Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

CdA E' FUORI DALLA MAGGIORANZA DI GOVERNO

COMPAGNIA_DELLE_ARTI

 

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa:

All’ing. Francesco Squicciarini

Sindaco di Acquaviva delle Fonti

c/o Palazzo De Mari

Oggetto

La Compagnia delle Arti fuori dalla maggioranza al Governo della Città. (*)

Nonostante l’”Accorato appello per il rispetto del «Patto per Acquaviva delle Fonti migliore» quale programma politico condiviso dagli elettori nelle elezioni amministrative del 2010: mozione composita con richiesta di discussione e votazione ai sensi dell’art. 32 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti”, ancora una volta, mentre la massima assise cittadina rifugge la discussione e l’approfondimento plurale, ciò che sorregge l’Amministrazione Comunale spinge oltre, sull’orlo del precipizio, economia e cultura della Città.

A sorpresa poi, con marziano rigore, la stessa, agitando il rischio della “mano invisibile”, del “gruppo di pochi”, di “protest moviment”, di “contestatori” dai volitivi “capricci a danno di altri”, tenta inutilmente di occultare (disdegnandolo) il mancato rispetto della volontà popolare nel “Patto” premiato dagli elettori nelle amministrative del 2010.

Ora, anche in ragione degli esiti della riuscitissima adunanza popolare in Palazzo De Mari del 06/10/2011 e nel massimo rispetto per cittadini ed elettori, dichiarando nettamente illegittima la promessa rimodulazione del cronoprogramma con scadenza dicembre 2011 senza il consenso popolare, la Compagnia delle Arti intende subito non condividere più il destino di una irriconoscibile quanto sfigurata Amministrazione Comunale dal cui insediamento, nostro malgrado, ora che la nebbia del perbenismo si è diradata, solo noi chiaramente Abele.

Acquaviva delle Fonti, 07/10/2011

Il Consiglio Direttivo della Compagnia delle Arti

(*) n° 03 allegati

Commenti  

 
#5 Ciccio 2011-10-09 14:35
La verità è una sola ed è che da 30 anni i soliti noti giocano con la sorte di questa città e con quella dei suoi cittadini. Povera Acquaviva vittima di barbarie sociali, economiche e politiche. ma la colpa primaria è di noi cittadini che abbiamo consentito ai soliti noti di fare scempio della città. La Compagnia delle Arti è forse la prima compagine politica di maggioranza che, nella sua interezza nessuno escluso, ammette e riconosce i comportamenti illegittimi tenuti con premeditazione dai loro alleati.
 
 
#4 tonino santamaria 2011-10-09 11:57
Avete anche tentennato troppo tanto da farvi perdere un pò di credibilità, con questa dichiarazione probabilmente avete un pò recuperato..... sul Cronoprogramma.
 
 
#3 acquavivese 2011-10-08 21:32
finalmente era ora che la CdA facesse una scelta degna dei suoi conponenti. Essere presi x il c.............. o da quattro personaggi indegni di questa comunità. Rocco non rimangiarti la parola, facciamo lo sciopero cittadino entro questo mese.Così vediamo chi vuole questo sindaco. Uniti l'abbiamo votato, uniti mandiamolo a casa
 
 
#2 Ciccio 2011-10-08 14:59
Adesso la minoranza dovrà scoprire il suo gioco. A 11 la maggioranza è instabile. Da chi avranno garanzie ? si rivolgeranno a destra ? chi farà da stampella ? In fondo la politica è una cosa seria... hai voglia a fare miscele e minestroni, alla fine si separano e si uniscono. Similia cum similibus, e persone x bene con le persone x bene, i poco di buono con i poco di buono
 
 
#1 Ciccio 2011-10-08 13:35
Comunque la sera della dell'Adunanza Popolare c'erano gli osservatori dell'Amministra zione e della maggioranza. Le loro facce non erano troppo allegre ma nemmeno troppo tristi. Bisogna insistere nell'azione intrapresa altrimenti gli abusi e i soprusi continueranno.. . in questo quelli della maggioranza sono specialisti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI