Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

INTERVISTA DI RILIEVO: L' ON. BALDASSARRE

Raffaele Baldassarre

Sala Convegni “Ala Nord” Palazzo De Mari, Acquaviva delle Fonti. 11 dicembre 2011.

AcquavivaNet intervista l’On. Raffaele Baldassarre, Partito Popolare Europeo-Popolo della Libertà, Vicepresidente della Commissione Giuridica Europea.

 Onorevole, cosa pensa oggi di questo evento, di questa serata, dove una realtà giovanile di centrodestra parla per la prima volta, di sostenibilità così a viso aperto?

 

“Credo che il tema sia estremamente attuale: l’idea di una società dallo sviluppo sostenibile è un tema già presente nella fine degli anni ’80 e che ha sviluppato tutta una serie di misure da una parte e anche di un radicamento della coscienza sociale. L’idea, cioè, di svilupparsi, ma, nello stesso tempo, di avere grande rispetto per l’ambiente e di tutto quello che ci circonda. Di salvaguardare le risorse che abbiamo. Si tratta di soddisfare il bisogno delle generazioni presenti, ma senza compromettere quello delle generazioni future. In questo senso si è andata sempre più radicando una maggiore sensibilità. Affrontare questo tema con la comunicazione che il ciclo dei rifiuti non sia un’emergenza, ma debba essere un’opportunità: e quindi vadano utilizzati tutti gli strumenti perché il sistema dei rifiuti sia efficiente e soprattutto si applichino quelle politiche di riuso del materiale, il materiale riciclabile, con opportunità di crescita e di sviluppo che il settore del trattamento dei rifiuti prevede. Mi pare un tema di grande attualità. Il grande ecologista di questa regione non ha fatto altro che sviluppare di dimensioni insostenibili il sistema delle discariche: che è veramente la preistoria del trattamento dei rifiuti.

Sì, anche qui l’Italia faccia dei passi in avanti: noi abbiamo una percentuale del 25-30% di raccolta differenziata, dobbiamo raggiungere almeno il 70-75%. Dobbiamo puntare a una maggiore virtuosità del ciclo dei rifiuti e alla capacità di trarne vantaggi. Tra l’altro, oltre alle misure legislative, ci sono anche finanziamenti importanti: il Progetto “Life+” ha messo a disposizione fino al 2013 oltre 2 miliardi di euro per progetti innovativi, per monitoraggio, per campagne di sensibilizzazione, per finanziamento a progetti, per politiche ambientali che portino a una economia sostenibile: si tratta davvero di alzare il livello di conoscenza e di sensibilità delle nostre amministrazioni e dei nostri cittadini.”

What do you think today of this event, this evening, where the youth center-right speaks for the first time, sustainability so openly?

"I believe that the issue is extremely current: the idea of a society of sustainable development is a theme that had already been present at the end of the 1980s and has developed a whole series of measures to be a part, as well as a roots of a social conscience. The idea, namely, to develop, but, at the same time, to have great respect for the environment and everything that surrounds us. To safeguard the resources we have. It is to meet the needs of present generations, but without compromising that of future generations. In this sense has been more and more instilling greater sensitivity. To address this issue with the communication that the waste cycle is not an emergency, but should be an opportunity: and therefore should be used all the instruments because the waste system is efficient and particularly apply those policies of reuse of the material, the recyclable material, with opportunities for growth and development that the area of waste management plans. It seems to me a very topical theme. The great ecologist of this region did not Of course; you can bet your life! develop unmanageable proportions the system of landfills: that is truly the prehistory of the treatment of waste. Yes, here too, the Italy face of progress: we have a percentage of 25-30% of collection, we need to achieve at least 70-75 %. We must seek greater virtuosity of the waste cycle and the ability to benefit from this. Moreover, in addition to legislative measures, there are also considerable financing: the Project "Life+" has made available until 2013 more than 2 billion euro for innovative projects for monitoring, for awareness-raising campaigns, for financing projects, for environmental policies that will lead to a sustainable economy: it really is to raise the level of knowledge and sensitivity in our governments and our citizens."

Come possiamo fermare l’eco-abusivismo e le eco-mafie?

 “Con un controllo molto più stringente del territorio, con nessuna indulgenza, nessuna copertura di natura politica, e nessun compromesso. E con un sistema di repressione, anche penale e sanzionatorio, che è entrato in vigore in Italia nel 2011; con un po’ di ritardo. Quindi anche sintomo questo di una tempestività che sarebbe stato più opportuno fosse maggiore.”

 How can we stop the eco-arbitrary and eco-mafia?

"With a much more stringent control of the territory, with no indulgence, no coverage of a political nature, and no compromise. AND with a system of repression, also and criminal sanctions, which entered into force in Italy in 2011; with a little bit late. Therefore also this symptom of a timeliness that it would have been more appropriate would be greater."

Da qui fino ai prossimi dieci anni potrebbe essere anche ipotizzabile fra i normali soggetti economici come le famiglie, di una figura di pannello solare popolare o di una diffusione a basso costo della tegola solare?

 “Sì, credo che questo stia già avvenendo in alcune realtà. Credo che incentivare l’utilizzo dell’energia solare per l’auto-approvvigionamento anche per i privati sia assolutamente una strada da seguire: certo che se le pubbliche amministrazioni dessero l’esempio, iniziando a concedere la possibilità di aree di pannelli solari sulle proprietà pubbliche, sarebbe molto meglio, e questo sicuramente incentiverebbe anche l’utilizzo di questo tipo di energia da parte dei privati.”

 

Forgive me, the last question: from here until the next ten years could also be conceivable between normal economic actors such as families, a figure of solar panel popular or a cheap dissemination of solar tile?

"Yes, i believe that this is already happening in some reality. I believe that to stimulate the use of solar energy to self-supply also for private individuals is absolutely a path to follow: of course if the public administrations gave the example, starting to grant the possibility of areas of solar panels on public property, it would be Much better, and this will certainly stimulate the use of this type of energy on the part of the private sector."

 Qual è il futuro del Popolo della Libertà?

 

“Il futuro del Popolo della Libertà è quello di essere un partito nuovo, un partito diverso da quello del passato: dove abbiano più spazio il merito, l’impegno, le basi. Meno candidati dall’alto, più candidati dal basso. Più militanza, e, soprattutto, un partito che sia più adeguato all’Italia di oggi: con posizioni più moderate, più responsabili, con consapevolezza delle difficoltà e capacità di indirizzare l’opinione pubblica verso una politica che finalmente affronti i problemi senza polemiche; ma dando solo soluzioni.”

 What is the future of the PDL?

"The future of the PDL is to be a new party, a party other than that of the past: where they have more space, the commitment, the foundations. Less candidates from on high, more candidates from the bottom. More militancy, and, above all, a party which is more appropriate to the Italy of today: with more moderate positions, more responsible, with awareness of the difficulties and the ability to address the public opinion toward a policy that finally addresses the problems without controversy; but only by giving solutions."

 

 


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI