Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

CONS. COMUNALE: "APPROVATI DUE PUNTI SU SETTE"

cons_comunale_20_sette_2011

 

Sono iniziati alle ore 16:35 di questo pomeriggio i lavori del Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti.

Una seduta poco fruttuosa (se pensiamo che dei sette punti all’OdG ne sono stati trattati solo due: il 2° e il 4°), che sembra ripetersi ancora una volta nell’altalenante alternanza tra scaramucce sui preliminari e battibecchi politici per chi deve metter su la medaglia al merito per l’attuazione dei provvedimenti, tra interruzioni varie e aggiornamenti dei lavori a data da destinarsi.

La seduta odierna (ricordiamo ai nostri lettori che si trattava di una seconda convocazione, indetta perché lo scorso 15 settembre non si era raggiunto il numero legale) è stata caratterizzata sin dall’inizio da numerosi problemi tecnici, al sistema di amplificazione, microfonico e di registrazione.

Assenti oggi i consiglieri  Luisi G., Caporusso V., Tisci R. e T. Montenegro, e il Segretario Generale Dott. Ssa Sinante sostituita da un supplente.

Alle 16: 50 il cons. Filippo Cassano (CdA) manifestando con fermezza la sua posizione di ‘dissenso e protesta’ ha dato lettura del comunicato stampa diffuso qualche giorno fa (per saperne di più:http://www.acquavivanet.it/politica/2262-patto-per-acquaviva-delle-fonti-migliore-qimminente-iniziativa-pubblicaq.html), e ha detto “non interverrò più in questo consiglio comunale, […] questa amministrazione non è in grado di dare risposte alla Comunità”.

I problemi all’audio continuano a persistere per tutta la seduta, il presidente del cons. Maurizio alle 17:07 ha proposto la sospensione dei lavori per dieci minuti. I lavori sono ripresi dopo circa venti minuti, prende la parola il sindaco Squicciarini  per  tentare di spiegare la crisi politica estiva che lo ha portato al confronto all’interno della Maggioranza e al ritiro delle dimissioni.

Alle 17: 33 è seguita una nuova sospensione dei lavori. L'avv. Maurizio ha convocato i Capigruppo nella stanza del Sindaco per decidere il da farsi mentre i tecnici audio hanno tentato di risolvere i problemi a casse e microfoni.

Alle 18: 10 sono ripresi i lavori “limitatamente a due punti all’ordine del giorno, da questo momento- annuncia il pres. Del Cons - non ci sarà registrazione audio, gli interventi verranno verbalizzati dal Segretario Generale supplente”.

Viene fatto nuovamente l’appello, confermati i quattro cons. assenti, la seduta è regolarmente costituita. E' stato deciso che si prenderanno in esame solo due provvedimenti.

Il 2° Punto all’OdG: Affidamento del servizio di Tesoreria Comunale periodo 2012/2016. Approvazione schema di convenzione” è approvato con 16 voti favorevoli, 1 astenuto (Cassano F.) e 4 cons. risultano assenti. Segue con gli stessi numeri la votazione dell’immediata esecutività del provvedimento. Il cons Carucci fa notare che nel testo è scritto “votazione all’unanimità”, è dopo e non prima che si dà l'unanimità, il consiglio comunale è sovrano, il Dir. Caputo risponde prontamente a questa dichiarazione dicendo che si tratta di “un refuso di stampa”.

cons._comunale_del_20_settembre_2011Ore 18: 45 si passa al 4° e ultimo punto all’OdG:Realizzazione da parte dell’Amministrazione Provinciale dei lavori di ammodernamento e normalizzazione alla Sez. C1 del D.M. 5/11/2001 dal Km. 0+000 al Km. 4+850 della S.P. n. 127 “Acquaviva –Santeramo”. Approvazione progetto definitivo e adozione variante al vigente strumento urbanistico”.

L’Ing Di Donna ha dato lettura del progetto che verrà finanziato dalla Provincia di Bari, reso possibile grazie all’interessamento e alle sollecitazioni del cons. Michele Petruzzellis e dell’ex sindaco Pistilli. L’ammodernamento e la normalizzazione - precisa il Dirigente dell’UTC- prevede essenzialmente la messa in sicurezza della S.P. n° 127, l’allargamento delle corsie, la realizzazione di una rotatoria, la rettifica di alcune curve non conformi, e i conseguenti espropri dei terreni agricoli”.

Sono seguite poi le repliche dei cons. comunali.

Colangiulo (PD) ha suggerito al sindaco Squicciarini di ampliare quell’arteria da lui percorsa quotidianamente per raggiungere il Miulli creando “quattro corsie e una pista ciclabile”.

Il cons. C. Giorgio mettendo in evidenza la pericolosità di quella strada diventata più trafficata da quando c’è il Miulli ha detto è importante sfatare l’idea che questo provvedimento è il frutto dell’operato di questa Maggioranza. E’ necessario “Dare a Cesare quel che è di Cesare”, l’ammodernamento dell’Acquaviva-Santeramo deriva da ben altra Amministrazione (Prov.) ed è stato reso possibile grazie a sollecitazioni delle passate amministrazioni e contributo del collega Petruzzellis.

Alle 19: 16 è seguita la votazione del provvedimento che viene approvato con 16 voti favorevoli, 5 i cons. assenti (Cassano F., Luisi G., Tisci R., Caporusso V., T. Montenegro).

Alle ore 19: 30 il presidente del consiglio Maurizio ha riconvocato nell'attigua stanza del sindaco i Capigruppo per decidere la data della prossima convocazione per discutere i restanti cinque punti posti all'OdG e sciolto l'assemblea.

Il consiglio comunale sarà aggiornato venerdi 23 settembre alle ore ore 16:30.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI