Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

14 APRILE 2011: CRAC SQUICCIARINI!!!

squicciarini_cadidato_sindaco

Terremoto politico all’interno della maggioranza di centro sinistra.  La ‘fortezza’ di Squicciarini  si sgretola perdendo tre pezzi e con essi il premio di maggioranza. Compagnia delle Arti, Api e Io Sud passano all’opposizione. I numeri parlano chiaro adesso. L’ago della bilancia di questo Centro sinistra si conferma il partito di Casini.

Stiamo attraversando un momento di difficoltà. Non è facile resistere e continuare a impegnarsi in questi momenti difficili, in cui anche la stessa cittadinanza si sente tradita. Ma non è nelle difficoltà che si lascia la guida della città, ma proprio in questi momenti emergono le capacità dell’amministrazione. Dobbiamo dimostrare un grande senso di responsabilità verso Acquaviva. Abbiamo preso un impegno con la città e raggiungeremo i nostri obbiettivi” ha dichiarato all’intera assemblea consiliare ieri sera il Sindaco Francesco Squicciarini.

Durissime le repliche delle opposizioni.

MICHELE PETRUZZELLIS (PDL)- “Questo è il De Profundis dell’Amministrazione Squicciarini. Siete un armata Brancaleone. Ritiratevi!!! Non meritate di stare in maggioranza. La cittadinanza aspettava proposte operative per lo sviluppo economico sociale di Acquaviva. Non siete in grado di reggere. Ritardate le soluzioni per mesi. Siete al buio e nell'incompetenza totale. Non avete compreso nulla di un nuovo sistema normativo. Nessuna proposta concreta. Noi abbiamo le proposte e le proporremo prima alla cittadinanza, poi in consiglio”-queste le parole al vetriolo proferite dall’ex Direttore Generale della Provincia di Bari.

GIUSEPPE PARADISO (PDL)-Il Sindaco ha fallito, può togliersi la fascia tricolore, che in realtà non ha mai indossato. Noi le chiediamo di dimettersi. Noi lo abbiamo detto da subito che lei era un fallimento per questa città”- questo il duro attacco del Consigliere di centro destra.

MARCELLO CARUCCI (SEL)-“Questa è una maggioranza provvisoriamente al governo di Acquaviva. Ritenevo che Acquaviva, data la multiformità della compagine politica sarebbe potuta diventare un sano laboratorio politico. Ma se dopo due mesi di governo, a Luglio cioè, c'erano già le prime incomprensioni con l’UDC, poi a Settembre con la Compagnia delle Arti, vuol dire che alla base di quel programma amministrativo c'era una figura incapace di fare una sintesi, ossia Squicciarini. La maggioranza dovrebbe dimettersi, prendendo atto dello stato di crisi. Si deve azzerare la situazione e ridare la parola ai cittadini e ai partiti. Bisogna aprire una fase nuova. Si devono riconsiderare le alleanze, le strategie e i programmi. Questo sindaco è inidoneo a coordinare una maggioranza”-cosi ha sentenziato il Professore.

Francesco Attollino (UDC) e Nico Tria (PD) hanno chiesto poi al Sindaco la verifica nei prossimi giorni delle condizioni politiche all’interno della maggioranza.

In Paese qualcuno già ‘assapora’ area di dimissioni. Intanto, in vista dell’approvazione del Bilancio di Previsione (prorogata dal Governo Nazionale al 30 Giugno) la situazione per  l’Amministrazione Squicciarini non è del tutto rose e fiori, come qualcuno voleva far credere fino ad alcuni giorni fa.

Commenti  

 
#2 miky 2011-04-16 16:58
come al solito udc comanda sempre alzerà il suo prezzo e non vuole andare a casa c'e tanto lavoro da fare per loro....
 
 
#1 Cat19 2011-04-16 15:47
UDC, UDC, UDC! IN TUTTO QUESTO PARAPIGLIA DI SALTI DI POLTRONA, VOI DOVE VI SIETE COLLOCATI? NON SAPETE PROPRIO NULLA DI QUELLO CHE VI SUCCEDE INTORNO? O SIETE TROPPO ATTACCATI ALLA POLTRONA DA NON ACCORGERVI DI COSA SUCCEDE NELLA MAGGIORANZA? UDC, UDC! EH! EH! MOSTRATE UN PO' DI CORAGGIO! DI TEMPO NE E' PASSATO PER NON ACCORGERVI CHE SIETE SOLO USATI! DOVETE ASPETTARE ANCORA UN'ALTRA VERIFICA? L'ENNESIMA BUFALA? MA MI FATE IL PIACERE!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI