Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Opportunità per i "bollenti spiriti" di Acquaviva

Sinergia cooperativa.2


 Una delle più affliggenti e drammatiche piaghe sociali dei nostri tempi è il “Lavoro”. Meglio la mancanza del lavoro. Specie per i più giovani, praticamente estromessi dal mercato oppure relegati a stage, tirocini e gavetta, le quali il più delle volte non sono nemmeno retribuite. Una delle tante anomalie delle terre del Sud Italia è la presenza massiccia di molte menti brillanti (laurea, master attestati e quant’altro) che non riescono a trovare un adeguata occupazione al proprio percorso di studi e sono costretti ad emigrare verso il Nord oppure addirittura all’Estero. Scappano tutti da “Malinconia”. Fuggono via dal deserto di idee e prospettive future i migliori cervelli pugliesi. La nostra Regione cosi anno dopo anno si impoverisce sempre più. Per arginare questo fenomeno e valorizzare le giovani menti pugliesi, l’allora Assessore alle Politiche Giovanili della Regione Puglia Guglielmo Minervini creò i programmi dei “Bollenti Spiriti”. Bollenti spiriti è una serie di iniziative finanziate dalla Regione Puglia per consentire ai giovani cittadini pugliesi di partecipare a tutti gli aspetti della vita della comunità.

L’idea di Bollenti Spiriti è considerare i giovani come una risorsa e non come uno dei problemi della Puglia. L’accento è sul talento, l’energia e la voglia di partecipare. Sullo spirito, insomma.

Il primo bando del progetto pubblicato nel Febbraio del 2010 raccolse ben 2.231 candidature da parte dei giovani. Furono finanziati però solo 190 progetti. Uno dei più importanti e che racconta una eccellenza tutta pugliese è quella del giovane Nicholas Caporusso inventore a soli 23 anni (laurea triennale in Informatica al Politecnico di Bari) del dispositivo DB-Hand (oggetto della sua tesi di Laurea conseguita con 110 e Lode), un sistema per la comunicazione e l’interazione per persone sordo cieche. Il progetto di Nicholas oggi è stimato per circa un milione di dollari. Questa è la storia di una delle tante eccellenze di Puglia, che ha saputo mettersi in gioco, che ha saputo scoprirsi, che ha saputo impegnarsi e realizzare un proprio sogno. Sicuramente in Puglia, come anche ad Acquaviva delle Fonti ci saranno altri 10-100-1000 Nicholas con altre 10-100-1000 idee per la testa che non possono realizzare solo e soltanto perché non hanno abbastanza risorse a disposizione. Partire con una “dote” di 25.000 euro è sicuramente un passo importante. A Giugno è partito il nuovo bando regionale dei Principi Attivi 2012. Mercoledì 18 Luglio a partire dalla ore 17 presso la Sala Conferenze di Palazzo De Mari si terrà un incontro seminario su “Start up di impresa e integrazione lavorativa” organizzato da Sinergia società cooperativa sociale, nell’ambito delle attività dello sportello “CISEI” per l’integrazione lavorativa dei soggetti svantaggiati in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali di Acquaviva delle Fonti guidato da Gianni Milella. Presenti a delucidare il programma e le linee di intervento saranno il referente dello Staff di Assistenza Tecnica al Programma Regionale Bollenti Spiriti Regione Puglia che presenterà il bando Principi Attivi 2012, il referente della Regione Puglia Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione con la presentazione dell’iniziativa “Laboratori dal Basso”, Pia Antonaci -Sinergia Società cooperativa sociale – che presenterà alcune opportunità di formazione e lavoro in Europa, e Arcangelo Adriani– ASA S.r.l. – con un intervento sugli aiuti allo start up di impresa e su Piccoli Sussidi. Sarà una buona occasione per tanti giovani laureati e non di Acquaviva dalle idee “bollenti” per tentare almeno di salire su di un treno. Un treno che magari potrebbe non passare più.

 

 

Programma e_scheda_di_iscrizione

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI