Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Lettera aperta dell' IDV ai cittadini di Acquaviva

logo idv

 

Riceviamo e pubblichiamo:  

 

LETTERA APERTA DELL'IDV AI CITTADINI DI ACQUAVIVA

                                       sulla attuale situazione politica amministrativa              

Riteniamo innegabile che la maggioranza scaturita dalle urne nella primavera del 2010 si sia irrimediabilmente deteriorata; allo stato il sindaco, con i partiti che lo hanno eletto ed ancora esistenti, stanno verificando la possibilità di rivitalizzarla ed ampliarla, ovvero costruire una nuova maggioranza, che riesca a realizzare la maggior parte dei punti del programma amministrativo, completando e concretizzando anche il lavoro fino ad ora svolto.

L'attuazione del programma è stato fino ad ora insoddisfacente, e la maggioranza non è riuscita a sbloccare concretamente i più importanti problemi che attanagliano il paese: l'impulso alle attività economiche e rendere migliore l'ambiente in cui viviamo.

Alcune annose questioni, pur affrontate, non sono state ancora definitivamente risolte (vedi attuazione del PRG, zona 167, igiene urbana, utilizzo degli immobili del vecchio Ospedale Miulli).

Senza creare inutili e dannosi vuoti amministrativi attraverso la revoca delle deleghe assessorili e la conseguente paralisi della attività amministrativa (esperienza già vissuta), bisogna concludere celermente la verifica suddetta che, in caso positivo, dovrà portare all'innesto di nuovi assessori di estrazione politica e suggeriti al sindaco da quei partiti che condivideranno metodo democratico e i punti programmatici da realizzare.

In caso di esito negativo, si dovrà prenderne atto.

Il preliminare nodo politico da sciogliere, prima di passare all'analisi programmatica, è quello relativo alle dichiarazioni rese alla stampa ed in consiglio dai consiglieri di FLI, partito che non faceva parte della coalizione uscita vincente dalle urne; l'IDV, per proseguire nella verifica avendo al tavolo tale partito, chiede che lo stesso ritiri o ritenga superate le problematiche che lo hanno portato ad uscire dalla maggioranza ed a non votare l'assestamento di bilancio.

Contestualmente gli altri partiti devono dare atto che le posizioni espresse da singoli consiglieri nell'ultimo consiglio comunale non esprimono la posizione del partito di loro appartenenza, ma solo opinioni personali.

L'IDV ha inoltre valutato positivamente le dichiarazioni rese dai Democratici Riformisti di voler rientrare in maggioranza assumendo una diretta responsabilità e visibilità nella attività amministrativa; parimenti valuta positivamente lo sforzo e la disponibilità manifestata da SEL nel documento consegnato e illustrato al tavolo politico e reso pubblico.

Alcune considerazioni politiche di SEL sono condivisibili (vedi il non aver fatto ricorso alle primarie per designare il candidato sindaco) ma è pur vero che ci sono state anche divergenze programmatiche che si potevano e si possono superare, se è vero che ci accomuna il perseguimento del “ bene comune” e la ricostruzione del centrosinistra acquavivese come base di una maggioranza allargata alle forze politiche moderate che condividano il predetto obiettivo.

A tal fine riteniamo necessario proseguire nell'alleanza con l'UDC, incentivare la ripresa della collaborazione con la CDA garantendo il rispetto degli impegni programmatici e coinvolgendo direttamente il suo consigliere comunale, nonché approfondire la volontà dichiarata da altre forze moderate presenti in consiglio comunale a voler dare il proprio contributo, così come ha fatto la Lista Schittulli dopo l'appello del Sindaco.

Dal punto di vista programmatico condividiamo l'impostazione di SEL, da noi già sollecitata con pregressi documenti, di verificare e subordinare il rilancio della “compagine di governo allargata “ all'impegno solenne di attuare nel più breve termine alcuni qualificanti punti programmatici.Anzi,chiediamo che tale disponibilità vada verificata portando celermente in consiglio comunale le questioni più urgenti e qualificanti come quella della sede degli Uffici Giudiziari.

A tal riguardo manifestiamo il nostro sostanziale assenso ai punti programmatici indicati da SEL nel suo documento del 28.11.2012; infatti molti punti ivi indicati sono già inseriti nel programma di governo e da noi in precedenza sollecitati, e solo alcuni hanno bisogno di ulteriore approfondimento.

Condividiamo la necessità di riorganizzare e valorizzare l'apparato burocratico con l'approvazione di una nuova pianta organica; siamo disponibili a rivedere il piano comunale delle alienazioni per valorizzare gli immobili di proprietà comunale individuando concrete fonti di finanziamento alternative; riteniamo anche noi necessario ottimizzare l'uso degli immobili comunali per realizzare economie attraverso la riduzione degli immobili in affitto, così come suggeriamo non solo di dotare il paese di un nuovo sportello postale ma di proporre alle poste di trasferire in centro l'ufficio smistamento pacchi e raccomandate ( ipotesi locali vecchio ospedale Miulli ).

Giudichiamo molto positivo la condivisione di SEL della Strategia Rifiuti Zero ( già votata in consiglio ), il suggerimento di aggiornare quotidianamente il portale web istituzionale del comune con pubblicazione di tutti gli atti amministrativi , ma soprattutto con la pubblicazione obbligatoria per gli amministratori, compreso tutti i consiglieri comunali, del curriculum, della attività lavorativa svolta e della dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda le aree di pregio naturalistico e sottoposte a vincolo del territorio comunale , ed in particolare quelle ricadenti nella zona SIC, condividiamo la proposta di SEL di valorizzare e tutelare tali aree nel rispetto della loro vocazione naturale e programmata. A tal fine SEL dovrà però convenire che la retrocessione ad agricole di tali aree operata dalla Regione Puglia in sede di approvazione del PRG , non è la strada giusta. Infatti oltre alle legittime aspettative di chi da circa trentanni ha dovuto fare i conti con la natura edificatoria di tali terreni (ed avrebbero diritto anche al rimborso dell'ICI pagata ), vi è da rilevare che giuridicamente le aree SIC, in particolare quelle che non contengono habitat prioritari, non sono considerate assolutamente inedificabili.

Pertanto proponiamo un confronto costruttivo con la Regione per rendere fruibili le aree di PRG ricadenti in zona SIC per uno sviluppo estensivo, che contribuisca a migliorare il territorio proteggendo e potenziando la flora e la fauna protetta e recuperando le caratteristiche dei luoghi.

Per restare nel tema dell'urbanistica, proponiamo la sollecita approvazione delle delibere di start up del PRG, la soluzione concordata con la Regione di tutte le questioni sollevate in sede giudiziaria contro la delibera regionale di approvazione del PRG, nonché di attuare tutti i provvedimenti necessari a renderlo esecutivo e fruibili le aree tipizzate; suggeriamo infine di invitare il legale del Comune a depositare, se non lo ha già fatto, l'istanza di prelievo davanti al Consiglio di Stato.  

Con riferimento ai rapporti con l'Amministrazione dell'Ospedale Miulli ed all'annosa questione degli immobili dell'ex ospedale de Via Maselli Campagna , riteniamo prioritario perseguire l'utilizzo di detti immobili per attività e servizi a vantaggio della comunità acquavivese a cominciare dalla destinazione di parte di essi al mantenimento degli Uffici Giudiziari (sede distaccata di Tribunale e Ufficio del Giudice di Pace) in Acquaviva; infatti, per il raggiungimento di tale importante risultato per la nostra comunità, è necessario procedere con urgenza a formalizzare con Delibera di C.C. l'impegno preso con Il Presidente del del Tribunale di Bari, già autorizzata dalla Commissione di Manutenzione della Corte di Appello, di mettere a disposizione a titolo gratuito parte degli immobili dell'ex ospedale; il tutto avendo già acquisito la disponibilità del Vescovo Governatore..

Nel settore dell'ecologia confermiamo l'impegno ad attuare il centro di raccolta differenziata, ad attuare ogni iniziativa compatibile con la nuova normativa regionale per migliorare la raccolta dei RSU e proponiamo inoltre di istituire la giornata ecologica comunale per promuovere la sensibilizzazione alla tutela e rispetto dell'ambiente, coinvolgendo in prima persona gli amministratori, le scuole, le associazioni, ed i cittadini.

Infine sollecitiamo la costituzione del consorzio tra le ditte della Z.I. per la gestione dei servizi e l'approvazione di un progetto stralcio funzionale che consenta l'utilizzo in tempi brevi del Nuovo Teatro Comunale.

In conclusione , senza avere la pretesa di aver esaurito gli obiettivi su cui lavorare con serenità e confronto costruttivo, ma soprattutto nel rispetto delle persone , della rappresentatività e delle regole democratiche, precisiamo che noi riteniamo che la vera verifica si debba effettuare sulla capacità di trasformare le dichiarazioni in atti concreti.                

Acquaviva, 02.12.2012

                                                                                              IDV ACQUAVIVA

 

Commenti  

 
#7 ilcorvo 2012-12-13 00:23
signori non credo più che la politica e gli amministratori possano reggere e governare un paese come questo. Tuttavia spero che un briciolo di coscienza li sia rimasta, a febbraio tutti a casa perchè c'è un ente che potrebbe preoccupare qualche volpone di lunga data...
 
 
#6 PIPPO 2012-12-10 16:05
parafrasando il grande condottiero e politico inglese del 600 Oliver Cromwell, diciamo alla maggioranza del governo di questa città..... "Per l'amore di Dio, prendete in considerazione l'eventualità di andarvene a casa!!!!"
 
 
#5 Il plebeo 2012-12-10 14:23
L'Amministrazio ne Squicciarini, guidata dalla volpe dell'IDV, dopo circa 3 anni ha ottenuto zero risultati. Ora alcuni partiti della minoranza consigliare, sia di destra che di sinistra, insieme ai partiti della ex maggioranza vogliono dar vita ad una nuova compagine amministrativa, con un programma da attuare,pensate un pò, nei restanti due anni del mandato amministrativo e dopo che per ben 3 anni non hanno realizzato nulla. La volpe mostra un libro dei sogni che è davvero uno specchietto per le allodole nella speranza di adescare altri partiti. Vulpes pilum mutat, non mores.
 
 
#4 antonio66 2012-12-09 16:58
Quante parole, quante parole vuote....
 
 
#3 Parole parole parole 2012-12-09 13:47
Ma perché anziché scrivere di nuovo il libro dei sogni non ci spiegate perché in tre 3 anni non avete concluso niente di quello che continuate a promettere? Basta!!! Vi chiediamo per rispetto dei vostri elettori e di tutti i cittadini ANDATE A CASA!!!!!!
 
 
#2 Stefano 2012-12-09 11:47
Lucida analisi della situazione di questo paese. Idv dimostra che Squicciarini,ri spetto a quanto afferma, e' il sindaco di un altro paese!
 
 
#1 tonino Santamaria 2012-12-09 10:49
Mi sembra il "Programma" per una nuova legislatura.... .....questa è già andata.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI