Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

DISTILLERIA BALICE RICHIEDE 11 MIL. DI RISARCIMENTO

palazzo_de_mari

Un fulmine a ciel sereno pare si sia abbattuto sul Comune di Acquaviva e sull’attuale maggioranza governativa. Sembrerebbe infatti che la Distilleria Balice e la I.M.T. S.r.L. abbiano promosso un ricorso presso il Tar di Puglia. Le società in questione chiedono all’ente comunale un risarcimento danni patrimoniali subiti per un importo pari a 11 milioni di euro. “Un'altra patata bollente eredita dalla precedente amministrazione” questo il commento del Presidente del Consiglio Comunale, ed esponente dell’IDV, Angelo Maurizio in una recente intervista rilasciata ad una Tv locale.

La vicenda risale al 2003. Sindaco dell’epoca Franco Pistilli. La Distilleria Balice presenta un accordo di programma ai sensi della legge regionale n.34 del 1994 (modificata ed integrata dalla legge n.8 1998) allo scopo di realizzare un insediamento industriale per la produzione di distillati alcolici. La Regione Puglia con delibere del 2004 n. 116 e n. 117 approva l’accordo ed autorizza la stessa alla realizzazione dell’insediamento produttivo.

Il 14 Dicembre 2004 il Primo cittadino di Acquaviva e la Regione sottoscrivono l’accordo. Occorre solo la ratifica del Consiglio Comunale di Acquaviva, (che deve avvenire entro e non oltre 30 giorni dalla sottoscrizione dello stesso protocollo), e la ditta può concretizzare il proprio progetto.

Però qualcosa non va in porto. L’amministrazione Comunale, nonostante la convocazione di un consiglio straordinario, urgente e monotematico dell’11 Gennaio 2005 non procede alla fase conclusiva dell’accordo e blocca cosi sul nascere il progetto.

Dal verbale della seduta consiliare sembrerebbe emergere il ritiro dell’unico punto all’ordine del giorno senza che lo stesso fosse stato messo alla deliberazione dell’assise come previsto da Regolamento Comunale.

Pare ci sia stata una decisione unilaterale del Sindaco Pistilli e dell’allora Presidente del Consiglio Comunale di ritirare il provvedimento per "necessari maggiori approfondimenti” pur essendo consapevoli della scadenza imminente del termine di ratifica.

A conti fatti dopo anni di silenzio su tale vicenda è piovuta dal cielo una richiesta di risarcimento di cui la maggior parte dei cittadini acquavivesi non ne conosceva nemmeno l’esistenza.

Gli interrogativi che nascono spontanei, da questa vicenda sono molteplici: come mai la Distilleria Balice S.r.L. ha prodotto ricorso presso il Tar di Puglia solo dopo circa 5 anni? Data la presunta decisione unilaterale dell’ex. Primo Cittadino e dell’allora Presidente del Consiglio Comunale le responsabilità e l’eventuale risarcimento danni dovranno essere estese anche alle loro persone?

 Se il Tar di Puglia dovesse accettare il ricorso sarebbe senz’altro un ennesimo duro colpo alle esigue risorse delle nostre casse comunali.

Commenti  

 
#30 diabolik 2013-05-02 12:19
Questa si che è una bella notizia!
Ascoltate Gente. Anche la Regione Puglia si è costituita parte civile contro la distilleria BALICE per i danni causati. Grazie NIKI continua così siamo con te...
 
 
#29 aquamen 2013-04-11 16:21
Sono un ex operaio della distilleria balice vi dovete vergognare pezzi di merda la cacca confronto a voi e meglio vi dobbiamo far giocare tutto abbiamo dato gli annni della nostra vita e nn per questo voi dovete godere prima di andare al cimitero mettetevi lacoscienza al posto sono lunica persona che conosce tutti i buchi della distilleria se vi interessa a chi e di competenza di farvi sentire e io vi mostrero tutte le tombe occultate fuori e dentro la distilleria cordiali saluti aquamen
 
 
#28 cico 2013-03-05 11:01
io spero che il sig. beppe e quelli che sanno si armino di coraggio ed invitino "striscia la notizia" per scatenare una bella inchiesta come quella di qualche tempo fa sulla "Lombardi Ecologia" fatta da persone coraggiose che meritano il plauso di tutta la collettività. L'augurio è che, poi, la magistratura faccia quello che deve fare nei confronti di tali banditi e saccheggiatori del territorio e di tutti i burocrati e politici che consentono tutto ciò a danno di tutti e a favore del proprio tornaconto personale. E' abbastanza noto chi ha favorito la ditta Balice ad Acquaviva nell'acquisto dei suoli su cui doveva installare i propri capannoni e chi ha redatto il progetto. Io inviterei "Acquaviva net" a fare un'ulteriore inchiesta su questo perchè i cittadini sappiano come stanno le cose, chi (politici, burocrati e tecnici professionisti) voleva lucrare a spese della salute della collettività facendoci questo altro bel regalo ed intervistando il Commissario Prefettizio per sapere come sta attualmente la questione giudiziaria del risarcimento richiesto all'Ente di undici milioni di Euro da parte di questi banditi spalleggiati da politici e burocrati complici. Che si faccia luce su chi vuole il dissesto del nostro già tartassato Comune perchè, sicuramente, fra qualche anno, come è accaduto per la "MOVITER SUD" (a proposito, inviterei "Acquaviva net" a verificare, tramite il Commissario, se è stato adempiuto alla denuncia alla Corte dei Conti dei Responsabili come fu deciso dal Consiglio Comunale")ci ritroveremo un'altra sentenza di risarcimento sul groppone grazie a questi politici e burocrati collusi che non si faranno nessun problema ad aumentare le tasse al massimo nei confronti dei cittadini per recuperare parte di quei soldi.
 
 
#27 beppe 2013-03-02 22:25
scusate mi chiamo beppe e sono un ecs operaio della distileria mi sa che devo chiamare sriscia la notizia per cquanto riguarda la distileria balice.1 gli operai aspettano ancora la licqidazione di 20 25 anni di lavoro.duccumen tabili.2 il signor balice MODERATO ed e fuori.3 nella distileria balice ci sono ancora fanghi e fanghi. ma i controlli dove sono.4 dietro il cimitero di ceglie del campo bari. un ecs cava e piena di fanghi. gli stessi fanghi che i carabinieri del noe anno trovato nocivi per la salute e per lambientte e piu per le faldde acqifere. perche la legge preposta non chiama tutti gli operai e i ragionieri che sanno tutto. non riesco ancora ha capire. cosi sto decidendo di chiamare sriscia la notizia per far sapere che lo tato italiano e la legge preposta dove sta. grazie e arivederci a tutti i coleghi.
 
 
#26 Nicola 2013-02-25 19:58
Caro operaio comune perchè non ci dici come stanno le cose visto che dici di essere un libro aperto? non essere vago sii preciso e coraggioso ...d'altronde non volevi che qualcuno ti facesse domande?
adesso mostrami di che pasta sei fatto...
 
 
#25 sandro 2013-02-23 22:42
perche non chiedete al figlio del sindaco di valenzano che era l'ingeniere dell'arpa che aveva un rapporto scritto dell'inquinamen to di balice nel cassetto del comune di valezano che razza di gente :P
 
 
#24 operaio comune 2013-02-10 21:26
MA COSA NE SAPETE VOI PENSATE CHE LORO VOLESSERO VERAMENTE FARE UNA DISTILLERIA LORO VOLEVANO SOLO FARE DIVENTARE QUEI TERRENI AGRICOLI A TERRENI INDUSTRIAL PER POTERLI VENDERLI A UN PREZZO MAGGIORE D'ACCORDO CON UN INGENIERE DEL COMUNE DI ACQUAVIVA
 
 
#23 operaio comune 2013-02-09 22:38
eppure la vogliono farla franca pur sapendo che noi sappiamo dove avete scaricati centinaia di tonnellate di concentrato vero balice michele e figli ma nessuno cè lò chiede per esempio nel fondo di mile........... ............... ........sequalc uno cè lo chiede siamo libri aperti''
 
 
#22 SANDRO 2012-08-02 11:48
....GLI OPERAI ASPETTANO ANCORA LA LIQUIDAZIONE, E DALLA DISTILLERIA BALICE GIORNALMENTE ESCONO ENORMI CAMION CONTENENTI FANGHI ED ALTRO SICURAMENTE NOCIVI PER LA NS SALUTE.. MA DA DOVE TIRANO FUORI QUESTI PRODOTTI? LA DISTILLERIA BALICE HA DA CIRCA 2 ANNI DISMESSO I PROPRI IMPIANTI DI DEPURAZIONE. FORSE HA DELLE VASCHE INTERRATE PIENE DI QUESTA SCHIFFEZZA? MAGARI ALTRI SERBATOI SEMPRE PIENI? MA L'ARPA, L'ASL I CARABINIERI DEL NOE, IL CORPO FORESTALE DELLO STATO, LA POLIZIA PROVINCIALE QUANDO, DICO QUANDO FARANNO UN DECENTE CONTROLLO ALLA DISTILLERIA BALICE DI VALENZANO? MA CHE FANNO DORMONO DI CONTINUO? NELLA DISTILLERIA CI SONO INNUMEREVOLI VASCHE INTERRATE CHE CONTENGONO QUESTI VELENI CHE SOLO UNA ATTENTA E PUNTUALE RICOGNIZIONE PUO' FAR EMERGERE. E' UNA DISCARICA AUTORIZZATE E FORSE PROTETTA?MA DA CHI? E VOGLIAMO DIRE DELL'AMIANTO CHE RICOPRE ANCORA UN CAPANNONE? SE QUALCUNO LEGGESSE MAI QUESTO MESSAGGIO E VOLESSE INTERESSARE GLI ORGANI PREPOSTI AI CONTROLLI? MA IL SINDACO DI VALENZANO ...CHE FA' DORME ANCHE LUI? L'INTERA AREA INDUSTRIALE DELLA DISTILLERIA BALICE E' TUTTA UNA DISCARICA A CIELO APERTO. A PRESTO...CIAO A TUTTI I MIEI COMPAESANI VALENZANESI E NON...
 
 
#21 genaRO 2012-07-25 18:17
e gli operai aspettano ancora la licqudazione che shiffo
 
 
#20 SANDRO 2011-11-04 13:02
A PROPOSITO DEI REATI COMMESSI DAI SIGNORI BALICE... SAPETE CHE CIRCA 15 ANNI OR SONO IL SIG. TANGORRA MICHELE DI VALENZANO, EX OPERAIO DELLA DISTILLERIA, MENTRE LAVORAVA(A NERO NATURALMENTE) IN UNO DEI TERRENI DEI BALICE,MORI' AVETE CAPITO BENE? PERSE LA VITA PERCHE' CERCAVA DI SPEGNERE UN INCENDIO CAUSATO DA PRODOTTI DI SCARTO DELLA DISTILLERIA. I SIGNORI BALICE NON FECERO NEANCHE UN TELEGRAMMA AI FAMILIARI DEL POVERO MICHELE (GRAN LAVORATORE E PERSONA ONESTA)E ANZI DISSERO AI FIGLI DEL DEFUNTO CHE ERA MEGLIO STAR ZITTI SULL'INCIDENTE ALTRIMENTI L'INPS AVREBBE BLOCCATO LORO LA PENSIONE(MISERA ). INDAGASSERO SU QUESTO I CARABINIERI DI VALENZANO... A PRESTO
 
 
#19 sandro 2011-09-17 13:14
posso dire la mia ma la legge se vuole sapere ciò che la distileria balice combinava perché non fa parlare gli operai e i ragionieri.
 
 
#18 sandro 2011-09-17 13:11
ma posibile che nesuno fa niente. eppure sanno tutto.ciò è la minima parte di quello che hanno combinato.
 
 
#17 sandro 2011-09-17 13:08
scusate ma sapete che balice ha trufato sia lo stato che il paese e gli operai?
 
 
#16 sandro 2011-09-17 13:06
scusate ma vedo bene.balice chiede i danni.e i danni dei teritori inquinati chi li paga?
 
 
#15 sandro 2011-09-16 18:30
sono un ex operaio della distileria balice.mi hanno licenziato senza motivo.e sto in mezzo a una srada. ma lo sapete che la distileria balice ci faceva lavorare sotto all'amianto. e i controlli preposti sapevano tutto.e noi operai lavoravamo.(mi domando ma fra 10 o 20 anni se mi sucede qualcosa chi mi paga?). c'è ne molto da raccontare della distileria balice.arrestat eli
 
 
#14 luca 2011-09-16 18:23
comunque voglio dire alla legge e ai signor balici che con tutti gli operai e tutti i ragionieri che lavoravano in azienda della distileria balice ci stiamo unendo per formare un nucleo per far causa alla distileria. e tutto ciò che ne comporta. cio lavorazione scarichi.
 
 
#13 luca 2011-09-16 18:15
voglio sapere dalla legge italiana a cominciare dai controlli ma quando devono venire a controlare queta ex cava dietro il cimitero di ceglie del campo.?C'è fango scaricato dalla distileria balice.(mi domando hanno rubato ai cittadini, agli operai documentabili e allo stato che siamo noi tutti.e non gli arrestano ancora. è tutto documentatto.bo ooooooooooooooo h!
 
 
#12 todi 2011-09-16 18:06
mi chiedo sono un operaio che ha lavorato in distileria Ballice. Ma sapete che Balice vuole dei soldi da Acquaviva? ma sapete che noi umili operai ci debono dare ancora la liquidazione? con tutte le carte risulta che manca il tfr e la distileria balice mo vuole pure i soldi. ma a noi quando ce li da?ma lo sapete che il cosi detto signor balice michele. (ladro) è stato arestato. ma non è che i soldi sono andati in galera.ma lo sapete che ci hanno buttati fuori da oggi a domani.tutti i balici debbono esere arrestati.perch e su tutto il territorio di ceglie del campo.cassano murgea portavano camion e camion di fanghi nocivi.per oltre 30 anni.a ceglie del campo dietro il cimitero ce un ex cava piena di fanghi dimosrabile.(ba sta che inseriscono una sonda di un paio di metri).ma la legge dove sta?(bisogna solamente arrestare i delinquenti.
 
 
#11 DIABOLIK 2011-07-06 09:22
CHE CORAGGIO CHE HANNO QUESTI BALICE! CHIEDONO UN RISARCIMENTO DI 11 MILIONI DI EURO PER UNA MANCATA AUTORIZZAZIONE. SIC. DOMANDA. ED I CITTADINI DI VALENZANO E LA STESSA AMMINISTRAZIONE QUANTO DOVREBBERO CHIEDERE LORO PER I 30 ANNI DI SMALTIMENTO ILLECITO DEI LORO RIFIUTI, PER TUTTE LE SERATE ESTIVE PASSATE CHIUSI IN CASA PER NON RESPIRARE LE MALEODORANTI ESALAZIONI A CUI SONO STATI SOTTOPOSTI I POVERI VALENZANESI? ALTRO CHE 11 MILIONI DI EURO!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI