Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

LUCA LEONCINI (FLI): MAGGIORANZA IN TILT

luca leoncini_fli.3

Per il mondo della politica acquavivese è già giunto il mese di marzo: marzo pazzerello.

Abbiamo intervistato brevemente il Segretario Politico sezione locale Futuro e Libertà per l’Italia (F.L.I.) l’avv. Luca Leoncini. L’avvocato aveva a disposizione un lasso libero di tempo molto risicato: tuttavia ha ugualmente deciso, e cortesemente, di rispondere alle nostre domande.

Cosa pensa sulla ricorrenza del 10 febbraio, Giornata del Ricordo?

Io penso che ricordare le Foibe, il 10 febbraio, sia legge dello Stato. In merito alla ricorrenza, e sottolineo la mancata ricorrenza, è stata una grave mancanza dell’amministrazione: che, se non ricordo male, è anche caduta in polemica con alcuni insegnanti di una scuola. Adesso non ricordo i dettagli. E quindi noi, e credo siamo solo noi, già proporremo al prossimo Consiglio comunale di onorare questa ricorrenza, una volta per tutte, al meglio, e quindi riparando a quella che è stata una grave distrazione di questa amministrazione”. 

In che condizioni versa la maggioranza in Consiglio? 

Credo che sia andata in tilt: la situazione penso che stia quasi per implodere, in quanto, da quando si è insediata l’amministrazione, si è cercato di non affrontare in maniera seria, e concreta, tutte le problematiche. Per cui credo che a breve tutti, ma proprio tutti, i nodi verranno al pettine”. 

In che condizioni, invece, versa il mondo dell’opposizione? Può definirsi a un passo nell’essere più credibile di questa maggioranza? O è altrettanto sullo stesso piano e divisa?

 “Su questa posizione, ecco: credo che l’opposizione abbia cominciato, ma verso l’inizio dell’era Squicciarini, con il piede giusto. Facendosi anche sentire in sede di consiglio. Con il passare del tempo, si è come rassegnata, e sotto gli occhi di tutti: una cosa che francamente non riesco a capire. Non riesco a capire quali siano le ragioni che hanno portato questa opposizione ad essere oggi altrettanto distratta e altrettanto lontana dalle problematiche che stanno venendo fuori. Io la vedo molto assente in questi ultimi mesi”.

Cosa pensa in merito la prossima conferenza promossa dai giovani di centro-destra in quota PDL? Esiste, partendo da FLI, una risposta giovanile alla Giovane Italia? 

“Diciamo che ogni iniziativa giovanile, e da qualsiasi parte politica possa provenire, è sempre propositiva e positiva: in quanto si parla di problematiche come quelle dell’agricoltura, dell’imprenditoria, e del sociale. E a proposisito del sociale, noi FLI ne daremo molta attenzione in futuro al nostro programma. A questo convegno, purtroppo, la mia persona non potrà esserci: perché già impegnata per questioni familiari. Aggiungo con piacere che come FLI ci stiamo strutturando: e strutturando come partito. Stiamo facendo un grande lavoro in questi giorni e credo che a breve ci saranno anche i primi risultati e novità; proprio per quanto riguarda la stessa struttura del partito”.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI