Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Consiglio Comunale: Convocato il 6 novembre

palazzo de_mari_1

 

 

Comunico alle SS.LL. che, in conformità di quanto dispone l’art. 42 del T.U.E.L. 18.08.2000 n. 267 e l’art. 31 dello Statuto Comunale, giusta decisione della Conferenza dei Capigruppo in data 11/10/2012 e 23/10/2012 ed in riferimento agli artt. 5 e 6 del “Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale”, il Consiglio Comunale è convocato in sessione straordinaria, in 1^ convocazione, in seduta pubblica, nella sala delle adunanze di Palazzo di Città, per il giorno 06/11/2012 alle ore 16,00 per la trattazione del seguente O.d.G.:

 

N.

OGGETTO

1

Piano per l’Edilizia Economica e Popolare ex Legge n. 167/1962. Assegnazione aree alle Cooperative Edilizie “Domus Amicitiae” – “Fonti” e “Iris”. Verbali di Conciliazione del 31.07.2001. Atto di adempimento di transazione e di convenzione-integrativa.

2

INIZIATIVA POPOLARE “Proposta” al Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti per l’adozione di provvedimenti in grado di attivare subito politiche sostenibili per l’occupazione e la crescita mobilitando talenti e risorse.

 

Ove non si esaurisse la trattazione dei punti all’o.d.g. per mancanza del numero legale, ai sensi e per gli effetti del Regolamento delle adunanze del Consiglio Comunale (art. 12), la seduta di 2^ convocazione è fissata per il giorno 08/11/2012 alle ore 16,00.

 

Si comunica che, così come convenuto in Conferenza dei Capigruppo del 23.12.2010, le proposte di deliberazione e i relativi atti potranno essere visionati e scaricati dai consiglieri dall’apposita area con accesso loro riservato, a mezzo delle credenziali a ciascuno già inviate via e-mail.

Cordiali saluti

                                                                                   

 

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Avv. Angelo MAURIZIO

Commenti  

 
#1 tiziano 2012-10-30 13:22
ma di quanto accaduto al miulli il consiglio non ne parla? non interessa? e delle società che non pagano i dipendenti?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI