Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

ROMANELLI: "LA VERA LIBERTA' E' PARTECIPARE"

comisio_sel_10_luglio_2011

Si è svolto ieri sera in piazza Vittorio Emanuele II il pubblico comizio del circolo acquavivese di Sinistra Ecologia Libertà.

In poco più di quarantacinque minuti Lino Romanelli e Beppe Di Vietri hanno preso in esame i principali temi trattati durante lo scorso consiglio comunale in particolare soffermandosi sul ‘Piano delle Alienazioni’ e sul ‘Programma Triennale delle OO. PP. 2011/2013’ e hanno offerto un’analisi sull’attuale crisi politica, sulle possibili conseguenze e soluzioni da adottare.

Una riflessione ad ampio raggio che ha toccato numerosi aspetti, personaggi e situazioni, dal generale al particolare, e ha posto l’accento sull’invito a firmare la Petizione contro la dismissione del patrimonio immobiliare. Un invito a partecipare, insomma, alle scelte politiche di questa città, perché “la vera libertà è partecipare”.

Aprendo il suo intervento l’ex  cons. comunale Romanelli ha esordito dicendo che questa è una “strana città che vive nell’indifferenza”, sembra che nessuno possa far niente per fermare quello che sta accadendo in queste ore. “Che cosa sta accedendo?” Stanno svendendo tre immobili per realizzare opere di ordinaria amministrazione. A suo dire “in questa città non solo non si va avanti ma si fanno passi indietro”. Come SEL abbiamo sempre detto che queste cose sarebbero accadute: “Francesco Squicciarini è una brava persona, una delle poche persone oneste, ma non è assolutamente in grado di governare, non ha l’esperienza necessaria per tenere in piedi una città. Puntualmente prendiamo le distanze da coloro che ci governano (e non ci riferiamo solo ai sindaci, perché in questa città non siamo governati dai sindaci pro tempore ma siamo governati da quei Poteri trasversali economici che sono dietro le fila e che non appaiono mai). Riferendosi al suo partito, “siamo solo gruppo di cittadini liberi e onesti, bravi ragazzi che si impegnano per il bene collettivo. Abbiamo solo una colpa: denunciare il malaffare e gli intrallazzi che puntualmente si verificano in questa città. Lo Squicciarini che conosco io, quello che per due anni e mezzo ha fatto opposizione con me”, non avrebbe mai promosso la cessione degli immobili, “si sarebbe opposto con tutte le sue forze”. Riferendosi alla scorsa campagna elettorale ha precisato che “qualcuno ci ha voluto tenere fuori e noi sappiamo perché: noi non avremmo mai acconsentito al malaffare. Dopo poco più di un anno questa amministrazione, questa maggioranza si è sfaldata più e più volte: è tutto un via vai c’è chi va, c’è chi entra chi esce. Facciamo qualcosa perché si dia  finalmente la svolta che i cittadini si aspettano”.

È stato poi ricordato il contributo offerto dal prof. Marcello Carucci, (cons. SEL) nello scorso consiglio comunale: “la relazione del Dirigente (ing. G. Di Donna dell’UTC) su cui si fonda la Delibera di Alienazione degli immobili è stata dichiarata incostituzionale”, e che “la scuola di via Fani fa parte della lottizzazione Rossi, è una proprietà inscindibile, non può essere separata da tutto il resto, deve rimanere all’interno della lottizzazione con la destinazione d’uso che gli è stata data”. L’unico tra i 21 consiglieri comunali -così come ha detto Romanelli ad “aver messo a nudo con tutte le sue responsabilità l’ing. dell’UTC, lautamente pagato, dimostrando così alla cittadinanza che il ruolo istituzionale ricoperto non è un titolo di cui fregiarsi ma una grande responsabilità”. Un essere fuori da questa amministrazione che come ribadisce l’ex cons. “non è stata una scelta nostra siamo stati messi alla porta, leggiamo le carte e ci interessiamo delle problematiche di tutti i cittadini e non di parti privilegiate della città, o vince il centro destra o vince il centro sinistra noi siamo sempre in mezzo. Noi siamo fuori perché siamo gente onesta perciò libera”.

Nominati di straforo anche il PRG, Piazza Garibaldi, il Cimitero Comunale, la Cantina Sociale, il Parco Eolico.

Ritornando poi agli ultimi colpi di scena dello scorso cons. comunale ha citato poi anche i cons. Cassano (Compagnia delle Arti) “non deve prestarsi a questi giochi ing. ha fatto approvare un emendamento alla Delibera di alienazione degli immobili dicendo a patto e condizione che le risorse vengano destinate per un progetto più compiuto. Poi subito dopo, ha votato il Piano Triennale dello Opere pubbliche che destina le risorse al tronco di fogna e all’asfalto. Non basta enunciare dei principi bisogna fare in modo anche di difenderli”.  E ancora i “ho ammirato il coraggio della dott. ssa Morano, del cons. Attollino e cons. Magistro, guardate non è una cosa semplice prendere le distanze da una amministrazione comunale in carica da un anno, ci vuole coraggio. Al ritiro delle alienazioni sarebbe bastato restare in aula per votare anche il provvedimento: non sarebbe passato!Quel coraggio così sarebbe stato premiato, quel coraggio è vanificato se non si è conseguenti, vi invitiamo di essere conseguenti!”.

Ci dicono che “non abbiamo proposte da fare per questa città, le proposte per questa città ce le abbiamo ma la responsabilità del governo signori non tocca a noi, quando verremo chiamati a governare questa città le tireremo fuori”; molti ad Acquaviva ci accusano di voler restare sempre all’opposizione […] e in contrapposizione, siamo sempre contro, non siamo mai a favore di qualcosa. Guardate noi siamo un piccolo partito ci limitiamo a dire la nostra come si fa nelle democrazie. Non solo noi pretendiamo e pensiamo di aver diritto a dire la nostra, ma vorremmo che ci fossero anche i cittadini con noi, che avessero la possibilità di dire la loro e non soltanto durante le elezioni, ecco perché stiamo raccogliendo le firme contro le alienazioni”.

A breve la 2° parte con l’intervento del Segretario Beppe Di Vietri.

 

"Continua la raccolta firme a sostegno della Petizione Popolare contro la vendita dell'EX-MACELLO e della SCUOLA MATERNA DI VIA DELLE VITTIME DI VIA FANI, per chiedere all'Amministrazione di attivare processi di progettazione partecipata al fine di trovare assieme le soluzioni più adatte alle esigenze dei cittadini.

Coloro che non hanno ancora firmato - precisa Roberto Romanelli in una nota- possono farlo presso la Sezione di Sinistra e Libertà tutti i giorni dalle 18.30 alle 20.30, fino alla fine di questa settimana.

Commenti  

 
#10 gladiatore 2011-07-14 21:11
franco perche' da regolamento consigliare c'e la possibilita' di andare in 2 convocazione ........quando verrai eletto tu sindaco o consigliere decidi tu l'ingresso in consiglio o meno dei tuoi consiglieri.... ....x il momento fai lo spettatore sabato o vai al mare che nn ti sbagli........
 
 
#9 Emma 2011-07-14 12:12
Romanelli forse è un impulsivo ma è sincero e dice sempre la verità. Achille forse dovresti andare a scuola da lui visto il tuo passato
 
 
#8 Pippo 2011-07-14 12:10
Achille ma non ti vergogni nemmeno un pò quando accusi Romanelli...non dimenticare che hai militato nello stesso partito di Pistilli e che sei stato tu a "crescerlo" indicandolo come assessore al comune...almeno Romanelli gli ha fatto opposizione...q uando devi vomitare veleno fallo guardandoti allo specchio
 
 
#7 franco 2011-07-13 10:33
achille...ma romanelli ha il diritto di dire anche fesserie...il sindaco e la sua maggiornaza (ormai ex) hanno o avevano il dovere di governare....pe rchè allora stamattina in occasione dell'approvazio ne del bilancio non si sono presentati???
 
 
#6 riky 2011-07-13 08:35
achille voi si che avete svenduto acquaviva e l'avete portato ai livelli più bassi. ne tantomeno una persona intellettuale(b ooo) come lei puo permettersi di parlare in questo modo prima di farsi un esame di coscenza.
 
 
#5 ettore 2011-07-12 22:25
achille e come la metti col fatto che “la scuola di via Fani fa parte della lottizzazione Rossi, è una proprietà inscindibile, non può essere separata da tutto il resto, deve rimanere all’interno della lottizzazione con la destinazione d’uso che gli è stata data”,che il macello serve allo svolgimento delle funzioni del comune (è un deposito) e che l'edificio storico non ha avuto il parere preventivo della soprintendenza per l'alienazione? ah poi ti consiglio di darti una lettura al piano triennale delle opere pubbliche...sai giusto x non fare figure barbine!
 
 
#4 ex compagno 2011-07-12 21:11
Che ridicole quelle bandiere rosse!
 
 
#3 achille 2011-07-12 17:25
Se veramente Romanelli ha detto che il comune sta s-vendendo tre immobili per realizzare opere di ordinaria amministrazione , vuol dire che nonostante la sua lunga esperienza di consigliere comunale (per fortuna ormai ex), non ha capito niente dei meccanismi economico-finan ziari del Comune. Innanzittuto, come ho detto altre volte, il Comune non può s-vendere perchè la vendita di propri immobili è soggetta alla valutazione economica dell'Agenzia del Territorio che definirà il prezzo a base d'asta degli immobili. La vendita, poi, sarà fatta non al ribasso, ma al rialzo, cioè a chi offre di più! Dove sta la s-vendita, Romanelli ce la deve ancora spiegare, al di là della demagogia spicciola. Poi, a Romanelli qualcuno deve spiegare che con i soldi ricavati dalla vendita di immobili, il Comune non può fare ordinaria amministrazione , ma solo investimenti. Oppure pagare i debiti fuori bilancio. Poi questo scandalo della vendita di immobili, a me personalmente mi fa ridere: non è la prima volta e non sarà l'ultima che il Comune vende immobili inutili e costosi (ricordo la vendita dell'ex Centrospastici a Collone, dell'ex risotarente degli anziani in piazza Di Vagno, di tutti i locali a piano terra del Municipio, in piazza dei Martiri, ecc.). Albascura afferma che "tutta Acquaviva contesta quello scempio di delibera sulle alienazioni". Bah, ecco un'altra persona (anonima, naturalmente!) che si sente interprete della totalità degli acquavivesi! Ed ecco un altra persona che sente nostalgia di Pistilli e dello scempio (questo, si, autentico) compiuto da quest'ultimo in otto anni di disgraziata presenza su palazzo De Mari!
 
 
#2 gladiatore 2011-07-11 23:00
LA VERA LIBERTA E' PARTECIPARE...C ARO ROMANELLI PECCATO CHE IL POPOLO SOVRANO NN TI HA DATO IL CONSENSO ELETTORALE..RIT ENTA SARAI PIU' FORTUNATO!!
 
 
#1 albascura 2011-07-11 22:32
Romanelli ha detto che Morano, Magistro e Attollino hanno avuto prima gran coraggio nel prendere le distanze dalla maggioranza e nel denunciare diverse illegittimità, ma poi non hanno saputo difendere le loro idee perché hanno abbandonato l'aula invece di rimanere e votare e quindi bocciare le Alienazioni. Invece penso che Romanelli si sbaglia, in quanto Squicciarini, lasciato libero di scegliere senza ostacoli, ha dimostrato a tutti quanto vale e ora non ha scusanti per la scelta fatta. Infatti tutta Acquaviva contesta quello scempio di delibera sulle ALIENAZIONI. In un anno Squicciarini è riuscito a fare peggio di quello che ha fatto Pistilli in otto anni.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI