Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Compagnia delle Arti: Iniziativa popolare per l'occupazione e la crescita

logo Compagnia_delle_Arti

 

Riceviamo e pubblichiamo: 

 

"Compagnia delle Arti" informa che oggi 16/10/2012 è stata affidata la "Proposta" al Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti per l'adozione di provvedimenti in grado di attivare subito politiche sostenibili per l'occupazione e la crescita mobilitando talenti e risorse.
Secondo Statuto Comunale, detta "proposta" - sostenuta da 429 acquavivesi - sarà vagliata dalla massima assise cittadina nel "primo Consiglio Comunale utile".
Per il diffuso interesse sociale della proposta, la stessa sarà inviata per conoscenza al Prefetto di Bari, al nostro Vescovo, al Presidente della Regione Puglia, alla Corte dei Conti della Puglia.

 

*Arch. Rocco Lombardi
Consigliere Comunale della Compagnia delle Arti

 

INIZIATIVA POPOLARE

(ispirata ai Principi di Economia della Cultura)

PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI PER L’ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI IN GRADO DI ATTIVARE SUBITO POLITICHE SOSTENIBILI PER L’OCCUPAZIONE E LA CRESCITA MOBILITANDO TALENTI E RISORSE

 

                 Ottobre 2009 – Ottobre 2012 / NEUTRALIZZARE CRONO

F. Goya_Saturno_che_divora_uno_dei_suoi_figli

F. Goya, Saturno che divora uno dei suoi figli, 1821/’23, Madrid, Prado

 

16/18 Ottobre 2012


Premessa

 

Sebbene l’ultima volta – era il 6 febbraio 2007 – 234 cittadini affidarono la “Proposta al Consiglio Comunale per Acquaviva delle Fonti migliore” senza ottenere alcun risultato, oggi, nell’emergenza (anche a causa della mancata attuazione del programma politico premiato nelle elezioni amministrative del 2010), con la crisi che morde, le imprese in affanno, i tagli alla spesa pubblica che sottraggono ulteriori risorse alle Regioni e agli Enti Locali, ci tocca innovare molto attuando strategie di sistema e politiche per lo sviluppo nell’interesse della nostra Città e della Puglia.

Perfettamente consci delle ragioni che hanno provocato la mancata attuazione – per scelta – del “Patto per Acquaviva delle Font migliore”, il dileggio dell’Enciclica di Benedetto XVI “Caritas in Veritate” cui pure si riferiva la coalizione poi al Governo locale, la mancata applicazione dei principi di sviluppo sostenibile “a triplice elica” e dunque strappato il relativo cronoprogramma…affidiamo ancora una volta alla massima assise cittadina una proposta chiara e articolata per fronteggiare subito l’emergenza e per generare sviluppo e crescita nel breve e medio termine.

Concretamente, senza se e senza ma, nell’imminenza della discussione consiliare per l’approvazione del Programma Triennale dei Lavori Pubblici, del Piano delle Alienazioni (e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico ) e del Bilancio di Previsione 2012 – Bilancio Pluriennale 2012/2014, impegniamo i Consiglieri Comunali a voler deliberare atti immediatamente eseguibili e connessi alla poliedrica “Proposta”.

Per il diffuso interesse sociale dell’iniziativa, i sottoscritti scelgono di tenere costantemente informato S. E. il Prefetto di Bari dott. Mario Tafaro e, con esso, S. E. Mons. Mario Paciello Vescovo di Altamura – Gravina – Acquaviva, il Presidente della Regione Puglia On. Nichi Vendola, la Corte dei Conti della Puglia.

 

 

ABACO DELLA “PROPOSTA

 

Capitolo I

Art. 15 del Dlgs 18/05/2001 n° 228 “Orientamento e modernizzazione del settore agricolo”: si chiede l’immediata attuazione delle convenzioni con gli imprenditori agricoli locali per l’affidamento di lavori e servizi – lavoro, presidio e maggiore tutela del territorio – giusta “Mozione 14” nella deliberazione consiliare inattuata n° 6 del 29/04/2011.

 

Capitolo II

DOP/Denominazione di Origine Protetta e IGP/Indicazione Geografica Protetta per prodotti del paniere agricolo locale giusto Regolamento CE 2081/1992: si chiede l’immediata attuazione della “Mozione 15” nella deliberazione consiliare inattuata n° 6 del 29/04/2011.

 

Capitolo III

Piano Regolatore Generale rivivificato e mancata formulazione dell’istanza di prelievo per la fissazione dell’udienza di merito presso il Consiglio di Stato: si chiede che venga rispettata la unanime ed immediatamente eseguibile deliberazione consiliare n° 42 dell’01/08/2012.

 

Capitolo IV

Può incentivare la crescita l’istituzione del pagamento rateizzato (regolamentato) dei contributi di costruzione ai sensi dell’art. 3 ex Legge 10/’77 e comma 4 dell’art. 42 DPR 380/’01.

 

Capitolo V

Società di Trasformazione Urbana (art. 120 Dlgs 18/04/2000 n° 267 e s.m.i.), Reti d’Imprese e Contratti di Rete (Dl 10/02/2009 n° 5 – Legge 09/04/2009 n° 33 – Dl 31/05/2010 n° 78), Fondazione di Partecipazione per l’Economia della Cultura, Dialogo Competitivo (direttiva 2004/18/CE del 31/03/2004): si chiede l’attivazione di ogni sinergia per la valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale e dello Stato attraverso strumenti societari ai sensi del comma 2 art. 30 della L 24/11/2003 n° 326.

 

Capitolo VI

Necessita l’istituzione di un Distretto Urbano del Commercio giusto Regolamento Regionale n° 15 del 15/07/2011.

 

Capitolo VII

Urgono determinazioni per le aree di atterraggio, delocalizzazione delle volumetrie e premialità: previa redazione di un Piano dei Servizi, occorre guidare e sperimentare concretamente le opportunità del Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana adottato dal Consiglio Comunale con verbale n° 19 del 30/06/2011, della L.R. 21/2008 “Norme per la Rigenerazione Urbana” e della L.R. 12/2008 “Norme finalizzate ad aumentare l’offerta di edilizia residenziale sociale” (con Circolare Regionale 2/2009).

 

Capitolo VIII

Riconoscimento (operante) e promozione del Distretto Produttivo “Acqua, Salute e Cultura” sul versante della L.R. 23/2007. Necessitano:

-          rapporti paritetici fra Ospedale Miulli e Comune di Acquaviva delle Fonti (nella Rete Città Sane/OMS dell’Organizzazione Mondiale della Sanità);

-          il riscontro urgente del Consiglio Comunale alle intenzioni/proposte del Vescovo Governatore dell’Ospedale Miulli già manifestata al Sindaco l’11/02/2011;

-          il varo dello Statuto Comunale con esplicita menzione alla cooperazione paritetica Ospedale Miulli/Comune di Acquaviva delle Fonti.

 

Capitolo IX

L. 06/08/2008 n° 133: necessita l’immediato (mirato) impegno di spesa del contributo del Ministero dell’Economia e delle Finanze finalizzato al progetto di Distretto Culturale Produttivo Istituzionale “Acqua, Salute e Cultura” (riferimenti: G.U. n° 262 del 09/11/2010. Fax ministeriale del 10/11/2010 n° 20112. Accreditamento a febbraio 2011. Sollecitazioni – senza esiti – del Dirigente all’impegno di spesa: aprile e novembre 2011).

 

Capitolo X

Urgono immediati adempimenti (residuali) per il Piano Particolareggiato d’ampliamento per le Attività Produttive a nord della zona industriale nel rispetto delle deliberazioni consiliari n° 41 dell’11/05/2004 di adozione e n° 65 del 15/10/2004 di approvazione definitiva rese ai sensi dell’art. 2 D.P.R. 447/’98 e s.m.i. e dell’art. 20 della L.R. 20/2001.

 

Capitolo XI

“DGR 2581 del 22/11/2011. Indirizzi per l’applicazione dell’art. 8 del D.P.R. 160/’2010: regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive”: occorre la deliberazione consiliare sulla “griglia di requisiti” per l’accesso alle procedura di variante urbanistica.

 

Capitolo XII

Non è più rinviabile nel tempo l’immediata sottoscrizione del Protocollo d’Intesa con la Regione Puglia per progetti ambientali sperimentali giusta deliberazione consiliare inattuata n° 30 del 29/11/2010.

 

Capitolo XIII

Mozione 10 e deliberazione consiliare inattuata n° 6 del 29/04/2011: immediata e urgente convocazione della Conferenza dei Servizi (ai sensi della Circolare Regionale 1/2006) sul reticolo idrografico e minacce d’acqua da alta e media pericolosità idraulica.

 

Capitolo XIV

Previa analisi dei punti di forza, debolezza, opportunità e “rischi”, occorre l’approvazione del Piano Regolatore dei Tratturi del Comune di Acquaviva delle Fonti.

 

Capitolo XV

Previa verifica, necessita l’immediata attuazione (mozione 12) della deliberazione consiliare n° 6 del 29/04/2011 “Ambiente e servizi ecologici. Capitolato speciale d’appalto per un innovativo servizio di igiene urbana”.

 

Capitolo XVI

Mozione 13 e deliberazione consiliare inattuata n° 6 del 29/04/2011: necessitano adempimenti e iniziativa di competenza comunale in materia di risparmio energetico e lotta all’inquinamento luminoso.

 

Capitolo XVII

Mozione 16 e deliberazione consiliare inattuata n° 6 del 29/04/2011: necessitano scelte per il personale e la formazione professionale (Decreto Brunetta).

 

Capitolo XVIII

Occorre con la massima urgenza convocare un tavolo di concertazione per il componimento bonario e transattivo nel rispetto di tutte le parti interessate alle aree ex 167 (in ossequio alle leggi vigenti): necessita allo scopo l’istituzione di una Conferenza dei Servizi alla luce delle opportunità del DL 149/2011 e delle connesse recenti determinazioni governative.

 

Capitolo XIX

1994/2012 – Primi tentativi di pianificazione innovativa e politiche comunali per l’affermazione di un irripetibile Distretto Culturale Produttivo Istituzionale con l’Accordo di Programma “Acqua, Salute e Cultura”: la Città necessita dell’immediato varo della Fondazione di Partecipazione per l’Economia della Cultura affinché il territorio, ispirandosi ai principi della “triplice elica” – insieme, ripetiamolo, Istituzioni, Università/Centri di Ricerca/Società spin – off e Settore Privato (escludendo a priori generiche convenzioni con il mondo accademico) – e dell’ecosostenibilità dell’intrapresa pubblico/privato, generi economie di coinvolgimento e aggregazione (attrattività), particolarmente per tutela e uso delle risorse, salute, servizi innovativi socio – assistenziali e tecnologie per la disabilità, cultura, valorizzazione tutela e fruizione dei beni culturali, ricerca e alta formazione.

 

 

Noi sappiamo con ragionevole certezza – insita nell’intrapresa – di dover abbozzare e partecipare scenari futuri d’interesse collettivo (specie per bambini e anziani) consci che talune di quelle proposte prima descritte (per altro scarsamente onerose per il bilancio comunale), e necessitanti a vario titolo di determinazioni del sistema pubblico, possono creare qualche centinaio di nuovi posti di lavoro e l’indotto poi potrebbe anche raddoppiarli.

A tutt’oggi, quanti sono gli esuberi nel solo settore edile della nostra Città? Taluni addetti raccontano di diverse centinaia, e dunque circa 2000 persone, verosimilmente, oggi versano in concreta difficoltà. Poi, ancora, con ogni conseguenza, si registrano quotidianamente importanti sofferenze a carico di altri settori produttivi mentre ancora non si affermano cenni di ripresa e innovazione che, però, specie nella dimensione locale, abbisognano di scelte di un Ente Locale “facilitatore/attrattore” e non già miope “costrittore”.

Dunque, senza indugio e con rinnovata determinazione affidiamo già all’attenzione del prossimo Consiglio Comunale del 16/18 ottobre 2012 la “Proposta” affinché il nostro territorio riesca nell’intento di attrarre talenti e risorse per lo sviluppo e la crescita.


Al Presidente del Consiglio Comunale

di Acquaviva delle Fonti

Al Sindaco di Acquaviva delle Fonti

e, p.c.              S.E. il Prefetto di Bari

dott. Mario Tafaro

S.E. Mons. Mario Paciello

Vescovo di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti

Al Presidente della Regione Puglia

On. Nichi Vendola

Alla Corte dei Conti della Puglia

I sottoscritti (*) cittadini di Acquaviva delle Fonti, con espresso riferimento allo Statuto Comunale, CHIEDONO con urgenza l’adozione di provvedimenti inerenti la “PROPOSTA” AL CONSIGLIO COMUNALE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI PER L’ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI IN GRADO DI ATTIVARE SUBITO POLITICHE SOSTENIBILI PER L’OCCUPAZIONE E LA CRESCITA MOBILITANDO TALENTI E RISORSE.

 

(*)

Le 429 firme qui apposte valgono come consenso ai soli fini sopraindicati.

 

 

Acquaviva delle Fonti, 16/10/2012

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI