Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

MIULLI E CENTRO SPORTIVO: LE INTERROGAZIONI

miulli

QUESTIONE MIULLI E CENTRO SPORTIVO, LE INTERROGAZIONI DELL’OPPOSIZIONE

 

Martedì 19 Aprile si è riunita nuovamente l’Assise, la quale dopo la deflagrazione interna della Maggioranza di Governo aveva tralasciato parecchi punti importanti all’ordine del giorno. Tra questi troviamo le famose Tredici  Mozioni presentate dalla Compagnia delle Arti, altre mozioni proposte dalle forze di centro destra e centro sinistra e varie interrogazioni.

 

OSPEDALE MIULLI INTERROGAZIONE MARCELLO CARUCCI (SEL)

C'è stata una cessione senza evidenza pubblica per vent'anni dei locali di proprietà dell'Opera Pia Miulli , con una gestione privatistica degli stessi immobili”-ha dichiarato l’esponente di Sinistra Ecologia e Libertà. Il “Professore” ha poi parlato di IPAB e patrimonio indisponibile del Comune di Acquaviva delle Fonti. “Gli amministratori gestiscono, ma non possono disporre in toto di quei locali”. Carucci  ha rincarato la dose sostenendo poi che tali immobili insistono nel Sic (sito di interesse comunitario). Ha elencato infine una serie di irregolarità  e anomalie  riguardanti il Miulli: oneri di urbanizzazione non pagati, perché a suo tempo considerato Ente Pubblico.

Il ricorso contro la sentenza tributaria (del CTP di Bari) non riguardava la natura giuridica dell'ente Ecclesiastico/Opera pia. È necessario un più ampio approfondimento e uno spirito costruttivo”-cosi ha affermato il Sindaco Francesco Squicciarini.

"Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”-cosi ha sostenuto il Pio Squicciarini, il quale ha spiegato  che occorre valutare tutta l'evoluzione nel tempo dei rapporti tra amministrazione comunale ed Ente Ecclesiastico.

Un irriverente Marcello Carucci, rivolgendosi al Giovane Sindaco, ha poi argutamente affermato: “la prossima volta chiederò lumi direttamente a Don Mimmo Laddaga”, accusando palesemente il Primo Cittadino di sudditanza nei confronti della Dirigenza di Altamura Gravina.

 

CENTRO SPORTIVO TOMMASO VALERIANO INTERROGAZIONE CLAUDIO GIORGIO (OLTRE I POLI)

Il 31 Dicembre 2010 è scaduto il contratto con la vecchia gestione dell’impianto sportivo stipulato nel 2008 dall’Amministrazione Pistilli. Giorgio chiede all’Assessore allo Sport Francesca Pietroforte quali siano le intenzioni dell’Amministrazione Comunale per rivalorizzare e riutilizzare gli impianti sportivi.

Esiste un finanziamento Ministeriale (http://www.sicurezzasud.it/articoli/298/al_via_io_gioco_legale_100_impianti_sportivi_nelle_regioni_del_pon_sicurezza ) che ha scadenza il 30 Aprile 2011, dunque il tempo a disposizione dell’Ente Comunale è davvero breve, bisognerebbe accelerare l’azione amministrativa se non si vuole perdere tale chance” ha spiegato il Consigliere di Minoranza Giacinto Claudio Giorgio.

 

"Si stanno ponendo in essere tutti i provvedimenti per rientrare nel suddetto Bando nazionale “Gioco legale”-ha chiosato la giovane ‘Assessora’.

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI