Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

RESOCONTO DELL'ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE

consig._comunale_2011

Sono stati quattro i punti all’ordine del giorno trattati durante il consiglio comunale del 30 settembre scorso.

Anticipato dal quarto al primo punto all’odg, su proposta del consigliere Colangiulo, l’assegnazione, all’unanimità della civica benemerenza, quale illustre concittadino, a Cesare Colafemmina.

Al secondo punto all’ordine del giorno è stato esaminato e approvato il rendiconto di gestione con 12 voti favorevoli e 9 contrari. L’assessore al bilancio Caputo ha relazionato sull’argomento con toni pacati, precisi e impeccabili, tanto da essere ringraziato da maggioranza e opposizione per l’egregio lavoro, ma da essere accusato dalla minoranza di aver dato semplicemente un elenco di numeri senza far intravede cosa di politico c’era in quell’elenco.

“Caputo è stato squisito dal punto di vista tecnico però poi alla fine si è perso” dice il consigliere Solazzo.

Montenegro Francesco parla di “inerzia delle cifre senza neanche dirci a cosa sono servite queste cifre. Il vero dramma è che non sapete ancora da dove iniziare a programmare. Non in ultimo le dimissioni del segretario del primo partito della coalizione di maggioranza”.

Dibattito non troppo acceso che si esaurisce in uno sterile botta e risposta e con alcuni interventi spesso ripetitivi e per niente propositivi.

Il consigliere Cassano, uscito dalla maggioranza, parla di non rispetto di programmi elettorali e di una amministrazione ferma che non riesce a programmare.

Il filo conduttore del dibattito è proprio questo, riparlare e riparlare sempre degli stessi problemi senza mai risolverli e senza avere una progettualità, sono queste le accuse della minoranza di governo a sindaco e maggioranza.

Gli equilibri di bilancio al terzo punto all’ordine del giorno con sempre la relazione dell’assessore al ramo. Gli interventi, per lo più dell’opposizione, hanno sottolineato quante poche cose sono state fatte in questo anno e mezzo di governo Squicciarini soprattutto nell’ambito dei lavori pubblici. Il consigliere Giorgio dice infatti “ottima la relazione di Caputo che è una presa d’atto di quello che si farà. Ci voleva ben poco per raggiungere gli obiettivi che avete raggiunto, niente. Siamo stufi di sentirci dire che siamo in procinto di…, l’assessore Caputo si è anche preso l’onere di elencare cose che non sono di competenza sua. Arrivederci al 31 dicembre purtroppo sapendo che saremo nelle sesse condizioni di oggi”.

Con 11 voti favorevoli e 9 contrari hanno prima approvato il provvedimento e, con una seconda votazione, l’hanno reso immediatamente esecutivo.

Al quarto punto all’ordine del giorno una interrogazione da parte del consigliere Montenegro Tommaso di competenza dell’assessorato ai servizi sociali.

L’interrogazione è stata rimandata al prossimo consiglio comunale. Nonostante l’assessore Capozzo abbia prontamente risposto all’interrogazione il consigliere Montenegro ha dichiarato di non essere soddisfatto perché assente la responsabile del servizio dott. ssa Ventura.

Commenti  

 
#3 @ ciccio 2011-10-05 14:02
domanda: ma è meglio il ricatto di 12 o quello di 11?
 
 
#2 @ ciccio 2011-10-03 19:25
i 12 voti sono diventati 11 perchè Attollino ha votato contro.
 
 
#1 ciccio 2011-10-01 20:25
Perché al Rendiconto di Gestione ci sono stati 12 voti di maggioranza, mentre agli Equilibri di Bilancio (provvedimento ben più importante) ci sono stati solo 11 voti ? Che cosa è successo ? Chi è venuto meno ? Comunque adesso Squicciarini è di nuovo a 11 e quando si sta a 11 l'Amministrazio ne è debole. è esposta ai vari ricatti... politici, in quanto ognuno dei consiglieri di maggioranza diventa indispensabile. .. a meno che non arriva qualche sostituto dalla minoranza. Auguri Squicciarini.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI