Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

ALLARME EOLICO: L’ACCORATO APPELLO DI SEL

eolica

 Riceviamo e pubblichiamo il seguente Comunicato stampa:

La notizia dell’installazione di due mega impianti eolici nelle campagne acquavivesi ha messo in allarme anche la sezione locale di Sinistra Ecologia e Libertà.

Le 28 gigantesche pale eoliche che si vorrebbero installare tra le località Difesa della Terra e Parco della Chiesa, con una altezza di oltre 160 metri ed una potenza superiore ai 3 MW (MegaWatt) l'una, sarebbero le torri più grandi mai installate fino ad oggi sulla terraferma.

Sinistra Ecologia e Libertà esprime il proprio dissenso nei confronti di questi veri e propri mostri per ragioni sia di carattere economico che di tutela del territorio, del paesaggio, dell’ambiente e della salute pubblica.

 

Interventi di questo tipo, infatti, non porterebbero alcun beneficio economico per il territorio acquavivese (se si escludono le misere briciole concesse ai pochi proprietari dei terreni sui quali saranno installate le pale) tenuto conto che non ci saranno sconti sulle nostre bollette, che non si creerebbero nuovi posti di lavoro e che per legge è vietato riconoscere royalties o benefici di alcun tipo in favore delle casse comunali.

A guadagnarci saranno esclusivamente le multinazionali che realizzano questi impianti per usufruire degli incentivi statali e per vendere i relativi certificati verdi.

Cederemmo una considerevole fetta del nostro territorio senza trarre in cambio alcun vantaggio per la collettività, anzi.

 

L’impatto sul territorio sarebbe devastante, potremmo a buon diritto definire lo scenario dell’immediato e prossimo futuro inquietante. Decine di chilometri di alberi e muretti a secco saranno abbattuti per allargare molte strade di campagna affinché passino i mezzi pesanti, i componenti e le enormi pale (lunghe oltre 50 m!), le strade saranno sventrate per costruire lunghissimi cavidotti a più d’un metro di profondità per connettere ogni singolo impianto alla rete elettrica, nel sottosuolo di ogni terreno ospitante una torre eolica verranno realizzate delle fondamenta in cemento armato di dimensioni che si aggirano intorno agli 8000 m³! Per non parlare dell’impatto visivo di macchine così imponenti sul nostro paesaggio e dell'impatto acustico di un rumore continuo e costante, giorno e notte, udibile a centinaia di metri di distanza!

 

Questo, teniamo a ribadirlo, non significa essere contro le energie rinnovabili: Sinistra Ecologia e Libertà crede nelle fonti alternative ai combustibili fossili, compatibilmente però con la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Non siamo il partito dei no. Vogliamo il fotovoltaico di piccola e media taglia installato sui tetti delle case, sugli opifici, nelle zone industriali, sulle scuole e gli edifici pubblici, nei parcheggi; minieolico a servizio di aziende agricole e di case isolate; piccoli impianti geotermici ad uso e consumo di abitazioni private. Uno scenario questo, sostenibile sotto ogni punto di vista e tutt’altro che impossibile. Questa è la vera rivoluzione energetica che auspichiamo!

 

Invitiamo quindi tutti i soggetti politici acquavivesi, indipendentemente dal colore della propria bandiera e dalle logiche di potere, ad assumere una posizione precisa e chiara contro l'installazione di questi impianti eolici sul nostro territorio. Dobbiamo difendere l'interesse dell'intera comunità acquavivese dal tentativo di speculazione che si vorrebbe intraprendere ai danni della nostra terra. Il primo passo è inviare entro due settimane alla Provincia di Bari un documento di osservazioni che manifesti le ragioni per cui siamo contrari all'installazione di simili impianti nel nostro Comune.

 

Lanciamo inoltre un sentito appello al Sindaco Squicciarini e a tutta la sua Giunta affinché anche l'Amministrazione comunale prenda una posizione decisa e netta in tal senso ergendosi a difesa del nostro territorio, manifestando ufficialmente all'Ufficio provinciale competente il proprio dissenso verso l'installazione di queste centrali eoliche.

 

Concludiamo riferendovi che nella vicina Cassano, interessata anch’essa da un progetto eolico analogo, l'Amministrazione comunale di centrodestra, alcuni consiglieri comunali e provinciali d’opposizione, la locale sezione di Sinistra Ecologia e Libertà ed il Comitato MURGIAVIVA, unitamente a numerosi operatori economici del luogo, hanno recapitato in Provincia, in maniera spontanea ed indipendente gli uni dagli altri, una gran mole di osservazioni volte a tutelare gli interessi della collettività cassanese.

 

Vogliamo che anche ad Acquaviva si levi un tale coro unanime di voci e che tutte le persone di buona volontà riescano a fare quadrato davanti ad una aggressione del nostro territorio senza precedenti! Fermiamo la speculazione! Fermiamo lo scempio!

 

*Circolo SEL di Acquaviva delle Fonti

Commenti  

 
#15 Pino 2011-03-14 01:14
In altri comuni si stanno realizzando progetti con cui si dà la possibilità a 100 cittadini di poter avere sulla propria casa un impianto fotovoltaico a costo zero, (solo alcune decine di €uro per la pratica e i relativi bolli) ad Acquaviva la possibilità ci sarebbe e sarebbe immediata, ed è per questo che il progetto sarà a giorni sul Comune, all'attenzione del Sindaco, per poter avviare l'intera procedura. Speriamo che almeno in questo non si perda questo treno e che anche da noi 100 cittadini possano essere aiutati.
 
 
#14 DoidualC 2011-03-13 16:18
@ClaudioD...per ò MURGIAVIVA ha lavorato bene anche su Cassano e ora che sappiamo possiamo proporci su tutto il territorio circostante laddove si rendesse necessario. non dobbiamo dire no e basta ma dobbiamo motivare le nostre ragioni. non è un nimby...io penso che alcuni (non troppi) parchi di fv o eolici di grandi dimensioni,ladd ove ci sono sole o vento si possano fare in cambio di minori emissioni!
 
 
#13 canepezzato 2011-03-13 10:38
e l'amministrazio ne che dice??????
 
 
#12 claudioD 2011-03-12 20:59
@Doidualc: io mi muovo sempre andando ad estirpare il problema alla radice che, in questo caso, sono gli incentivi sulle rinnovabili. Tolti quelli non vedrai altri parchi eolici in giro, né campi di fotovoltaico. E forse si potrà seriamente pensare di realizzare e ricercare un modello basato sulle energie alternative e rinnovabili che abbia come obiettivo la scalabilità verso l'alto di queste tecnologie, la grid parity e la costanza nella erogazione della fornitura energetica. Murgiaviva, ripeto, ha un atteggiamento molto mirato a difendere il proprio giardino (NIMBY). Come per dire: se lo fanno altrove a loro non interessa. Quindi posso anche iscrivermi ma trovo questa piccolezza di vedute molto grezza e un tantino ipocrita.

@alfadog i dati parlano chiaro: sotto il governo Vendola eolico e fotovoltaico hanno prosperato e non parlo di impianti di piccola taglia. Di parchi eolici in Puglia ce ne sono:

http://www.impiantieolici.com/parchi-eolici/parchi-eolici-puglia.html
 
 
#11 Doidualc 2011-03-12 17:47
@ClaudioD...vab bè comunque indipendentemen te dalla polemica politica (che a me interessa ben poco) mi pare di capire che entrambi siamo contrari a questi 2 parchi eolici...quindi quale sarà il TUO contribuito per tutelare il NOSTRO territorio? io mi iscriverò al comitato MURGIAVIVA!
 
 
#10 alfadog 2011-03-12 15:10
@ claudio: ti ripeto si è vero che SEL è a favore delle energie rinnovabili ma tra queste non ci sono i cd parchi eolici perchè lo sanno tutti che non hanno un buon impatto dal punto di vista ambientale e paesaggistico e non vedo perchè un partito, che fa della lotta per l'ambiente un suo punto di forza, debba sporcarsi così le mani..
 
 
#9 claudioD 2011-03-12 01:12
@alfadog. domanda: Nichi Vendola è o non è il leader di SEL? è o non è il Presidente della Regione Puglia? la Puglia sotto Vendola è o non è diventata la prima regione d'Italia per potenza di picco installata riferita all'eolico e al fotovoltaico (parliamo di impianti di grosse dimensioni)? Vendola è o non è quel candidato alle scorse regionali che diceva sui manifesti elettorali NO al nucleare e SI alle Rinnovabili?

@Doidualc. quella che esprimi tu è la posizione ufficiale di SEL e dell'attuale governo Vendola alla Regione Puglia? Quindi possiamo contare sul NO di Vendola a questi progetti? Che poi di per sé l'aver già fatto questa cosa per due anni, a parer mio, è stato fin troppo. Mentre gli ospedali oggi letteralmente chiudono e la sanità regionale è in ginocchio, per non citare la elevata disoccupazione a livello regionale, SEL ha permesso negli anni scorsi a pochi grandi investitori, inclusi coloro che hanno realizzato nelle campagne acquavivesi gli impianti fotovoltaici da te citati, di poter godere nel presente e nel futuro di favolose rendite quindicennali e ventennali sulla produzione da energie alternative. Ha torto la dichiarazione del SEL: l'eolico non solo non dà sconti alle bollette, ma le fa addirittura aumentare. L'anno scorso sono stati prelevati (dati della authority di energia e gas) 3,2 miliardi di euro dalle bollette degli italiani per le sole rinnovabili. Quest'anno si stima che saranno 5,7. E la cosa dovrebbe un tantino spaventare, dato che queste cifre sono le rate di un mutuo lungo 15-20 anni che gli italiani dovranno pagare a questi pochi fortunati.
 
 
#8 alfadog 2011-03-12 00:13
a mio parere invece SEL è ancora uno dei pochissimi partiti che fa ancora oggi della sua identità ideologica di partito di sinistra il suo punto di forza. Il problema è proprio il fatto che oggi nessuno va incontro alle ideologie ma tutti vanno dove ci sono interessi! Se SEL fosse un partito clientelare oggi avrebbe molti + consensi anche nel resto del paese,ma così non è proprio per la sua connotazione ideologica importante
 
 
#7 Jolly 2011-03-11 23:41
Sel predica bene e razzola male !!!
 
 
#6 gerardo 2011-03-11 22:00
alfadog forse non hai capito che nell'era post ideologica le etichette come ecologia libertà e democrazia non contano affatto..contan o i soldi, il business, e la Puglia Migliore di Nichi ne ha fatti fare a valanga..adesso che è risaputo che questi impianti sono altamnete speculativi si fa pura demagogia altro che ecologia!!!!
 
 
#5 alfadog 2011-03-11 21:18
@ claudio: ci sei o ci fai?? ma secondo te un partito che si chiama sinistra ECOLOGIA e libertà può mai avere nel proprio programma la realizzazione di mega-parchi eolici??sarebbe un controsenso enorme..perciò penso sia giusto non sparare a zero a priori!document atevi prima di parlare..
 
 
#4 Doidualc 2011-03-11 21:03
Sel ha spinto per le rinnovabili ed è stato giusto farlo per un paio d'anni. ora siamo i maggiori produttori di energia da fonti rinnovabili d'Italia, produciamo più del doppio del nostro fabbisogno energetico e possiamo permetterci il lusso di dire stop alla speculazione dei grandi impianti.e poi non è un caso di NIMBY visto che ad acquaviva ci sono già oltre 7 impianti fotovoltaici di grandi dimensioni e nessuno si è mai lamentato...era ancora una dimensione sostenibile. Mo' avast!chiaro?
 
 
#3 claudioD 2011-03-11 20:08
Cito:Vogliamo il fotovoltaico di piccola e media taglia installato sui tetti delle case, sugli opifici, nelle zone industriali, sulle scuole e gli edifici pubblici, nei parcheggi; minieolico a servizio di aziende agricole e di case isolate;

Be' se lo scrive il movimento politico che ha come leader il presidente della regione Puglia Nichi Vendola, che più di tutti ha spinto per le rinnovabili in questa terra (compresi anche i mega-impianti del fotovoltaico e i mega parchi eolici), non so proprio che pensare. Tranne che, quando la cosa tocca ciò che è vicino e caro, si solleva anche tra loro l'atteggiamento "not in my backyard" (non nel mio giardino). Che dire: una sinistra con le idee davvero chiare.
 
 
#2 ENOLA GAY 2011-03-11 19:58
Un'alternativa valida sia all'eolico che al fotovoltaico?
 
 
#1 Tonino Santamaria 2011-03-11 17:27
Gratta, gratta, verranno fuori ,,,,,,,,,,,,,,
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI