Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

CASSANO,RISPETTIAMO IL PROGRAMMA ELETTORALE

DSC08367

Nello scorso consiglio comunale tenutosi Martedi 21 Settembre, il consigliere Filippo Cassano, della Compagnia delle Arti, si è astenuto dalla votazione del primo O.d.G. relativo all’esame e approvazione del Rendiconto Finanziario 2009. Inoltre lo scorso 30 Agosto, ha presentato al Sindaco e alla maggioranza dieci mozioni relative al programma elettorale della sua coalizione politica. AcquavivaNet ha deciso di intervistare l’ing. Cassano al fine di comprendere le reali motivazioni che lo hanno spinto ad agire in tale maniera.

Occorre ricordare ai lettori che la Compagnia delle Arti non è un partito politico, ma un associazione di professionisti locali che nel corso degli anni ha sempre cercato di dare il proprio contributo dall’esterno alle varie amministrazioni comunali, mettendo a disposizione il loro sapere e le loro competenze tecniche. La decisione di presentarsi alle elezioni come lista civica è maturata a seguito delle scottanti delusioni ricevute nel corso degli anni da rappresentanti politici sia di centro destra che di centro sinistra. “Noi da circa 15 anni abbiamo presentato e proposto vari progetti per cercare di risollevare la nostra comunità dal declino socio-economico e culturale in cui da anni è sprofondata”,-ha sottolineato l’ing. Cassano. Progetti che non hanno ricevuto la giusta attenzione dai governi cittadini del passato a causa di “logiche partitiche”e “miopia degli amministratori”. “Abbiamo quindi deciso, -ci ha spiegato il consigliere,- di penetrare all’interno di una coalizione politica che prendesse a cuore e condividesse le nostre idee e istanze; abbiamo scelto di coalizzarci con il centro sinistra perché abbiamo ricevuto particolari attenzioni e i nostri progetti sono stati inseriti tutti nel programma elettorale, che per noi è Vangelo”. Le 10 mozioni presentate, a detta del consigliere Cassano, servono proprio da “stimolo all’immobilismo di questa maggioranza”. Una stasi e passività iniziale, dovuta principalmente ai “vincoli posti dal patto di stabilità e dall’inesperienza della maggior parte dei nuovi amministratori”.

Di particolare interesse economico, culturale e sociale sono le mozioni presentate dalla Compagnia delle Arti, protocollate lo scorso 30 Agosto, e non ancora discusse. Vediamone alcune:

'pregiudiziali amministrative e situazioni controverse riguardanti le aree zona 167; fondazione di partecipazione per l’economia della cultura denominata “Età di Pericle”; paradigma regionale e stasi della pianificazione per lo sviluppo locale; protocollo d’intesa previsto dal Piano Paesaggistico Territoriale della Regione Puglia; promuovere la costituzione di società per azioni per progettare e realizzare interventi di trasformazione urbana; adempimenti di competenza comunale in materia di risparmio energetico e lotta all’inquinamento luminoso; reticolo idrografico e minacce d’acqua da alta pericolosità idraulica e media pericolosità idraulica ad Acquaviva delle Fonti; ambiente e servizi ecologici; capitolato speciale d’appalto per un innovativo servizio di igiene urbana; riconoscimento e assegnazione di marchi di qualità DOP e IGP per prodotti del paniere agricolo locale; personale e formazione professionale: piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare anno 2010'.

A quanto riferisce l’ing. Cassano, queste mozioni sono state “volontariamente” ritirate a seguito di colloqui verbali con il Sindaco Squicciarini, il quale ha assicurato e garantito l’impegno fin da subito a mettere in pratica i progetti e le idee della Compagnia delle Arti. “Ho presentato un istanza per non far inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale le mozioni, che però saranno ripresentate se non vedremo da parte di questa amministrazione segnali positivi”, ha affermato il Consigliere.

La Compagnia delle Arti è stata chiara fin da subito inserendo delle tempistiche da rispettare per realizzare progetti che possano portare benessere socio-economico al nostro territorio. “Noi abbiamo un crono-programma, -ha sottolineato l’ing. Cassano-, se in 18 mesi non si sono concretizzati alcuni progetti che noi riteniamo prioritari, la maggioranza dovrà andare a casa e noi saremo i primi a farlo”.

Infine, poi, per quanto concerne il voto di astensione del primo O.d.G. dello scorso consiglio comunale, il consigliere Cassano ha tenuto a spiegarci, che il suo atteggiamento critico è un atto di denuncia strutturale dell’intero apparato amministrativo-burocratico di Acquaviva e che nulla ha a che vedere con l’attuale maggioranza anche perché l’esame del rendiconto finanziario riguarda la gestione del 2009. “Anche altri consiglieri della nostra coalizione hanno condiviso le mie istanze critiche, però essi hanno deciso di dare parere favorevole per proseguire con l’attività amministrativa”.

