi si prende la responsabilità di firmare? se la prende solo chi non ha intenzione di ripresentarsi alle prossime elezioni, ragione per cui il sindaco per ora non cade!
 
 
#1 IL GLADIATORE 2012-12-29 15:25
Cosa aspettate ad andare a casa tutti ma vi siete resi conto che schifo state facendo , certo non posso immaginare quante risate si sta facendo Pistilli cosa che lui in tanti anni i consigli venivano fatti ..ANDATE A CASA PER FAVORE PER IL BENE DEL PAESE VERGOGNATEVI !!!!!!! SINDACO VAI A CASA RACCOGLIAMO LE FIRME !!!!!!!certo adesso come adesso molti rimpiango PISTILLI sicuramente a fatto più di VOI SQUICCIARINI almeno i consigli erano presenti .... VAI A CASA FACCI UN BEL REGALO AD ANNO NUOVO TI DEVI VERGOGNARE ANCHE DI STARE IN QUESTO PAESE .....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI