Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Cotrufo e Bianco: la parola ai Giovani Democratici

cotrufo bianco

 

AcquavivaNet ottiene l’intervista di due noti personaggi del mondo politico giovanile acquavivese e non solo: Pasquale Cotrufo, Segretario Provinciale Giovani Democratici Terra di Bari, e Stefano Bianco, Segretario locale Giovani Democratici.

A Pasquale Cotrufo: qual’è la sua analisi, seppur sintetica, in merito alla fase di stasi del governo cittadino e quale futuro?

P.C.: “È un momento particolare nel quale il sindaco, cercando di azzerrare la Giunta, vorrebbe di fatto avviare una fase due: la fase in cui l’amministrazione sarà chiamata nei prossimi tre anni a portare a compimento quei punti del programma che hanno portato alla vittoria Francesco Squicciarini. Un azzeramento che porta il Sindaco a fare ampie riflessioni sull’operato di uomini e donne della Giunta e valutare quindi quali nuovi priorità da dare al paese. A breve immagino che il Sindaco nominerà la nuova Giunta e partirà con un nuovo lavoro.”

Mi perdoni, ma sarebbe più corretto definirlo azzeramento o c’è un pericolo di rimpasto?

P.C.: “Pericolo è un aggettivo forte, perché comunque io credo – questa è una mia valutazione – che gran parte degli assessori uscenti abbiano fatto un ottimo lavoro. E mi piace sottolineare, in questo contesto, il lavoro che finora ha fatto l’Assessore Francesca Pietroforte: che resta un nostro riferemento per il PD e per i Giovani Democratici. Credo che sia prerogativa del Sindaco scegliere di fare azzeramento o riconfermare qualcuno.”

A Stefano Bianco: quale sarà il futuro della Consulta Giovanile ad Acquaviva delle Fonti?

S.B.: “La Consulta Giovanile ha avuto una fase di stallo dettata appunto dalla volontà di Francesco Squicciarini di azzerare la Giunta. Prerogativa dei Giovani Democratici è senz’altro, con la nuova Giunta e l’Assessore alla Cultura, di riprendere quanto prima il discorso: anche perché la Consulta non potrà mai vedere luce prima di un certo iter burocratico.”

Di recente, sappiamo che il Coordinatore acquavivese di Generazione Futuro ha promosso un Tavolo Tecnico per discutere sul domani della Consulta Giovanile: Stefano Bianco, eventualmente, aderirà a questo Tavolo Tecnico?

S.B.: “Eventualmente, io non precludo nulla: è meglio confrontarsi e su tutti i temi cittadini. Il lavoro che è stato fatto dai Giovani Democratici è stato il più speso nella volontà di creazione di questa Consulta. Ed è andato aldilà di scelte e di tavoli tecnici. Abbiamo noi presentato una bozza di regolamento su come doveva svolgersi tale Consulta: e certamente non è una cosa limitata solo ai Giovani Democratici, ma tende a far invitare a far parte tutte le associazioni locali, le eventuali associazioni parrocchiali, i rappresentanti dei movimenti politici e degli istituti superiori presenti sul nostro territorio.”

A Pasquale Cotrufo: come si stanno muovendo, a livello provinciale, i Giovani Democratici in vista delle prossime elezioni amministrative?

P.C.: “Anche quest’anno, come negli anni passati, i Giovani Democratici Terra di Bari presentano i loro candidati: abbiamo dieci ragazzi nelle liste del PD di Santeramo, Gravina, Gioia, Terlizzi, Bitonto, Alberobello, Castellana. Anche quest’anno il programma e il contributo dei Giovani Democratici ci sarà: e nei programmi dei candidati sindaci, segnaliamo la presenza di punti che abbiano come finalità la buona politica, la creazione di punti Wi-fi, l’inserimento di una legge sulla trasparenza dove i candidati consiglieri e i dirigenti comunali denuncino su un sito istituzionale i propri guadagni o i propri eventuali conflitti di interesse. Questo appunto rientra in una logica che serva a promuovere la buona politica, la politica più trasparente, una politica che riavvicini la fiducia dei cittadini.”

A Stefano Bianco: noi, come AcquavivaNet, abbiamo di recente lanciato una campagna a tutela dei monumenti, del cimitero, e dell’arte di strada.

http://www.acquavivanet.it/attualita/3008-giovani-acquavivas-got-a-merchandising.html

Quale analisi pongono i Giovani Democratici?

S.B.: “Riprendendo i temi che hanno portato alla vittoria della compagine di Francesco Squicciarini, all’epoca noi come giovani chiedemmo espressamente al candidato, poi eletto, Sindaco di tenere presente il mondo giovanile dei writer: in particolare, cercando di assegnare a questi artisti degli spazi pubblici del paese. Come Segretario dei Giovani Democratici era già tra le mie proposte chiedere pubblicamente degli spazi per questi ragazzi. Ad esempio, le pareti di Viale Europa che costeggiano la fermata. Ma gli atti di vandalismo, invece, sono atti di inciviltà che possono incorrere in sanzioni penali. Per quanto riguarda i monumenti storici del paese e del cimitero, bisognerebbe, come in molti paesi limitrofi, predisporre un piano di sicurezza pubblica anche attraverso l’installazione di telecamere.”

Bianco aggiunge: “Affinché possa crearsi un merchandising locale fra i writers, è necessario mettersi in regola, cercare di far capire all’amministrazione che ci sono veri artisti, e non vandali. Veri artisti che cercano spazi, organizzano eventi, mettendosi d’accordo anche gli assessori e l’amministrazione. Eventi che possano attirare gente dall’esterno. Creando poi opportunità anche per farsi conoscere in altre città. Ma il primo passo spetterà a loro.”

 

Commenti  

 
#4 michele g. 2012-04-28 10:37
Allora sarebbero stati atteggiamenti irresponsabili ed arroganti di qualche consigliere comunale a portare il sindaco ad azzerare la sua giunta???Ma per piacere!! Ma è per forza che si vogliono trovare le responsabilità altrove??Come le fate queste analisi..basand ovi sulle vostre congetture personali??Io le mie le faccio partendo dai fatti...e l'azzeramento di una giunta è la bocciatura sonora dell'operato di tutti gli assessori ..altrimenti si percorrono altre strade, sempre che si voglia essere seri.E in questo paese la serietà è per pochi.
 
 
#3 cittadinoacquavivese 2012-04-23 19:06
mi consenta, michele g., di contestare le sue affermazioni che sembrano frutto di un'analisi soggettiva e superficiale delle cose. il sindaco conosce bene cosa e come hanno lavorato i suoi assessori e farà le valutazioni che ritiene più opportune. forse, i problemi di questa maggioranza, non risiedono solo nella giunta ma negli atteggiamenti arroganti e irresponsabili di qualche consigliere comunale. c'è una crisi diffusa di valori.
 
 
#2 antaro 2012-04-23 18:03
e voi rappresentate il futuro politico di questa città? mamma mia stiamo freschi....un segretario provinciale che non abbiamo mai sentito parlare in pubblico e che rifiuta qualsiasi contradditorio. ..come i migliori uomini politici agisce indisturbato e silenziosamente nell'ombra....s candalosi, voi e tutto il centro sinistra di Acquaviva...tut ti a casaaaaaaaaaaaa aaaaaaaaaaaaaaa aaaa!!!!!
 
 
#1 michele g. 2012-04-22 18:19
Cotrufo ritiene che "gran parte degli assesori uscenti abbiano fatto un ottimo lavoro"...ma scusate..in che mondo vivete??.perchè allora le dimissioni del sindaco prima e l'azzeramento della giunta a distanza di pochi mesi?? Andava tutto bene? Per favore smettetela!! L'ipocrisia che vi attanaglia vi porta a calpestare le grida di una città ferma al palo pur di perseguire l'unico vero vostro obiettivo che è quello di "salvare" una sola cittadina. Basta però andarsi a leggere ogni tanto l'albo del comune di Acquaviva per rendersi conto che i motivi che vi spingono a dire certe cose sono "interessati" a ben altro!!. Che peccato...giova ni già vecchi ed asserviti ai notabili del paese. Mi si permetta poi di far notare al giovane-vecchio Cotrufo che "pericolo" non è un aggettivo...il tuo assessore alla "cultura" non te l'ha insegnato?? Povera Acquaviva, dalla padella alla brace, dai giovani ci aspetteremmo di più, moooolto di più
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI