Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

SQUICCIARINI PRESENTA L' ASS. VENDOLA ALLA STAMPA

conf._stampa_7_ottobre_2011

L’ arch. Antonio Vendola ha incontrato venerdì scorso i giornalisti nel corso di una conferenza stampa voluta dal primo cittadino per presentare il giovane neo assessore all’Urbanistica, alla Pianificazione del Territorio ed all'Attuazione del Piano Regolatore Generale. Così come accaduto qualche settimana fa per il primo assessore forestiero (prof. Caputo) Squicciarini ha convocato nella sua stanza la stampa locale per sottrarlo alla gogna mediatica e fare chiarezza sulle motivazioni di questa scelta alla luce degli ultimi avvenimenti.

L’architetto” -ha prontamente annunciato Squicciarini- “è giovane, mantiene l’indirizzo che l’Amministrazione aveva scelto. Come ho già avuto modo di dire questa nostra scelta non vuole mortificare le professionalità e i tecnici locali, in tema di Urbanistica siamo ad una fase cruciale abbiamo ritenuto di acquisire una figura che avesse competenza ed esperienza. La scelta dell’arch. Antonio Vendola va proprio in questa direzione, serve a rasserenare il clima in ambito di Urbanistica, a dare sicurezza non solo agli operatori dell’edilizia ma anche ai cittadini che guardano al PRG come ad uno strumento per concretizzare le proprie aspirazioni. Sono molti i giovani che lasciano Acquaviva per acquistare casa a prezzi decisamente più bassi nei paesi limitrofi. E’ necessario aumentare la disponibilità di case e abbassare i prezzi in modo da creare riflessi sul piano sociale. Abbiamo uno strumento urbanistico, il PRG che ha necessità di essere attuato. Sarà compito dell’Amministrazione Comunale e dell’assessore al ramo dare indirizzi affinché si possa seguire una strada univoca che fissi regole condivise per operare in piena tranquillità sul piano economico in modo da dare vita al rilancio che attendiamo da tempo.

Un Comune deve guardare oltre i confini, acquisire rapporti e relazioni sovracomunali con cui bisogna costantemente interloquire, rimanere negli angusti limiti della nostra città non giova a più nessuno. Viviamo in un momento storico in cui i Comuni devono mettersi insieme e condividere risorse. Nella proiezione di una attività amministrativa in relazione con Provincia e Regione sono certo che la figura dell’arch. Vendola sarà fondamentale sia per quanto riguarda l’Urbanistica acquavivese che per le sue competenze in Giunta colmerà lacune che non abbiamo mai avuto difficoltà ad ammettere”.

“Sono onorato di assumere questo ruolo - ha detto il neo assessore VENDOLA- è la prima volta dal lato politico, mi occupo di questa materia nel Comune di Altamura come dirigente. […] Faccio parte dell’Istituto di Nazionale di Urbanistica, sono proiettato nelle logiche non solo a livello locale e regionale ma anche nazionale. Penso sia sufficiente per affrontare lo start up dell’attuazione di un PRG in un Comune grande rispetto a quelli del panorama nazionale ma medio piccolo nella realtà nostra pugliese.

Non ritengo patologico questo approccio perché è fisiologico, è normale che la terza persona esterna rompe gli equilibri esistenti. Posso assicurare che in questo momento è necessario forse che qualcuno di più imparziale dia qualche direttiva alla macchina amministrativa. […] per es il PRG (non prevedendo reti infrastrutturali di servizi) ha delle lacune e criticità, per attuarlo bisogna ragionare in relazione alle connessioni tecnologiche non si possono realizzare nuovi quartieri privi di servizi. Chi pensa al proprio Comune come un enclave isolato sbaglia, bisogna sempre guardare accanto (PTCP). I Comuni sono in competizione tra loro per le risorse pubbliche distribuite non più in proporzione e a pioggia. Avere relazioni esterne diventa un punto di forza non di debolezza, vi assicuro che ho (sia per l’esperienza maturata che per l’appartenenza a questi Istituti) conoscenze con i gangli della materia.

Un territorio come questo, attraversato dalla rete infrastrutturale (Z. I al ridosso del casello dell’autostrada e ferrovie dello Stato) non può considerarsi un paesino sperduto, deve approcciarsi in maniera più evoluta e moderna […] fare marketing territoriale. […] Mi auguro di riuscire quanto meno ad essere utile”.

E’ evidente- ha precisato il sindaco Squicciarini- che l’assessore ha iniziato a frequentare i nostri uffici per fare una ricognizione degli atti e degli strumenti presenti nel nostro in modo da tracciare un percorso in ordine a quelle che sono le più immediate necessità”.

AcquavivaNet augura al neo assessore buon lavoro.

A breve la 2° parte strettamente politica.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI