APPROVATA SALVAGUARDIA EQUILIBRI DI BILANCIO 2010

6_consiglio_comunale_2010

Un Consiglio Comunale  tedioso  e poco produttivo quello di ieri sera, durato ben 7 ore dalle 17,00 alle 00,30. Una seduta consiliare che ha registrato una prima gradevole novità: il risveglio della maggioranza soprattutto nella figura dei giovani consiglieri che forse non avranno gradito le parole al vetriolo, rilasciate dal dott. Petruzzellis, nel corso di diverse interviste. Un assise, però, dominata sul piano dialettico ancora dall’Opposizione. Alla collaudata coppia d’attacco Pistilli-Carucci si è aggiunta un arma in più, che dovrebbe far tremare questa amministrazione. I primi segnali di pericolo per la coalizione di centro-sinistra si sono chiaramente materializzati nel consiglio di ieri che ha visto un vigoroso Petruzzellis contestare le irregolarità tecniche in materia di Finanza e Bilancio,minacciando di denunciare nuovamente l’amministrazione Squicciarini alla Corte dei conti.

All'ordine del giorno dei lavori dell’assise, vi erano i seguenti punti:

  1. l'approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio relativi all'esercizio finanziario 2010;
  2. l'intitolazione di una via cittadina a Mons. Giuseppe Ciccarone (Don Peppino);

  3. l'istituzione di una commissione speciale ex art. 57 del regolamento inerente il servizio di gestione del canile comunale;
  4. interrogazioni, le n.14 – n.15 – n.16.

 

Lungo ed estenuante dibattito, quello consumatosi ieri in aula consiliare, tra maggioranza ed opposizione, per esaminare ed approvare la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2010. Il Comune è chiamato, come ogni anno, ad effettuare entro il 30 Settembre due importanti verifiche.

La prima verifica riguarda lo stato di attuazione dei programmi dell’Ente rispetto alle previsioni di bilancio. La seconda attiene invece, al mantenimento del pareggio finanziario, nonché degli equilibri stabiliti in bilancio per la copertura delle spese correnti e per il finanziamento degli investimenti.

Il Sindaco Squicciarini ha sottolineato la volontà della sua amministrazione di non voler sforare il patto di stabilità dell’anno 2010 per non incorrere in altri vincoli e sanzioni che ingesserebbero ulteriormente l’azione governativa. Per fare ciò il governo di centro sinistra ha stanziato un fondo denominato “Fondo patto di stabilità” di 230.000 euro, che non potrà essere impegnato nel corrente anno né per spese correnti né per spese di investimento. Il primo cittadino si è detto certo che il presente provvedimento “assicura l’equilibrio di bilancio riportando dati della gestione finanziaria corrente che non fanno prevedere alla data odierna un disavanzo di amministrazione, né di gestione, in quanto le diverse poste di bilancio dell’esercizio 2010 mantengono nell’insieme un andamento equilibrato di formazione sia delle entrate che delle uscite”. Inoltre, ha proseguito il Sindaco- “questa amministrazione con uno sforzo immane ha garantito la continuità del servizio mensa presso l’asilo nido comunale stanziando circa 3.600 euro”.

L’Assessore ai Servizi Sociali Carmela Capozzo ha precisato che-“si intende stendere il servizio mensa anche per gli alunni della scuola primaria che hanno scelto il modello scuola articolato; pertanto per l’anno 2010/2011ci sarà una ulteriore previsione di spesa di circa 28.000 euro”.

Puntuale, come sempre, è stato l’intervento strettamente tecnico del dott. Petruzzellis il quale ha nuovamente lamentato l’assenza di dati e ha rimproverato il Sindaco e l’intera amministrazione di non aver voluto portare in seduta consiliare il bilancio di previsione 2010 approvato dalla gestione commissariale.

Dato che lei, Sindaco, ha voluto mantenere invariata la programmazione ordinaria, senza voler dare una linea politica a questo bilancio da oggi la chiamerò Commisario”, ha duramente affermato il Direttore della Provincia di Bari evidenziando che sarebbe stato utile all’intero consesso esaminare il preventivo 2010 e approvare qualche variazione di bilancio per poter dare una connotazione programmatica e gestionale all’Ente. Poi il consigliere Petruzzellis visionando la documentazione redatta dal Direttore di Ragioneria F. Capurso ha fatto chiaramente intendere che c’è stata qualche “alchimia” creta ad hoc per far quadrare i conti e pareggiare entrate e uscite che si attesterebbero alla cifra di 481.388 euro. Secondo il leader di centro destra ci sono alcune previsioni di entrate “annacquate”. Opere pubbliche da realizzare ma che non sono concretizzabili poiché i finanziamenti sono teorici, visto che tutto ruota attorno all’alienazione dei suoli della 167. Il dott. Petruzzellis ha poi lamentato la mancanza del riconoscimento e della stima dei debiti fuori bilancio ritenuti, dalla relazione tecnica del Dirigente F. Capurso, ad oggi“inesistenti”.

Come dichiarato in precedenti interviste rilasciate a diverse testate locali, il Direttore Generale della Provincia di Bari ha nuovamente sottolineato l’esistenza inconfutabile di debiti fuori bilancio come quello di 3 milioni di euro per la Lombardi Ecologia, 12 milioni di euro per la Distilleria e infine i debiti relativi all’annosa questione 167.

Ulteriori dubbi sono stati esternati dai consiglieri di opposizione del PdL Montenegro F. e Paradiso lamentando il fatto che si sono stanziati circa 12.000 euro per l’affidamento esterno alla redazione di un bando pubblico per la gestione del servizio igiene urbana.

Il Consigliere di SeL Carucci ha denunciato l’operato di questa amministrazione che “con la mano sinistra mette da parte dei fondi pubblici e con la mano destra li sperpera malamente per capricci di dirigenti comunali lautamente pagati”.

Il Sindaco ha tenuto subito a precisare che il bando non può essere redatto da uffici di competenza comunale poiché mancherebbero le qualità professionali a fare ciò.

Su tale vicenda si potrebbero delineare scenari e ipotesi di qualunque natura, ma in assenza di dati certi e incontrovertibili sarebbe del tutto inutile e sterile montare supposizioni e dietrologie di qualunque genere, anche se chiarezza dovrà essere fatta.

Come affermato polemicamente da Carucci “se questo sindaco non riesce a imporre la sua volontà ai dirigenti comunali vuol dire che non è adatto a fare il Sindaco”.

Non è certamente mancata anche oggi la replica dell’ex. Sindaco Pistilli, il quale, ha tenuto a precisare come la “tanto decantata discontinuità con l’amministrazione di centro destra fosse stata completamente disattesa alla prova dei fatti. Questa gestione- ha proseguito il consigliere Pistilli,- non si distacca né da quella del commissario né tanto meno dalla mia; c’è un assenza, un vuoto assoluto di decisionismo politico e programmaticità”.

Il consigliere di maggioranza Attollino (UDC), ha esplicato diversi dubbi risalenti già all’insediamento di questa amministrazione e che hanno portato, qualche tempo fa a duri contrasti all’interno della maggioranza, che portarono a boicottare uno dei precedenti consigli comunali da parte dei due componenti dell’UdC. “E’ vero il bilancio 2010 prevede opere finanziate con la vendita delle aree 167; senza questi ricavi la nostra azione di governo è ingessata; occorre risolvere legalmente il contenzioso tra Comune, proprietari e assegnatari" ha infine affermato l’esponente dell’UdC.

Dopo circa 4 ore di discussione consiliare si è passati alla votazione, che non ha visto alcun cambiamento in merito negli schieramenti. Il primo O.d.G. è stato approvato con 11 voti della Maggioranza e 8 voti contrari dell’Opposizione.

Anche se, negli anni le amministrazioni e le persone cambiano, le assemblee consiliari restano sempre le stesse. Il leitmotiv è sempre identico e protagonista della scena: astio tra le parti, assenza di cooperazione, inutili e sterili polemiche e scontri dialettici tra l’ex. primo cittadino e la coalizione di centro sinistra. Servirebbe ben altro atteggiamento per risolvere gli innumerevoli  problemi che affliggono il nostro paese.

 

Approfondiremo gli altri due punti all’O.d.G. nei prossimi articoli.