Lunedì 16 Dicembre 2019
   
Text Size

Carlucci rilancia Piano del Verde e chiede strumenti per il 5G

Davide Carlucci_640x300

Mentre il mondo della rete, ad Acquaviva, era distratto fra una questione “neomelodica” e un rumoroso “insieme di fatti rilevanti lungo l'Estramurale Molignani” (fra dehors, alberi monumentali da sostituire e lavori di arredo urbano bloccati), nei corridoi di Palazzo De' Mari già si parlava di 5G. Oltre il paese della Cassarmonica, è noto che in tutta Italia ci si sta preparando a quella che viene già definita come la “rivoluzione della rete”: con sperimentazioni già in corso. Come altrettanto in corso è il primo timore sui rischi alla salute.

Oltre il tema salute, argomento da provare ma palesemente di interesse pubblico, si fa anche un gran parlare (sul web) della correlazione fra 5G e verde urbano. Merito del rapporto del “Department for Digital, Culture, Media and Sport” del Regno Unito: dove si afferma che un ampio numero di alberi, in una strada residenziale, sarebbe un possibile intralcio per una nuova trasmissione. Deduzione che a noi resta sicuramente molto distante. Molto “British”... In teoria. Anche se certi spazi poi si annullano se consideriamo, analiticamente da italiani e non più da britannici, l'ultimo accordo fra l'Italia e la Cina per la “Nuova Via della Seta”.

Ovviamente... dopo Londra, Roma e Pechino, torniamo subito al cospetto della Cassarmonica. – E lo facciamo con le parole del Sindaco Davide Carlucci. – Sul futuro 5G nostrano; sulla cura del Verde pubblico; e sulle promesse di un nuovo piano del Verde.

 D. Carlucci_300x300

Quale futuro per il 5G ad Acquaviva delle Fonti?

Davide Carlucci: “Mancano le necessarie informazioni scientifiche sulle conseguenze sulla salute del 5G. Pertanto, prima di dover assumere qualunque decisione su eventuali autorizzazioni all'impianto di antenne, occorre che l'Amministrazione e i cittadini ottengano le dovute rassicurazioni. Se non ci saranno, ci opporremo. Il punto è: con quali mezzi? I Comuni hanno armi spuntate. Per questo è necessario da un lato raccordarsi con gli altri Comuni che stanno lottando contro il 5G, dall'altro chiedere ai nostri rappresentanti istituzionali in parlamento di vigilare e di darci gli strumenti per impedire decisioni prese sulla pelle delle nostre popolazioni.”

 

Dopo il caso delle roverelle in sostituzione ai platani in Estramurale, è possibile meglio vigilare sulla salute degli alberi di Piazza Garibaldi e Piazza Vittorio Emanuele? Si può fare trasparenza sulle politiche del verde pubblico?

“L'intervento in piazza Vittorio Emanuele sarà accompagnato da un attento intervento sui lecci e sul loro stato di salute. Come già detto, stiamo cercando di predisporre un piano del verde generale per tutta la città.”

 

TRA FARE TRASPARENZA E PREDISPORRE.Quanto la politica locale potrebbe, invece, incoraggiare strategie di co-governance fra le associazioni della città per verde pubblico e cultura delle buone pratiche?

“Questa è una buona proposta. Bisogna valutare la possibilità di creare un distretto dell'economia civile che si occupi di questo.”

(Rubrica “Dal Basso”)

Rubrica Ambiente_Etica_Socialit_1

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.