Nella documentazione cartacea, presentata dall’ esponente della Compagnia delle Arti all’intera assise nel corso del consiglio, vi era all’ultimo punto una “simulazione del Rendiconto 2009 in considerazione dell’applicazione attualizzata della deliberazione di G.C. n°37/2002”, ovvero quale sarebbe stata ad oggi la condizione economica-finanziaria del nostro ente, se si fossero applicate le condizioni stabilite dalla delibera n°37 per risolvere il contenzioso giudiziario della 167 e vendere tali aree. Una stoccata polemica nei confronti dell’ex. primo cittadino Pistilli, al quale è stato rimproverato anche l’atteggiamento poco responsabile dell’utilizzo di avanzo di amministrazione nel corso degli anni della sua gestione.

L’atto di denuncia del ing. Cassano arriva dopo una sollecitazione della Corte dei Conti, la quale ha rilevato che nel corso degli anni il nostro Comune ha assunto degli atteggiamenti “poco efficienti e irresponsabili della gestione della cosa pubblica”. La Corte dei Conti ha messo sotto accusa l’intero sistema amministrativo burocratico del nostro ente (amministratori, dirigenti e semplici impiegati). Ha inoltre sollecitato a risolvere al più presto l’annosa questione 167 e a riconoscere i numerosi debiti fuori bilancio che nel corso degli anni per incuria e disattenzione degli impiegati comunali, sono stati accantonati e non riconosciuti. Bisogna procedere al riconoscimento di tali debiti, verificare che siano realmente esigibili e cercare di sanarli. Le condizioni critiche del nostro ente dipendono in particolar modo dalla risoluzione della questione 167 e dall’alienazione di tali suoli. Il bilancio triennale delle opere pubbliche è basato proprio su tali risorse finanziarie. Se tale vicenda non si dovesse risolvere al più presto il nostro ente sarebbe in gravi difficoltà finanziarie e si paventa anche il rischio di un dissesto finanziario.

Commenti  

 
#9 ObiWan 2010-09-29 19:37
@giali
benvenga che ci siano amministratori "liberi e indipendenti", però è sotto gli occhi di tutti che gran parte di questa coalizione ha dei vecchi volponi dietro le spalle..troppe le questioni importanti del nostro paese dove sn coinvolte alcuni esponenti che si celano dietro gli aspetti angelici dei giovani amministratori. .non penso sia una casualotà il fatto che la coalizione di centro sinistra ha candidato tanti giovani inesperti nelle sue fila...non crediamo più alle favole..oramai in questo paese ne abbiamo viste di cotte e di crude e chi non vede, significa che vuole continuare a dormire..INTELl IGENTI PAUCA
 
 
#8 giali 2010-09-28 23:51
@ ObiWan
se ammetti che "l'ing Cassano ha ragione...", allora non è completamente vero che chi sta dietro questa coalizione è disinteressato e pensa solo al proprio orticello, per quanto il consigliere che sta li solo ad alzare la mano e a riscaldare la poltrona lo sapevo fare anch'io (alla faccia dei giovani).
 
 
#7 ObiWan 2010-09-28 19:57
l'ing. cassano ha ragione quando dice che i nostri amministratori sono inesperti ma omette di dire che i "signorotti" che stanno dietro a questa coalizione pensano solo al loro orticello disinteressando si del benessere collettivo..sia mo alle solite non è cambiato nulla..eppure speravamo che con questa amministrazione guidata da un sindaco giovane si cambiasse mentalità..ma il sistema è marcio in toto e chi va al governo si "vampirizza" e si omologa al sistema...
 
 
#6 RENZO V. 2010-09-28 16:03
L'ING. CASSANO STA LAVORANDO BENE E PER IL BENE COMUNE, COME DOVREBBERO FARLO TANTI CHE SI SEDIONO IN CONSIGLIO SOLO PER SENTIRE E CHINARE IL CAPO O LA MANO.
SPERO VADA AVANTI PER LA SUA STRADA SENZA RIPENSAMENTI.
 
 
#5 ObiWan 2010-09-28 15:04
al di la dei meriti del giornalista la cosa importante che si evince da questo articolo è la linea del consigliere Cassano. Un Consigliere di maggioranza che nn si accontenta di stare la solo per autoreferenzial ità bensi occupa quella poltrona per cercare di fare qualcosa di buono per il nostro paese, a differenza della maggior parte degli altri che siedono su quella poltrona solo per riscaldarla!!!!
 
 
#4 robyn 2010-09-28 12:50
sono daccordo con "ALEPH", e vorrei sottolineare come anche la linea dell'ing. Cassano sia quella giusta da seguire.
Un'attenzione particolare alla nostra comunita' da parte di tutti ci farebbe solo bene.
Anzi, io vedrei Pretruzzellis come assessore al bilancio e alle finanze, almeno qualcuno renderebbe pubblico le spese che ci sono, e gli sprechi che c'erano e sono in questo comune.
 
 
#3 MaximuS 2010-09-28 00:52
Aleph, concordo con quello che pensi. Io conosco il giornalista e posso assicurare che è una persona molto in gamba.
 
 
#2 giliu 2010-09-27 23:49
cassano...e questi problemi cosi importanti..tan to importanti da farti presentare 10 mozioni..ora che fai li risolvi in privato col sindaco???mbà!! !questa si che è trasparenza!!!
 
 
#1 Aleph 2010-09-27 19:07
Vorrei fare i miei più sinceri complimenti a questo Sig. Petruzzellis per la precisione e la puntualità con le quali informa noi cittadini.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI