Acquaviva sceglie ancora Emiliano

Avv. Lorenzo_Spinelli

 

Domenica 12 gennaio il centrosinistra pugliese ha chiamato a raccolta il suo elettorato per partecipare alle elezioni primarie atte ad eleggere il candidato presidente della Giunta regionale per la coalizione progressista. Quattrocentodiciotto acquavivesi si sono recati alle urne ed hanno premiato con 381 preferenze il presidente uscente ed ex sindaco di Bari, Michele Emiliano.

Il dato dell'affluenza mostra un calo significativo rispetto alle primarie del 2010 e del 2015 in sostanziale tendenza con il dato medio riscontrato nell'hinterland barese.

 

AcquavivaNet ha incontrato il presidente del seggio elettorale e consigliere comunale in quota "Democratici per Acquaviva", l'avv. Lorenzo Spinelli per un commento caldo sui dati elettorali.

 

Consigliere Spinelli, qual è la sua valutazione politica circa l'affluenza ad Acquaviva e la vittoria di Michele Emiliano?

 

«Domenica 12 gennaio 418 cittadini acquavivesi hanno partecipato alle consultazioni primarie per eleggere il candidato governatore della Regione Puglia ed hanno espresso 381 preferenze al Presidente uscente, Michele Emiliano, 16 preferenze all'ex europarlamentare Elena Gentile, 11 preferenze al sociologo Leonardo Palmisano e 7 preferenze per il consigliere regionale uscente Fabiano Amati; le schede bianche e nulle sono state tre.

 

A mio giudizio, si tratta di un ottimo risultato in termini di affluenza, basti pensare che a Gioia del Colle hanno votato circa 230 cittadini. Ad Altamura i votanti sono stati 434. In comuni quali Gravina e Corato si sono recati alle urne circa 600 persone.

Nonostante i commenti critici di chi dall'altra parte della barricata ironizza sul risultato, i dati non mi preoccupano affatto.

 

Le primarie rappresentano un momento della vita democratica di una comunità che le forze politiche pongono in essere per scegliere i loro candidati. Recentemente, anche il Centrodestra barese ha utilizzato questo metodo per individuare il candidato Sindaco.

La riconferma di Emiliano ed il grande distacco in termini di preferenze rispetto agli altri candidati rivela il buon lavoro svolto in questi anni, lavoro premiato dagli elettori del Centrosinistra che confidano ancora in lui come guida nonostante alcune problematiche ancora irrisolte.

Si è trattato di un lavoro svolto da chi ci crede davvero nella competizione elettorale regionale, in cui ci presenteremo uniti per riconferma Michele Emiliano quale Governatore.»

 

Le operazioni di voto si sono svolte in maniera corretta o vi sono stati episodi problematici per il seggio acquavivese?

 

«Le operazioni di voto si sono svolte con serenità senza grandi problemi. Abbiamo organizzato una riunione preliminare con gli altri componenti del seggio per esaminare i vari documenti. Grazie all'esperienza da loro maturata in altre consultazioni primarie, tutto è andato nel verso giusto.»

 

Come mai hanno designato lei come presidente del seggio elettorale?

 

«Probabilmente la scelta è ricaduta su di me,previa approvazione del comitato organizzatore regionale delle primarie,col fine di coinvolgere soprattuto quella fetta di elettorato civico e non partitico che io rappresento.»