Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Giulia Calfapietro fra gli amici di Ron Hubbard

Logo-Men-Sito

 

La Fondazione "Amici di Ron Hubbard", in collaborazione con il Cenacolo Letterario Internazionale - Altre Voci - e con l' Archimuseo Adriano Accatino della Carale è stata promotrice della Quinta edizione del Premio Poetico Nazionale "Gli Amici di Ron".

Dalla sua nascita, il Premio si pone l’obiettivo di creare una rete artistica-culturale dinamica, grazie all’ausilio dell’arte ed alla sua capacità di creare sinergie emozionali, confronto e conoscenza partendo dal ricordo del grande artista americano.

Poco più che ventenne, Ron Hubbard iniziò la carriera di scrittore professionista che lo portò a pubblicare racconti e sceneggiature di ogni genere. Dominò la scena dell’Età d’oro dei Pulp americani tant’è che intorno agli anni '50, fu tra i pochi scrittori con oltre 200 storie pubblicate. Oltre ad essere maestro dello scrivere, filosofo ed umanitario, ancora oggi viene riconosciuto da molti come uno dei più popolari ed influenti scrittori del XX secolo, con oltre cinquanta anni di carriera e 550 titoli pubblicati.

Il Premio, che si compone di quattro sezioni di scrittura distinte, è oggi uno dei più ambiti nel panorama internazionale e interessa autori provenienti dai più diversi paesi del mondo. Il tema di questa edizione: "Un sorso di vita" e, fra le possibilità di scrittura, quella di un monologo per il teatro.

Giulia Calfapietro, insegnante acquavivese, già autrice di raccolte poetiche, di un romanzo e di vari racconti, si è cimentata per la prima volta nella scrittura di scena, risultando, fra gli oltre 700 partecipanti, nella rosa dei venti finalisti.

Il suo monologo, costruito su un paradosso narrativo evidente ( la protagonista è la morte, ma il pezzo è costruito intorno al concetto della preziosità della vita, in ogni suo momento, sia esso gioia o sofferenza), si dipana, con un ritmo di scrittura pacato e altamente descrittivo, fra riflessioni condivise e colpi di scena, regalando ad ogni lettore spunti di rilettura del proprio vissuto.

La Premiazione avverrà il 27 gennaio 2019, presso Palazzo Parigi a Milano, dove, oltre a decretare i vincitori di ciascuna sezione del Concorso, saranno assegnati Premi speciali relativi al soggetto, alla scrittura, all'originalità della costruzione.

Giulia ha già le dita incrociate!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI