"I NUOVI AMMINISTRATORI SONO GIOVANI E INESPERTI"

IMG_7475opt

A distanza da una settimana dallo scorso consiglio comunale del 21 settembre, continuiamo i nostri approfondimenti sugli atti discussi e approvati. Abbiamo pertanto incontrato il consigliere Michele Petruzzellis, per avere ulteriori chiarimenti sull’esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2009. Tutti ricorderanno che questo ordine del giorno doveva essere approvato già nell’ultimo consiglio svoltosi a Luglio 2010. Fu proprio il Direttore Generale della Provincia di Bari a chiedere un rinvio per l’approvazione e a pretendere dal Direttore di Ragioneria del Comune (dott. F. Capurso) una relazione tecnica del consuntivo 2009. Durante l’assise di Martedì scorso, il dott. Petruzzellis avanzò nuovamente dei dubbi e delle perplessità riguardanti alcune imprecisioni e irregolarità nella forma del documento presentato in aula. Mancava a suo avviso un allegato, previsto dalla legge, che contenesse i nomi dei creditori o dei debitori del nostro Comune. In pratica il Direttore della Provincia di Bari voleva una relazione nella quale ci fossero scritti i nomi delle società debitrici o creditrici e gli atti causativi che hanno fatto scaturire tali crediti o tali debiti.

Come sottolineato da una relazione della Corte dei Conti vi sono debiti e crediti accumulati dal 1998 che non sono stati ancora riconosciuti. Occorre, con priorità assoluta, verificare l’esigibilità di tali pretese creditorie o debitorie. È necessario appurare che tali debiti o tali crediti siano andati in prescrizione, migliorando o peggiorando le condizioni reali del patrimonio comunale, a seconda che siano crediti o debiti da eliminare. “Come  esponente della Minoranza avevo chiesto solo questa cortesia, visto che comunque mi occupo per professione di queste problematiche”-ha sottolineato Petruzzellis.

Poi, il leader del Pdl Acquaviva ci ha spiegato che vi è una impresa che vanta crediti per circa 3 milioni di euro nei confronti del nostro ente. Questa situazione è stata “nascosta” per diversi mesi da parte del Sindaco e per tale motivo il dott. Petruzzellis ha deciso di far mettere a verbale una denuncia alla Corte dei conti per “omissione di atti di ufficio”. “Non è positivo nascondere al Consiglio e all’intera comunità una questione di tale importanza; quell’importo è pari quasi a metà di un bilancio annuale più si aggiungono i debiti della 167, la situazione si aggrava sempre di più per il nostro Comune”.

A proposito delle condizioni finanziarie del nostro ente, il Direttore della Provincia di Bari smettendo di vestire i panni del politico e ritornando ad indossare le vesti del burocrate di professione con estrema serietà ci ha spiegato che se non si risolve in fretta e con esito positivo la “questione 167, si paventa per il nostro Comune il temuto rischio del dissesto finanziario. È bene ricordare che l’amministrazione Squicciarini ha basato il piano triennale delle Opere Pubbliche sulla vendita delle aree della 167. Ovvero, come tiene a specificare il consigliere Petruzzellis ,-“ questo governo ha basato la propria azione su soldi che non esistono; è questo il fumo che sta vendendo ai cittadini questa maggioranza”.

Infine una critica ai nuovi amministratori giudicati “giovani inesperti” e “senza una visione politico-amministrativa virtuosa e lungimirante”.