Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

LA GIOVANE ITALIA DI ACQUAVIVA VOLA A BRUXELLES

brux9 

La Giovane Italia di Acquaviva a lezione al Parlamento Europeo. Non una semplice gita scolastica ma una tre giorni (da Lunedì 6 a Mercoledì 8 Dicembre) di formazione politica in una delle sedi culla della democrazia del vecchio continente. La delegazione di ragazzi del centro destra acquavivese, presieduta dal Segretario locale Mario Radogna, è stata ospite a Bruxelles dell’eurodeputato Raffaele Baldassarre (Vice-Presidente Commisione Europea). Ogni anno i parlamentari europei hanno a disposizione un budget destinato a promuovere e divulgare l’attività dell’UE. Assieme ai ragazzi del Pdl di Acquaviva hanno partecipato numerosi amministratori locali del centro destra pugliese tra la provincia di Bari e quella di Lecce.

Si è creata una grande sinergia- ha affermato Radogna- tra la locale Giovane Italia e l’On. Baldassarre il quale è rimasto davvero soddisfatto per il lavoro e l’interesse profuso nel realizzare un importante conferenza  (http://www.acquavivanet.it/politica/731-fondi-europei-2010-2013-quale-futuro-per-acquaviva.html) sui fondi europei ad Acquaviva”.

La rappresentanza di ragazzi e ragazze acquavivesi dunque ha avuto la grande opportunità di entrare in una delle sedi della Politica (quella con la P maiuscola) europea e di capirne il funzionamento. Il Segretario della Giovane Italia Acquaviva, entusiasta dell’esperienza vissuta, ci ha raccontato le giornate trascorse a Bruxelles.

Nel nostro primo giorno di permanenza  ci è stata spiegata l'importanza del diritto comunitario e della nuova Europa del Trattato di Lisbona; il giorno seguente l’On. Baldassarre ci ha ospitati in una conferenza presieduta dal Direttore Generale per la Commissione Europea dell’Energia Pedro Ballesteros Torres e il Responsabile Europeo dei Fondi Comunitari destinati all’Obbiettivo Uno, dott. Pasca; la conferenza ha toccato parecchi temi tra cui turismo, ambiente e soprattutto l’ energia (la Commissione Europea ha lanciato il progetto Patto dei Sindaci- Convenant of Mayors per ridurre l’emissione di gas serra in tutte le principali città europee)”.

brux2

Insomma una autentica “gita di istruzione” che ha mostrato ai ragazzi della Giovane Italia quante possibilità di sviluppo economico-sociale l’Europa offre alle amministrazioni locali.

Infatti anche Acquaviva delle Fonti può, anzi deve accedere ai finanziamenti europei. Molto probabilmente i cittadini acquavivesi non sanno che l’Europa ha già fatto molto per il nostro territorio (basti pensare all’insediamento della zona industriale interamente finanziata dai finanziamenti comunitari, ma anche la rete fognaria ecc..) e può fare ancora molto.

 Spetta ai nostri amministratori tracciare la rotta e accedere attraverso la Regione Puglia a tali fondi. Occorre però presentare idee e progetti virtuosi in cooperazione sinergica di privati che siano in grado di valorizzare le potenzialità inespresse del nostro territorio e trainare uno sviluppo economico che stenta a decollare.

Ma questo deve avvenire soprattutto attraverso una completa e capillare informazione. Come stabilito dall’UE le Regioni hanno il doveroso compito di mettere a disposizione attraverso regolari bandi pubblici i finanziamenti comunitari a cui ogni ente pubblico o privato può accedervi presentando progetti validi e conformi ai sette assi portanti della nuova Strategia di Lisbona. È compito anche degli enti locali informare attraverso i propri siti istituzionali della presenza di questi bandi che vengono pubblicati regolarmente sul BURP (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia). Amaramente registriamo che il nostro sito istituzionale è carente in tutto questo a differenza dei siti internet dei comuni dei paesi viciniori.

A questa carenza informativa da parte delle istituzioni, Mario Radogna, ha dichiarato che vorrebbe mettere fine impegnandosi personalmente e accettando la proposta della nostra redazione di farsi promotore di una concreta iniziativa: la creazione di un punto “Informa-Europa” (Europe-point) dove mettere a disposizione di tutti i cittadini i numerosi bandi e progetti europei.

Radogna ha cosi dichiarato: “nel momeno in cui la Giovane Italia si doterà di una propria sede allestirò personalmente uno sportello Europa; d'altronde se il Comune di Acquaviva mi venisse incontro potremmo allestire questo importante ufficio nell’Ala Nord di Palazzo De Mari che al momento non è utilizzata”.

La Giovane Italia che in questo periodo è uno dei pochi gruppi giovanili locali (anche se di numero risicato) che si sta proponendo in più occasioni, proporrà ad anno nuovo un ennesimo incontro con l’On. Baldassarre, nel quale l’Eurodeputato spiegherà alla cittadinanza l’importanza della Direttiva Europea adottata dal Parlamento Europeo quest’anno per “il ritardo dei pagamenti tra privati ma soprattutto tra imprese e pubblica amministrazione”.

Radogna ha infine espresso un caloroso ringraziamento al vice-coordinatore locale della Giovane Italia Danilo Pastore e agli altri ragazzi che hanno partecipato con interesse e passione a questa importante avventura europea.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI