Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Zona PIP stanziati € 427.680,00, parla l'ass.Casucci

ass. casucci

 

Lunedì 19 Marzo. Ore 18.30. Ala Nord Palazzo De Mari. Primo incontro tematico della seconda fase di Bilancio Partecipato. Tema: Sviluppo Economico.

Aula deserta. Presenti l’Assessore alle attività produttive e sviluppo economico Vincenzo Casucci, il Sindaco Francesco Squicciarini, l’Assessore al Bilancio Fabio Caputo. Tra i pochi astanti Rocco Lombardi, Filippo Cassano e Alberto della Corte (insomma la Compagnia delle Arti al completo che ormai sembrerebbe aver deciso di abbandonare definitivamente il Consiglio Comunale, ma nonostante tutto ancora pronta al “Dialogo Competitivo”), Vito Abrusci (ex Presidente del Consiglio Comunale di Acquaviva nell’Amministrazione Pistilli) delegato territoriale della Confcommercio e infine Domenico Maselli, titolare della LIM (Lavanderia Industriale Maselli), Delegato territoriale di Confindustria Bari – BAT. Quest’ultimo in rappresentanza della Confidustria ha rilasciato alcune dichiarazioni ai nostri microfoni per migliorare l’aspetto e l’assetto della nostra Zona Pip. “La nostra area industriale- ha spiegato Maselli- ha bisogno di alcune opere di completamento di urbanizzazione primaria (ad esempio c’è bisogno di nuovi allacciamenti alla fogna bianca e alla fogna nera), di carattere tecnologico (penso a sistemi di connessione Wi-Fi e cablaggio a fibra ottica) ed anche sull’aspetto della sicurezza bisognerebbe installare impianti di video-sorveglianza. Senza, poi escludere, la possibilità di creare un Centro Servizi Polivalente per le imprese che sia un punto di riferimento per tutti gli imprenditori del nostro territorio”.

Dopo più di due ore di dibattito sul futuro assetto dello sviluppo economico-sociale del nostro paese, abbiamo intervistato l’Assessore Vincenzo Casucci per avere maggiori chiarimenti sull’ampliamento della zona pip e le potenzialità ancora inespresse della nostra area industriale.

L'intervista sarà presente nel prossimo numero del nostro settimanale cartaceo "La Voce del Paese" come di consueto ogni venerdì in tutte le edicole della città.

Commenti  

 
#4 Tonino Santamaria 2012-03-21 13:57
Sia pure invitato all'incontro, in qualità di rappresentante della CNA, non ho partecipato in quanto dagli Amministratori stò ancora aspettando le risposte alle domande formulate lo scorso anno per il Bilancio 2011. Non volevo avere "una lavata di faccia", anche quest'anno, come si evince dall'articolo. Come me, lo avranno pensato altri rappresentanti di sindacati, invitati ed anche loro assenti.
 
 
#3 Tonino Santamaria 2012-03-21 13:48
Ci vorrebbe un pò di pudicizia...... e tanta umiltà!
 
 
#2 Tonino Santamaria 2012-03-21 13:38
All'Assessore devo dire che quando è stata fatta la richiesta (sbagliata da parte del Comune, guidata dal Commissario, nel 2009 e formulata dall'UTC) si commisero grandi errori altrimenti il finanziamento, del 2009, per opere nel PIP, sarebbero stati di circa 2 milioni. Purtroppo, le teste di rapa e coloro pensano di fare i fatti propri a danno della Comunità esistono e sono ancora troppe.
 
 
#1 Tonino Santamaria 2012-03-21 13:33
Caro Mimmo Maselli, a me fà enormemente piacere che le richieste da me fatte in tutti questi anni vengano da Te condivise: Centro Servizi è un mio pallino dal 2000, l'impianto di sorveglianza sono richieste dello stesso periodo e la banda larga la proposi nel 2009 ed ebbi contro tutti, associazioni ed imprese del PIP al punto da affermare: che ce ne facciamo di una Ferrari, ad Acquaviva ci basta una Punto. Il problema è che passa il tempo e le occasioni si sprecano e si perdono tutto perchè: "Non far fare agli altri, quello che non sei capace di fare tu". Sono contento che queste battaglie a favore delle imprese, ad Acquaviva, non sono più il solo a farle.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI