Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

CO.FIDI PUGLIA DIVENTA L'UNICO '107' DELLA REGIONE

logo_cofidi 

Le imprese della Puglia hanno una garanzia in più per ottenere credito dalle banche   

 

Da oggi le imprese della Puglia hanno una garanzia in più per ottenere credito dalle banche per la propria attività e crescita economica: il CO.FIDI Puglia (CNA) diventa l’unico “107” della regione, il primo cioè ad avere (in base all’articolo 107 del TUB) i requisiti per diventare intermediario finanziario vigilato e, quindi, l’unico ad avere maggiori credenziali per ottenere finanziamenti dalle banche a favore delle aziende. Lo storico risultato, ottenuto per l’incremento del volume delle operazioni garantite al 31-12-2010, e’ stato illustrato nel corso di una conferenza stampa presso la Camera di Commercio di Bari.

Un Confidi regionale ‘107’ – ha spiegato il direttore di CO.FIDI Puglia, Teresa Pellegrino – offrirà al sistema bancario una controparte solida a livello patrimoniale, con garanzie valide in termini di ponderazione e quindi favorirà un più efficiente accesso al credito delle imprese. A parità di patrimonio le garanzie prestate da un confidi ‘107 sono superiori alle garanzie rilasciate da un confidi ‘106’”. “Oggi si chiude un ciclo importante e se ne apre un altro – ha affermato il presidente di CO.FIDI Puglia, Vito Antonio Santamaria abbiamo avuto una crescita graduale dal 2008 ad oggi in un perdio di crisi. Questa nuova fase sarà ancora più importante e di supporto  per le imprese del nostro territorio”. 

In Puglia il CO.FIDI opera attraverso le 6 filiali regionali, le 30 strutture CNA Bari, i 111 operatori del credito convenzionati e 5 strutture CNA Puglia. Grazie all’importante obiettivo raggiunto crescono le responsabilita’ del CO.FIDI  e della CNA – ha sottolineato il segretario CNA Puglia, Pasquale Ribezzo – in un Paese in caduta libera le piccole e medie imprese sostengono da sole l’impatto con la crisi. Cresce la responsabilità e la tipologia di impresa da assistere, per questo molto andrà fatto per arrivare alla semplificazione degli interventi da parte della Regione”.

A introdurre i lavori il presidente della CNA Puglia, Nicola Di Cristo, mentre ha moderato il dibattito il presidente della Camera di Commercio Di Bari, Sandro Ambruosi: entrambi hanno sottolineato  l’importante traguardo raggiunto dal CO.FIDI Puglia anche grazie alla concertazione tra la CNA, il CO.FIDI, e gli enti.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il vicepresidente della Regione Puglia, Loredana Capone e l’assessore all’Attuazione del programma della Regione Puglia, Nicola Fratoianni.

“Con un ‘107’ le banche si sentono più garantite – ha detto Capone e le imprese hanno accesso più facile al credito; cioè le banche hanno la garanzia che CO.FIDI è un prodotto migliore perché e’ un soggetto di intermediazione finanziaria vigilata”. Secondo l’assessore Fratoianni, “è un’occasione di festa perché il risultato CNA-CO.FIDI è assolutamente  significativo per le imprese su un nodo cruciale come l’accesso al credito. In una fase di crisi, la nascita in Puglia di un Confidi ‘107’ e’ un segno di cambiamento di tendenza,  della capacità’ di crescere”. Erano presenti, tra gli altri, il segretario CNA provinciale di Bari, Giuseppe Riccardi e il segretario dell’ABI Puglia Vincenzo Panzarino.

Obiettivo nel 2011 del CO.FIDI e’ garantire alle imprese 200 milioni di euro di finanziamenti

                                                                       

 

 *Fonte: Ufficio stampa Cofidi Puglia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI