Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Luca Leoncini (FLI): il Nuovo? Parta dal basso

luca leoncini

 

AcquavivaNet chiede e cortesemente ottiene l’intervista del Segretario Sezionale di Futuro e Libertà per l’Italia: l’avvocato Luca Leoncini.

 

Può farci un'analisi sulla qualità dei rapporti fra i partiti della maggioranza? C’è ancora un’intesa? Siamo a questo “2.0”: quanto ritiene longeva l'amministrazione Squicciarini?…

“Per quanto riguarda la qualità dei rapporti fra i partiti di maggioranza, attualmente direi che sono quasi inesistenti: e non a caso, veniamo oggi fuori da una bonifica politico-amministrativa che ha lasciato sicuramente degli strascichi dietro di sé, dei fardelli di riserve mentali… Fino a ieri non si dialogava molto: domani, sicuramente, sarà un altro giorno. Tutt’oggi non si dialoga abbastanza: e questo problema io non solo non lo nascondo, ma ne parlo apertamente anche a Telemajg… Per quanto ci riguarda, la posizione di Futuro e Libertà, alla luce di questo nuovo riassetto della Giunta, è la seguente: ancora di natura insoddisfatta, non tanto per quanto riguarda il discorso dell’assessore che ci è stato assegnato, ma perché noi, al Sindaco, non avevamo chiesto nulla... A un certo punto della verifica, voglio ricordare, il sindaco ci aveva assegnato di sua iniziativa, in maniera dunque unilaterale, la delega all’Urbanistica. Dopodiché noi avevamo ribadito più volte con umiltà che non avevamo tra noi una figura di natura tecnica che potesse ricoprire responsabilmente quel particolare ruolo… Per cui, alla fine, il Sindaco ci ha lui conferito la delega per le attività produttive. Lui, non noi: avevamo addirittura chiesto di rinunciare a qualsiasi assessore, perché eravamo da sempre propensi all’azzeramento radicale. Un azzeramento per dare un segnale vero a questa maggioranza come a questa città… Purtroppo ciò non è avvenuto: voglio però sottolineare che eravamo l’unico partito a chiedere l’azzeramento.

Pur di evitare oggi un’ulteriore crisi del Governo cittadino e rendere la stessa città poi ingovernabile, abbiamo scelto di andare avanti. Andare avanti, puntando su una persona capace e di nostra fiducia: la scelta del dottor Adamo è stata poi condivisa all’interno del nostro partito… Dopo che, comunque, c’era stata imposta questa delega. Ed imposto anche il rimpasto. A noi già stava bene la Capozzo: poi siamo stati coerenti al progetto dell’azzeramento… E abbiamo poi fatto le nostre rinunce. Almeno noi. E chi come noi. Non sappiamo dove sia oggi finito l’Assessorato allo Sport: probabilmente il Sindaco vorrà darlo a qualche consigliere... Ma ancor più grave è la mancata delega ai lavori della Polizia Municipale… Che non sarà riservata ad una figura di grande autorevolezza, ma a un altro Consigliere. E con logiche non sempre chiare.

È difficile fare previsioni per il futuro. Sicuramente noi di Futuro e Libertà siamo ripartiti con il piede giusto e sacrosanto: perché abbiamo dato il buon esempio. E nonostante il mancato azzeramento, non abbiamo fatto venir meno la governabilità del paese. E non ci interessa essere in ogni protagonisti di un fallimento. Non so, pertanto, fino a che punto potrà reggere questa amministrazione: ma se il Sindaco, già da domani, saprà sbattere come si deve i pugni sul tavolo e unirci tutti per il bene comune di questa città, allora io stesso smetterò di essere critico. Noi di FLI qui lo dichiariamo e non ci svendiamo a nessuno. Vogliamo elevarci a coscienza critica moderata e resteremo tali.”

 

Mettiamo l'ipotesi, poco fortunata, che l'amministrazione Squicciarini vada a casa già a fine luglio: quale alternativa a questa maggioranza? Quale sarebbe il "futuro" per Futuro e Libertà?

“Per quanto riguarda l’eventualità che l’amministrazione possa andare a casa, diciamo che l’alternativa a questa maggioranza è molto difficile oggi da poter prevedere... Sicuramente occorre fare quanto prima un progetto alternativo a questa amministrazione fino a ieri fallimentare.

Per il progetto alternativo noi stiamo già lavorando e dal basso: ma molti buoni interlocutori partitici all’esterno non se ne vedono. Noi non possiamo fare altro che confrontarci con le forze politiche sane: che hanno ancora un sentimento per questa città… È chiaro che parte di questo centrosinistra non è più proponibile come futura coalizione: bisogna guardare a un progetto di Centro e sapientemente allargato ad altre forze fino a oggi considerate all’opposizione.

Tanto per trovare un’intesa ben chiara: non i crono-programmi, ma individuare delle semplici priorità programmatiche che costituiscono oggi delle vere emergenze per il paese.

Pochi punti: massima chiarezza, massima convinzione ideologica. Ci dev’essere un progetto che debba puntare a sconfiggere e a lasciar fuori le lobby affaristiche che fino ad oggi sono ancora pienamente in funzione in questa città… A decorrere da circa trent’anni. Pino Chiechi è un esempio, una risorsa. Resta un patrimonio di questa città: ha dato sempre dimostrazione di una grande coerenza, di grande serietà e competenza. Per cui credo che resti una risorsa che meriti di essere direttamente riutilizzata in una futura amministrazione. E lo diciamo anche in virtù delle radici politiche di FLI in Alleanza Nazionale… Per quanto riguarda SEL, devo dire, ponendomi una mano sulla coscienza, che personalmente condivido molte delle loro battaglie, forse non tutte, ma ricordo comunque e con piacere le battaglie dell’ex-Consigliere comunale Lino Romanelli: SEL è un partito che è fatto da persone serie… E per questo, io ho per loro un senso di ammirazione, di rispetto e di stima. In un domani non escluderei, “Giammarco permettendo”, di fronte ad una grande emergenza democratica della nostra città, una politica dal basso e prescindendo anche dalle realtà nazionali… Rompendo anche gli schemi sinistra-destra per un “Arco che vada oltre il polo”… E che possa affrontare seriamente le esigenze del nostro territorio. A livello comunicativo già ci stiamo organizzando: a piccoli passi, con la giusta semplicità. Ci stiamo strutturando anche come partito sul territorio: abbiamo una sede. Sotto il profilo della comunicazione, abbiamo creato il blog genlocal.wordpress.com che può essere un punto di riferimento importante per comunicare con il mondo dell’associazionismo locale e con la base militante e con tutti i cittadini che sentano comunque il bisogno di comunicarci qualcosa entrando direttamente in contatto con noi… Noi inteso come FLI e come Generazione Futuro. Noi siamo al servizio del cittadino e non viviamo in un bunker dorato. Il nuovo? Parta con noi e dal basso.”

 

Quale futuro si prospetta per l'antenna in Piazza Felice Della Torre? Aveva ragione l'ingegner Didonna? E quanto alla maggioranza: ha le sue responsabilità? E quale posizione assume FLI?…

 

“Per quanto riguarda la questione antenna Wind in piazza Felice Della Torre, io credo che la responsabilità resti un cinquanta e cinquanta fra l’ingegner Didonna e l’attuale maggioranza: a dire il vero, questo è un problema che viene da molto lontano, sin dai tempi del Commissario prefettizio… Considerato che essendo poi cambiata la situazione delle leggi regionali, il buon Didonna avrebbe dovuto tempestivamente avvisare il nuovo inquilino di Palazzo De Mari. O viceversa…

Ma noi di FLI siamo nati politicamente più tardi di questa maggioranza. E come minoranza critica, come del resto lo era già anche il Consigliere Roberto Tisci: voglio strenuamente a tutti ricordare che nessuno dei nostri Consiglieri è a favore della presenza dell’antenna in sede al Centro storico. Il regolamento comunale del 2005 andrebbe oggi riaggiornato il prima possibile. E quanto all’antenna sul Palazzo De Mari, dubito che la Sovrintendenza delle Belle Arti sarà a favore. A noi di FLI questa antenna proprio non piace né al Centro storico, e né in prossimità delle scuole... E un conto è dirlo in sede di opposizione, l’altro è dichiararlo in sede di maggioranza e dopo un rimpasto.”

 

BiciViva: come tutelare le bici in caso di furto o di deturpazione? L'ubicazione delle bici può definirsi oggi consona?

“Premesso che non so quale utilità possano mai ricavare i cittadini acquavivesi da tale servizio, considerando anche l’estensione del territorio di Acquaviva e la mancanza delle piste ciclabili, trovo questo sevizio più che idoneo alle grandi città… Nel nostro caso, non possiamo che affidarci al buon senso dei cittadini, oltre che all’uso delle telecamere… Ciò che è successo l’altra notte è vergognoso: spero seriamente che le telecamere abbiano individuato i responsabili.”

 

Lei cosa pensa della recente campagna che ha lanciato AcquavivaNet?
http://www.acquavivanet.it/attualita/3005-come-tutelare-la-cassarmonica-e-larte-di-strada.html

 

“Guarda caso, condivisibile… Con i valori di FLI e di Generazione Futuro. Bisogna sempre intraprendere oggi una campagna di informazione, e di sensibilizzazione, che educhi il cittadino… Affinché possa comprendere che il bene pubblico appartiene a tutti e dobbiamo assieme riappropriarci del nostro paese… Far sì che il livello culturale degli acquavivesi non possa che essere un profondo divario con la natura del vandalismo e dell’illegalità. FLI e Generazione Futuro parleranno, come potranno, ai giovani: sia per far capire loro quanto è importante la cultura dell’identità, della tradizione, dell’etica, della tolleranza, della coesione e dell’integrazione; sia anche per far capire quanto non sia affatto da disprezzare la loro singola, o collettiva, energia creativa… Purché, però, questa la si indirizzi in un giusto canale: dove gli stessi giovani possano trarne dei vantaggi, la giusta rispettabilità, e magari del profitto. Il loro profitto… Giacché qui il presente parla solo di austerità e di mondialismo (e ciò solo in parte sarà pure comprensibile, attenzione…), ma non parla spesso di aggregazione dal basso, di territorio e di paese reale. Molto può fare anche l’intervento diretto dell’Assessore della Cultura… Al quale chiediamo di mobilitarsi anche per la riapertura del Teatro Comunale.”

 

Commenti  

 
#3 cittadino qualunque 2012-05-26 21:03
ma si rende conto di che cosa dice il segretario (????) di fli? che belle parole...
 
 
#2 poveracquaviva 2012-05-17 20:26
e chi sarebbe il nuovo? mi sembra che Leoncini sia stravecchio.... .
 
 
#1 prisci 2012-05-17 12:10
..dal basso e incensurati!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI