Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

PEC (Posta Elettronica Certificata): obbligo per le imprese individuali

Pec-posta-elettronica-certificata 

Entro la fine del prossimo anno (31.12.2013) oltre 3 milioni di aziende sono chiamate a dotarsi di Pec, la posta elettronica certificata, in poco più di un anno. Il decreto Sviluppo bis estende alle imprese individuali l’obbligo di dotarsi di una Pec. I provvedimenti del Governo sull’Agenda digitale riguardano anche la Giustizia.

Le notificazioni delle cancellerie avverranno via web, le procedure fallimentari saranno informatizzate per snellire il lavoro dei tribunali. Dal 1° gennaio 2013 il cittadino dovrà indicare alla Pa, come proprio domicilio, un indirizzo Pec per ricevere le comunicazioni.

Oggi sono dotate di Pec quasi due milioni di società, tra le ditte individuali, invece, solo 57 mila hanno un indirizzo telematico.

Dovranno adeguarsi. L’obiettivo è chiaro: tagliare i tempi burocratici e i costi di gestione. La Pec consente di effettuare l’invio di documenti avendo la garanzia di «certificazione» dell’invio e dell’avvenuta (o mancata) consegna.

 

“Dal 20 ottobre 2012 –comunica la CNA di Bari- le imprese individuali che si iscrivono al Registro Imprese o all'Albo delle Imprese Artigiane hanno l'obbligo di indicare nella domanda di iscrizione l'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Mentre le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale alla data del 20/10/2012 possono comunicare al Registro Imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro il 31 dicembre 2013.

Nel caso di presentazione della domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale priva dell'indicazione dell'indirizzo di posta elettronica certificata il Registro Imprese sospenderà la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata.

Siamo in attesa di chiarimenti da parte di Unioncamere in merito alla applicazione della sospensione e delle eventuali sanzioni”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI