Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

"ECCO GLI OBIETTIVI RAGGIUNTI DAL GOVERNO SQUICCIARINI"

sindaco_squicciarini_conf._stampa


È trascorso quasi un anno e mezzo di Governo. Poco è stato fatto. Anche il Primo Cittadino, nella lunga intervista esclusiva rilasciata a La Voce del Paese (Anno III, n.1 Edizione Acquaviva delle Fonti), ha riconosciuto i limiti della sua amministrazione. Pochissimi gli obbiettivi raggiunti. Disatteso il Cronoprogramma. L’avveniristico progetto a Triplice Elica sembra essere volato via assieme alle competenze e le progettualità della Compagnia delle Arti. Nonostante ciò, il Sindaco è sicuro di raggiungere gli obbiettivi fissati nel programma elettorale anche se con tempi diversi. “Sebbene abbiamo incontrato parecchie difficoltà in questo primo anno e mezzo di Governo abbiamo raggiunto alcuni obbiettivi che per noi erano prioritari”.

Allora vediamoli questi obbiettivi raggiunti:

Approvazione definitiva del Piano Regolatore Generale. Con la nomina dell’Assessore Antonio Vendola partirà lo start up dello strumento urbanistico. Una delle criticità da superare è la zona di Curtomartino interessata dal vincolo Sic (Sito di Interesse Comunitario). Trecento cittadini hanno presentato ricorso al Tar contro lo stralcio di quelle aree (ritornate agricole).

Va trovato un equilibrio tra le esigenze di sviluppo e le esigenze di salvaguardare l’ambiente” -ha dichiarato Squicciarini.

Rigenerazione Urbana. Acquaviva si è classificata 26 esima nella graduatoria regionale. La Regione Puglia sta deliberando la possibilità di nuove risorse per i Comuni che si sono classificati verso le più basse posizioni. “Rigenereremo aree dismesse come quelle della cantina sociale e della ex distilleria”.

Project Financing. Entro fine mese saranno avviate le procedure dei progetti di finanziamento di privati. I progetti interessati sono gli impianti sportivi di Scappagrano (ormai nel degrado più assoluto), l’installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici e gli impianti di illuminazione a risparmio energetico.

Trasferimento Uffici del Tribunale e Uffici della ASL nei plessi dismessi del Miulli. “Il tribunale entro l’anno prossimo sarà ufficialmente trasferito nei plessi dismessi del Miulli”-ha confermato il Sindaco.

Per quanto riguarda gli uffici della ASL, c’è la richiesta della stessa di poter inglobare nel vecchio nosocomio anche uffici dislocati fuori Acquaviva.

Contratti di Quartiere. I cinque milioni di euro di finanziamento per realizzare il programma sono bloccati. Sono bloccati per l’atavica questione 167. Le aree non possono essere alienate per la presenza delle trascrizioni. Pare che il Comune possa citare per danni contro l’Ente i proprietari della 167. Squicciarini ha affermato che “c’è qualcuno che per salvaguardare i propri interessi legittimi blocca un intera comunità”. Continua a distanza di trenta anni il braccio di ferro nelle aule giudiziarie. L’inquilino di Palazzo De Mari è certo che quelle aree “sono di proprietà del Comune”.

Commenti  

 
#12 CITTADINO 2011-10-20 15:20
caro Sindaco, Pistilli in 10 anni di governo non è riuscito a rendere la nostra Acaquvaiva un paese vivibile (oramai le auto ci stanno sommergendo)e a dimensione di anziano e/o bambino, voglio vedere se questa amministrazione ci riesce!!!!!! In bocca al lupo.
 
 
#11 acquavivese 2011-10-19 15:30
ringrazio tutti di cuore.
 
 
#10 Il plebeo 2011-10-18 20:41
Mister Achille, ex politico non so con quanta gloria, oltremodo fazioso e privo di buon senso, lei offende prima se stesso e poi gli altri perchè denigra le persone per il loro discorso e per il modo di esprimersi e non presta attenzione ai concetti espressi.Questo è stato un grave errore. Chiedere scusa? Io penso di sì. Il Sindaco nella conferenza stampa ha parlato di progetti la cui realizzazione e di là da venire e comunque non nel breve periodo. Ciò significa che in 18 mesi l'Amministrazio ne Squicciarini non ha prodotto nulla e si continuerà a galleggiare ancora per molto tempo alla faccia dei tanti cittadini che hanno eletto il Sindaco e la sua compagine.
 
 
#9 il Generale Lee 2011-10-18 17:15
O Achille, "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?" l'anonimo Acquavivese si è espresso come meglio ha potuto, piuttosto Lei, Eminenza letterata del SOLO Paesello, inizi pure a saper leggere tra le righe e rispetti il pensiero altrui, confrontandosi sui "contenuti" e non solo sulla "forma"!!!
 
 
#8 zacchetta 2011-10-18 13:44
Scusate, ma sul primo numero della Voce del Paese, c'era l'intervista a Squicciarini. Si parlava di problemi politici e di equilibri fra partiti, mentre non si diceva nulla dei problemi di Acquaviva. GLI OBIETTIVI DI CUI SI PARLA QUI, LI TROVEREMO SUL PROSSIMO NUMERO DELLA "VOCE DEL PAESE" OPPURE NON NE SAPREMO PIU' NULLA ?
 
 
#7 Giacomo 2011-10-18 11:59
tranquillo achille, si è capito lo stesso lo sfogo (lecito) di ACQUAVIVESE!
 
 
#6 franco 2011-10-18 11:48
chi si rivede...achill e!!! ma perchè difende sempre questa amministrazione ?? è sotto gli occhi di tutti il suo fallimento ed il sig. Signorile non ha il coraggio, da persona saggia qual'è, di fare un mea culpa!!
 
 
#5 achille 2011-10-17 22:48
E tu, anonimo ACQUAVIVESE, impara a rispettare la lingua e la grammatica italiana!
 
 
#4 ciccio 2011-10-17 22:30
Il rispetto che più conta a questo mondo è quello per se stessi. Sindaco, mettiti davanti ad uno specchio ... e pensa.
 
 
#3 ilary 2011-10-17 11:21
concordo con novielli.. la tranquillità paventata dal sindaco dimostra ancora una volta l'incoscenza delle proprie azioni!
 
 
#2 Novielli 2011-10-17 10:01
Al di là di ogni considerazione che, pure bisogna fare e si faranno, sulle dichiarazioni di Squicciarini (che danno il segno della gravità in cui versa la città), di contro la prima cosa che balza agli occhi della gente comune è che nonostante l'evidente pesantezza delle questioni (tristemente irrisolte) il Sindaco in pubblico si mostra sereno, tranquillo e beato... beato lui.
 
 
#1 ACQUAVIVESE 2011-10-17 08:31
Volevovo chiedere al Sindaco come mai sono costretto alle 12:30 a chiedere hai miei genitori x prendere mio figlio dall'asilo. Come puoi pensare alle cose grandi, quando non sei in grado di far partire l'asilo x far mangiare i nostri figli. Menomale che sei di centrosinistra! "i bambini,gli anziani" chiacchere,chia cchiere, chiacchiere.For se perchè non sai più come si cresce un bambino. Forse x vendicarti di qualche consigliere di maggioranza, stai mettendo a disagio una comunità. Per essere grandi bisogna incominciare della cose piccole caro Sindaco.Sei stato una delusione totale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI