Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Comizio SEL: Acquaviva individui una nuova classe dirigente

comizio sel_13_maggio

È tornata a ruggire la sinistra. La scorsa domenica sera, alle ore 20:00, 13 maggio: sul palco della Cassarmonica, un indomito comizio da parte dei rappresentanti della Sezione locale della Sinistra Ecologia Libertà. E in presenza di un pubblico discretamente numeroso.

Un palco tinto di rosso: quelle delle numerose bandiere vendoliane e con la presenza dell’ex-Consigliere comunale Lino Romanelli, del Segretario locale Beppe Di Vietri e del Consigliere comunale Prof. Marcello Carucci.

Lino Romanelli tuona e non ha più dubbi: “Di Donna a casa, con Squicciarini solo continuità con i suoi errori.” Antenna Wind, cimitero comunale e altro: “Ora basta, che torni subito a casa.”

Ecco la dichiarazione che ci ha direttamente, e cortesemente, rilasciato per AcquavivaNet: “Abbiamo stasera lanciato l’appello alla costruzione di un nuovo cantiere – “politico”. Spero che la gente onesta di Acquaviva si svegli e cominci a darci una mano: perché la nostra sola forza non basta… L’antenna Wind, lì dove sta, è illegittima e non è cambiato ad oggi assolutamente nulla… Di Donna applichi il regolamento. Ed è sufficiente quello per cancellare via l’antenna”.

SEL parla dei danni del Governo Monti: invita a partecipare alle future manifestazioni di piazza contro l’inasprimento dei sacrifici a danno di famiglie e dei giovani precari. Non risparmia l’amministrazione Squicciarini: in due anni, non si è creato nemmeno un posto di lavoro. Ci espone il Prof. Marcello Carucci: “il comizio di questa sera si può riassumere nell’invito che ho rivolto ai cittadini per fare rete. Inclusa la nostra disponibilità a farci carico dei problemi. Ma bisogna impegnarsi in prima persona, con la giusta forza d’urto: sappiamo che i cittadini da soli sono in grado di imprimere che ben poco... Solo con la tutela, la premura, di questa nuova forza politica si potrà poi risollevare il paese dalla sua situazione patologica grave che da tempo lo opprime… Noi guardiamo al futuro, già nella possibile prospettiva delle prossime elezioni amministrative… Se questa amministrazione riesca, con un’alea, ad arrivare fino al 2015, noi dobbiamo comunque, altrettanto, arrivare pronti a quella scadenza. E se eventualmente alla scadenza elettorale anticipata l’amministrazione comunale imploderà e con un quadro politico di alleanze ben definito, noi quelle alleanze già non le vogliamo: non vogliamo avere a che fare con la carcassa e con i resti putrefatti dei partiti tradizionali che hanno già espresso malgoverno e affarismo. Molto meglio generazioni nuove e completamente estranee al malcostume e al mercimonio della politica degli anni passati.” Spicca, nel comizio, una critica-lampo alle “isole” di Io Sud: è breve e non si fanno nomi.

Secondo Beppe Di Vietri, la svolta è un cantiere che parta dal basso: un nuovo cantiere per coinvolgere la gente onesta di Acquaviva.

Il Segretario SEL Di Vietri: “nel comizio di questa sera abbiamo effettuato una critica all’amministrazione comunale e alla lunga pausa che si è presa per poi nominare solo tre assessori e per un semplice rimpasto di Giunta… Quando eravamo magari propensi all’azzeramento. Ci aspettavamo un’iniziativa molto più forte al dire delle stesse parole del Sindaco, che invece si è rivelato estremamente debole dal punto di vista politico... Quindi non è riuscito ad imporre la propria volontà e oggi ha problemi con questa sua maggioranza. Col comizio di oggi, abbiamo dovuto denunciare una situazione: denunciare l’incapacità di questa amministrazione a portare avanti un programma, a portare avanti comunque un piano di governo. In questo paese, ora, mi sembra assurdo un rimpasto di soli tre assessori. Questo rimpasto non ha senso e stiamo ora come forza all’opposizione rispetto alle scelte del Sindaco.

Che Acquaviva individui una nuova classe dirigente: lanciamo, oggi, questa sera, un segnale molto importante e che favorisca il lancio di un cantiere. Per un laboratorio politico di un qualcosa che possa aggregare i soggetti sani e onesti di questa cittadina. Cercare di costruire un’alternativa allo stato attuale delle cose. Insomma: il risultato degli ultimi 25 anni della nostra storia politica acquavivese. Meglio noti come gli anni più devastanti.

 

Commenti  

 
#4 beppe di vietri 2012-05-17 13:33
i contatti di SEL sono oppure 3493726018 o ancora ci trovate in via Roma 5, tutti i lunedì ci riuniamo dopo le 19. Comunque a breve ci saranno nuove notizie in merito...
 
 
#3 cittadinoattivo 2012-05-15 11:13
quando possiamo conoscere le modalità di contatto? fate presto...
 
 
#2 indignato 2012-05-15 11:12
sono d'accordo dove bisogna rivolgersi per partecipare?
 
 
#1 siamo pronti 2012-05-14 22:18
che si faccia questo laboratorio. Bisogna partire subito e ascoltare veramente quello che i cittadini hanno da dire
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI