Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

API PONE LE BASI PER IL TERZO POLO AD ACQUAVIVA

A.p.I._conf._stampa_11_aprile

logo_API_Alleanza_per_lItalia

Oggi si pianta un seme per far nascere ad Acquaviva il Nuovo Polo per l’Italia”. Nasce cosi, anche ad Acquaviva delle Fonti il cosiddetto Polo della Nazione, meglio conosciuto da tutti come Terzo Polo. Il soggetto politico fortemente voluto dal Presidente della Camera Gianfranco Fini (FLI), l’On. Pierferdinando Casini (UDC) e l’On. Francesco Rutelli (API) all’indomani della famosa mozione di sfiducia contro il Governo Berlusconi del 14 Dicembre 2010. Un nuovo polo per uscire dal tanto osannato e “moderno” bipolarismo, ma soprattutto per contrastare in maniera efficace Silvio Berlusconi e la Lega Nord di Umberto Bossi.

A presentare il nuovo partito di Francesco Rutelli, sono intervenuti presso la Sala Montazzi di Acquaviva il coordinatore Regionale l’On. Pino Pisicchio (ex DC, Margherita, Udeur e IDV), il Vice Sindaco di Bari Alfonso Pisicchio (anche egli ex DC, Rinnovamento Puglia e IDV), il Coordinatore cittadino Domenico Barberio,il vice coordinatore cittadino Luca Leoncini e il Consigliere Comunale Raffaele Borreggine (appena fuoriuscito dall’IDV).

Il nuovo polo si colloca ovviamente al centro aprendosi al dialogo costruttivo con tutte le forze politiche di maggioranza e di minoranza che hanno a cuore il bene di Acquaviva. Noi intendiamo creare un nuovo modo di fare la politica riaffermando il principio della meritocrazia e  il ruolo fondamentale dei partiti, a scapito di singoli leader e personalismi di vario genere, all’interno della società civile”-afferma Domenico Barberio.

Sull’odierna situazione politico amministrativa del paese il consigliere Borreggine manifesta tutte le sue perplessità: “l’Amministrazione Squicciarini ha affrontato i tanti problemi della città in maniera, a mio avviso, deficitaria. Basti solo pensare al CronoProgramma, con cui il Sindaco ha chiesto la fiducia dei cittadini, nessun punto è stato rispettato come evidenziato anche dal malumore esternato dalla Compagnia delle Arti”.

Sulla questione della trasparenza, di cui il Primo Cittadino ha fatto il suo cavallo di battaglia e le sue fortune elettorali, Raffaele Borreggine chiosa cosi:”quella trasparenza amministrativa tanto decantata, tanto invocata è venuta totalmente a mancare…non si sono coinvolti i ceti produttivi, le competenze professionali, le associazioni del paese nelle decisioni importanti…i forum cittadini sulla nettezza urbana sono maschere democratiche perché le decisioni sono già preconfezionate ai piani alti”.

E su un eventuale ruolo da “apripista” per il partito di Rutelli il consigliere tiene a precisare che “nessuno dei vertici dell’IDV di Acquaviva confluirà in Alleanza per l’Italia, questa è solo fantapolitica”.

Il Coordinatore Cittadino di Api è critico poi sul comportamento della maggioranza di centro sinistra nei loro confronti. “Ci hanno trattato come dei traditori..da quando è nato il nuovo partito non siamo stati ancora convocati ad una riunione di maggioranza, o meglio il nostro Consigliere è stato invitato ma il partito no…c’è una specie di chiusura da parte del Sindaco Squicciarini e dei soggetti politici a lui più vicini (IDV)...questa maggioranza fa gli interessi di qualcuno e non gli interessi del paese”.

API darà appoggio esterno al governo cittadino non essendo al momento rappresentata in giunta. Su questo dettaglio particolare Borreggine tiene a specificare: “non vogliamo alcuna visibilità”. Però allo stesso modo il neonato partito non esclude la possibilità di passare all’opposizione.

Intanto, oggi, prime prove di dialogo con forze di minoranza e forze di maggioranza. Infatti erano presenti alla conferenza stampa, “in qualità di semplici visitatori” il consigliere Francesco Attollino (UDC) e i consiglieri Claudio Solazzo e Michele Petruzzellis (PDL). Gli ingredienti per il nuovo polo ci sarebbero tutti tranne che per le forze del centro destra acquavivese ancora berlusconiane. Futuro e Libertà per l’Italia non esiste ancora sul panorama poltico cittadino. L’unico esponente è il Consigliere Regionale Giammarco Surico (genero di Roberto Tisci appena fuoriuscito da IO SUD). Il Terzo Polo Pugliese guarda il caso è rappresentato dall’On. Pino Pisicchio, dal coordinatore Regionale dell’UDC Angelo Sanza e da Giammarco Surico.

Ovviamente potremmo stare qui ore e ore ad ipotizzare svariati scenari geo politici con il rischio concreto di perdersi nelle elucubrazioni mentali. Non resta altro che attendere con ansia il Consiglio Comunale per cercare di sapere qualcosa in più.

Commenti  

 
#8 pinolacreta 2011-04-13 09:27
Evidentemente lo spazio che è stato chiesto ai Pisicchio è solamente di costruire il "centro" ad Acquaviva e credo che il progetto sia ambizioso e alternativo all'attuale contesto politico locale ormai superato.
 
 
#7 pinolacreta 2011-04-12 19:20
Evidentemente lo spazio che hanno chiesto ai Pisicchio è solo di tipo politico: costituire il centro ad Acquaviva. E credo che il progetto sia azzeccato nel'attuale contesto politico locale...
 
 
#6 nuova_mente_2010 2011-04-12 19:08
quali sono gli incarichi ottenuti da montenegro e paradiso?
 
 
#5 alberto 2011-04-12 18:00
Spero che sia cosi, barberio e leoncini non mi ispirano fiducia, Borreggine lo vedevo ben integrato non nascondo che la cosa mi ha meravigliato. I pisicchio poi non hanno mai dato spazio a nessuno.
 
 
#4 pinolacreta 2011-04-12 17:30
Alberto, mi spiace ma non conosci per niente le persone e i fatti. Al massimo è stato Piconio a utilizzare Barberio e Divella per regalare un incarico a Montenegro e Paradiso... e Borreggine se lo conosci non è tipo da farsi strumentalizzar e. Informati!
 
 
#3 giovannigiorgio 2011-04-12 14:49
Data l'importanza del prossimo Consiglio Comunale, potreste fare in modo che tutti lo pssano vedere e seguire ? non dico in diretta, ma almeno in differita. Potreste così fornire un grande servizio alla collettività, soprattutto a quelle persone che per lavoro, impegni, handicap, età avanzata o altro non possono seguire i lavori consiliari.
 
 
#2 nuova_mente_2010 2011-04-12 13:27
"L’unico esponente è il Consigliere Regionale Giammarco Surico"..ma è stato eletto ad Acquaviva? chi è? che fine ha fatto?
 
 
#1 alberto 2011-04-12 11:52
barberio non è la prima volta che gioca con i consiglieri comunali, lo ha già fatto con la passata legislatura con montenegro e piconio. Adesso con Borregine poverino non sa con chi si è messo. Barberio ha un solo obiettivo essere al centro....dell' attenzione (deve solo ricavarsi un posto di lavoro).
leoncini, barberio borregine, sort di squadr......... vedo molto bene i Solazzo con i Pisicchio
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI