Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

PROVVEDIMENTO DIRITTO ALLO STUDIO 2011: APPROVATO

DSC00014

Un consiglio comunale convocato con procedura d’urgenza quello di martedì 14 Dicembre 2010 per presentare per tempo in Regione il programma relativo agli interventi per il diritto allo studio 2011.

Dei nove punti all’ordine del giorno sono stati presi in esame soltanto i primi tre in una seduta consiliare chiusa oltre la mezzanotte, che ha visto l’assenza del cons. Michele Petruzzellis e dell’ass. Alberto Della Corte. Una discussione che ha avuto in più momenti toni accesi, e una momentanea sospensione con l’uscita dall’aula del presidente Maurizio, provocazioni e polemiche sterili che sembrano le battute di un copione che si ripete ormai in ogni seduta.

Ad aprire i lavori il cons. Carucci (SEL) che rivolgendosi al presidente del consiglio lo ha invitato a comunicare ai capigruppo per tempo utile le convocazioni delle Commissioni in modo da “essere messi in condizione di sapere e poter partecipare”. Un invito pienamente recepito.  Il cons. Montenegro T. (PdL), chiedendo la parola, ha messo in evidenza che l’Amministrazione deve prodigarsi per l’affissione di manifesti che avvisino la cittadinanza degli argomenti trattati nel Consiglio Comunale in modo da seguire l’andamento delle attività amministrative.

Approvato all’unanimità dei presenti il 1° punto all’O.d.G relativo al ‘Verbale del 13 Luglio 2010’.

Per portare a compimento il 2° punto all’O.d.G.Programma Comunale di Interventi per il Diritto allo Studio 2011’, letto dall’ass. Pietroforte, si è arrivati invece dopo tre ore di lavori consiliari. Un ambito quello dell’Istruzione, delicato, che racchiude in sé molti servizi, dal trasporto scolastico extraurbano, al servizio mensa, al finanziamento delle scuole paritarie e dei numerosi progetti educativi del P.O.F. e di sostegno protocollati e inseriti nella camicia.

Il cons. Borreggine (IdV) ha chiesto chiarezza relativamente al servizio di trasporto, “non si evince quale sia l’utenza che usufruirà di questo servizio e quali località saranno coperte”. Solazzo (I Giovani per Petruzzellis) ha precisato, “Noi diamo per certo il contributo regionale, ma cosa si verifica se adottiamo una delibera di questo tipo?Se il contributo non ci viene poi elargito? Propongo di aggiungere dopo il punto 2) ‘previo accertamento della relativa contribuzione regionale’”. Il prof. Carucci esprime le sue perplessità in merito, il programma “è molto sommario, manca la giustificazione di spesa dettagliata per il servizio trasporti, così come l’estrema genericità di alcuni progetti delle scuole acquavivesi”.

Il cons. Caporusso (UDC) come presidente della II Commissione ha poi richiesto di integrare la delibera inserendo due progetti scolastici non inseriti nell’elenco. La dott. ssa Ventura dirigente di Settore intervenendo ha detto che “quest’anno in Regione siamo in una situazione transitoria, non ci creiamo aspettative, fondi non ce ne sono, non per questo non bisogna però richiederne”.

F. Montenegro (PdL), prendendo la parola, ha detto di essere allibito, “domani il provvedimento deve trovarsi in Regione, noto a malincuore che siamo in alto mare. Viene chiesto l’inserimento di altri due progetti senza la previsione delle voci di spesa e non credo avremo il trasporto scolastico garantito, un cavallo di battaglia della sinistra”. Provocatoriamente ha, poi, chiamato in causa il primo cittadino chiedendo di assumere l’impegno di trovare nel Bilancio somme per garantire tale servizio. “Gradirei che il provvedimento che ci apprestiamo a votare abbia tutti i crismi per poter essere accolto in Regione!”

Il cons. Pistilli dopo la parentesi della Bilancia Virtuale, riferendosi ai progetti presentati dalle scuole “voglio sperare che i progetti che sono stati esclusi, lo siano stati secondo un criterio di selezione culturale e non secondo criteri politici, di simpatia o clientelari. Le sistematiche disattenzioni mi preoccupano.”

“Stiamo deviando su binari falsati- ha riferito Cassano-  è necessario  evitare di fare eccessiva polemica in questa fase, dobbiamo cercare di collaborare per portare domani in Regione la documentazione”. Solazzo, “non siamo qui per ostacolare le iniziative, non vogliamo fare polemica, vogliamo solo certezze; del resto ben venga il realizzarsi di questi progetti“.

DSC00018

Deve prevale una priorità che  la scuola e il diritto allo studio sia garantito in una comunità. Questa delibera con gli emendamenti di cui è arricchita con progetti di altissima qualità- ha puntualizzato Carucci nell’intervento di replica. C’è stata una leggerezza imperdonabile, ringraziamo il cielo che siamo riusciti a rimediare in consiglio. Che venga recepito il metodo del rafforzamento contabile. Il consiglio deve essere unito per l’approvazione di questo provvedimento, deve però fare l’impossibile per  sopperire al mancato intervento di finanziamento totale o parziale dei progetti e servizi. SEL –ha concluso Carucci- vota a favore pur mantenendo aperte perplessità!”.

Pistilli, “il nostro voto è favorevole, non è nostra intenzione creare una corsa ad ostacoli per questa amministrazione”. Tria, “per noi il diritto allo studio è fondamentale, che sia garantito ad una fascia più  ampia di utenti concentreremo le nostre Energie per garantire queste progettualità, a nome della maggioranza voteremo favorevolmente”. “Abbiamo sollevato eccezioni non pretestuose, F. Montenegro per il PdL voto favorevole, bisogna operare per il bene dei cittadini”. Attollino per l’UDC non in aula  al momento della votazione.

Il provvedimento sugli interventi al Diritto allo Studio è stato approvato all’unanimità dei presenti.

A breve la 2° Parte del Consiglio Comunale, relativa al 3° punto all'O.d.G.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI