Lunedì 11 Novembre 2019
   
Text Size

Mercato Forex, dopo le tensioni del G20 si torna a respirare

forex

In seguito al G20 che è stato organizzato a Osaka, in terra nipponica, ecco che il mercato Forex può tornare a respirare. È innegabile come la situazione tra Stati Uniti e Cina sia ancora particolarmente tesa, ma la tregua che è stata messa nero su bianco da parte delle due superpotenze potrebbe avere finalmente un effetto positivo anche sul mercato Forex.

Gli atteggiamenti di sfida tra Cina e Usa, tra minacce e dazi a non finire, stavano per coinvolgere anche altri Paesi, come ad esempio l’India, ma in modo particolare stavano per gettare sconquasso non solamente negli equilibri politici, ma anche e soprattutto in quelli finanziari. E un gran numero di trader è stato condizionato negli ultimi mesi proprio dall’andamento incerto che tanti titoli cinesi e americani hanno avuto nel corso degli ultimi mesi sulle varie piattaforme di trading: su https://www.giocareinborsa.com/blog/bitcoin-revolution-rivoluzione-truffa, intanto, troviamo un utile approfondimento sulla rivoluzione di Bitcoin.

 

Dopo il G20 la situazione è più tranquilla

Dopo il G20 la situazione pare essersi tranquillizzata, con la tensione finanziaria che sembra essere decisamente scemata. Non è un caso, quindi, che dopo la chiusura del G20 di Osaka, il mercato Forex abbia mostrato dei segnali positivi grazie alla seconda tregua messa in atto da parte delle due superpotenze Cina e Usa.

Il primo segnale è stato rappresentato dal rialzo della coppia USD/CNY, che ha nuovamente trovato il favore degli investitori. La nuova crescita del valore della coppia ha spostato positivamente l’interesse dei trader sulla coppia di valute, consapevoli che la distensione nei rapporti diplomatici tra i due Paesi potrebbe garantire una ventata di rinnovamento.

Se da un lato la coppia USD/CNY sta risalendo, quella USD/EUR non riesce a seguire un percorso simile. L’euro è sempre stato ritenuto come la moneta di rifugio del dollaro, ma dopo la tregua tra Usa e Cina, ecco che tende nuovamente al ribasso, puntando quota 0,8859, con una netta differenza rispetto all’andamento tenuto negli ultimi mesi.

Stesso discorso per le coppie come dollaro e yen giapponese oppure dollaro e franco svizzero, che tendono ad appesantirsi: gli investitori hanno intuito l’andamento e hanno prontamente modificato le loro scelte. Un’inversione di rotta che è stata portata avanti anche in considerazione dell’opzione, sempre viva, che la FED possa applicare un comportamento meno rigido rispetto al taglio dei tassi.

 

In arrivo un periodo in cui si riconosceranno le tendenze più facilmente?

Il mercato Forex è stato attraversato, nel corso degli ultimi dodici mesi, da una serie di cambiamenti notevoli che hanno provocato variazioni di tendenza delle coppie di valute. Piuttosto di frequente si è trattato di cambiamenti estremamente rapidi, soprattutto in merito alle varie comunicazioni ufficiali legate al conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Anche i trader con maggiore esperienza, di conseguenza, hanno riscontrato una grande difficoltà a riconoscere tendenze e le inversioni di rotta. Ecco spiegato il motivo per cui rimanere costantemente aggiornati su ogni novità legata al rapporto tra Cina e Stati Uniti è molto importante. Consultare dei pareri e dei suggerimenti di esperti e addetti ai lavori permette di avere un quadro più completo sulla situazione generale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.