Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Intervista-lampo al consigliere di centrodestra Solazzo

solazzo eustachio_claudio

 

 

Mancano poche ore al prossimo Consiglio Comunale. Eccoci qui, in un lampo: la breve intervista al Consigliere di opposizione, civica centrodestra, avv. Eustachio Claudio Solazzo.

In un così breve lasso di tempo cortesemente concesso, non è forse mancato di chiedergli fra i temi più complessi delle ultime vicende politiche acquavivesi.

Cosa potremo aspettarci per il Consiglio del Primo agosto?

 "Senza alcun dubbio, l’argomento più interessante di questo Consiglio Comunale è la mozione numero 4, presentata il giorno 12 luglio 2012 da ben 10 consiglieri: con la quale si chiede di “deliberare” la revoca della delibera consiliare n. 2 del giorno 6 maggio 2010 e la conseguente rimozione immediata del Consigliere comunale avv. Angelo Maurizio dalla carica di Presidente del Consiglio comunale. Ovviamente l’interesse di tale argomento è rappresentata non solo dalla mozione in sé, ma, in particolare, dal fatto che tale mozione è stata sottoscritta da ben dieci consiglieri: il ché indica un malessere quasi generale; relativamente all’operato del Presidente del Consiglio.

Su quello che potrà verificarsi durante il Consiglio, “augurandomi che non vi siano forzature o macchinose resistenze di natura tecnico-giuridica”, è già evidente il dato politico. A tal punto, vista la volontà di dieci contro undici e la partita aperta a ogni risultato, il mio augurio è che possa, finanche, essere evitata la votazione attraverso un atto indiscutibilmente responsabile del diretto interessato. Ovvero: le proprie dimissioni.”

 

Cambiamo ora argomento: cosa pensa in merito all’organizzazione della Festa della Cipolla Rossa?

 

“Mi corre il dovere, oltre che il piacere, di ringraziare, come Consigliere e come cittadino acquavivese, la Pro Loco di Acquaviva: che, nelle serate dedicate alla Festa della Cipolla Rossa, hanno ridato vita alla nostra cittadina. Con entusiasmo e positività: specie in un momento così drammatico. Solo continuando direttamente il loro operato, “magari in maggiore autonomia”, potranno sicuramente dare molto alla nostra città.”

 

Lei è il Presidente onorario della Volley 2000: ci può dare un’opportuna previsione sul futuro delle strutture sportive ad Acquaviva?

 

“Grazie alla completa “inoperosità” dell’attuale amministrazione Squicciarini, la città di Acquaviva ha perso tutti gli impianti sportivi utilizzabili dalle società di volley locali. Il completo distacco e abbandono evidenziato dalla amministrazione Squicciarini comporterà, da qui a breve, la “chiusura” di società sportive… Che, fino a qualche anno fa, davano lustro alla cittadina acquavivese. E, conseguentemente, priverà a centinaia di adolescenti la possibilità di poter svolgere attività sportive ad Acquaviva.”

 

Di recente, abbiamo dedicato spazio all’argomento “condizioni sociali dei giovani acquavivesi”.

http://www.acquavivanet.it/politica/3385-il-punto-sulla-condizione-sociale-dei-giovani-acquavivesi.html

Secondo lei, l’Informagiovani, utile punto partenza al venire incontro alle questioni sociali giovanili, ad Acquaviva può definirsi attivo?

 

“È una chimera. Al momento.”

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI