Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Presentato al Don Milani il Progetto Lettura

SDC14524.2


“La lettura crea indipendenza”, questo il nome del progetto presentato sabato scorso nell’auditorim dell’Istituto Statale “Don Lorenzo Milani” di Acquaviva delle Fonti organizzato in collaborazione con il Presidio del libro, l'associazione culturale "a casa di giacinto" le associazioni del territorio.

“Il progetto - ha detto la prof.ssa Mariella Nardulli, referente del territorio già assessore alla cultura- è stato fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Francesca Santolla e dalle docenti promotrici professoresse Calfapietro, Gelao e Santorsola con l’intento di promuovere e valorizzare la lettura in una ottica di cittadinanza consapevole ma anche di opportunità professionale. L'idea- ha poi precisato la Nardulli- nasce dal protocollo d'intesa fra la Regione Puglia, USR, Presidio del libro, Accademia dell'editoria. Vedrà il coinvolgimento di tutti gli studenti del Liceo don Milani e le loro famiglie che potranno prendere parte ad alcune iniziative proposte, con il supporto della professionalità e competenza dei docenti, la guida attenta e competente della Dirigente scolastica e la collaborazione dei Presidi del libro, Comune di Acquaviva, Biblioteca comunale, Università della terza età, Circolo di lettura Il Grillo parlante, Ordine dei giornalisti pugliesi, autori contemporanei italiani e stranieri, professionalità del mondo universitario ed editoriale”.

Un progetto articolato insomma con molti attori che andrà da novembre a maggio. Sono previsti nel corso dell'anno scolastico: workshop tenuti da scrittori, da psicologi, sociologi. Incontri con autore, con giornalisti; gare di lettura ‘Biblio…in rete’ scrittura e un convegno conclusivo sulla promozione della lettura.

Perché un progetto lettura?

“Si legge sempre meno. La Scuola è l’unica opportunità di cambiamento: promuovere la lettura è decisamente un punto di partenza per formare un cittadino consapevole che sviluppi il senso critico, la curiosità, la voglia di conoscenza, la creatività, l’originalità, in una parola l’indipendenza”.

La parola è passata poi alla Dirigente Scolastica prof. ssa Santolla che dopo aver salutato i presenti si è soffermata sul perché di promuovere questa competenza.

A che serve un progetto di diffusione e sostegno della lettura? La Lettura ci dà la possibilità di raggiungere i nostri obiettivi e attraverso una maggiore conoscenza diventiamo autonomi e difficilmente manipolabili. La scuola deve cercare di inculcare il piacere di leggere un buon libro. Buona lettura a tutti quanti voi con questa maggiore consapevolezza!”

“Mi complimento per questo progetto- ha detto prontamente la consigliera metropolitana Francesca Pietroforte- questa iniziativa già a partire dal titolo molto bello e significativo: la lettura crea indipendenza. Sarebbe bello se si creasse dipendenza. Purtroppo i dati forniti dall’ISTAT non sono confortanti: la Puglia è fanalino di coda, è al penultimo posto per numero di lettori 27,1% contro il 40,5 % media nazionale. Siamo una Regione di non lettori sebbene ci siano diversi Festival. Questi elementi sono sconfortanti, dobbiamo porci delle domande, da dove dobbiamo partire? È importante partire dalle scuole, dai ragazzi, anche attraverso le nuove tecnologie a tornare ad innamorarsi dei libri”. La consigliera metropolitana ha poi annunciato: “C’è un progetto della Città Metropolitana che abbiamo finanziato e sarà sviluppato in più di 40 biblioteche del territorio dell’ex Provincia MLOL acronimo di MediaLibraryOnLine. E’ una sorta di archivio digitale, attraverso una tessera che può essere presa presso le Biblioteche aderenti è possibile accedere al prestito digitale di e-book, musica, film, giornali, banche dati, corsi di formazione online (e-learning), archivi di immagini. Gli strumenti ci sono bisogna tornare ad innamorarsi della lettura e dei libri.

A novembre- ha poi proseguito- sarà ospitata a Bari una bella mostra dedicata ad Antonio Gramsci che in questi giorni è a Montecitorio. Sarà possibile vedere non solo i suoi scritti, quaderni del Carcere ma anche i libri e leggere le sue lettere: scriveva a Mussolini e lo implorava di avere libri in carcere. La lettura era per lui libertà, rivendicava la sua indipendenza. Sono fiduciosa , attraverso le scuole e questi progetti io penso che si possa recuperare l’amore per la lettura. Grazie e buona lettura a tutti”.

Presente per l’occasione anche la neo assessora alla cultura ing. Ester Lagioia che ha sottolineato che il Comune promuove queste iniziative a beneficio di tutta la comunità e ricordato i prossimi appuntamenti di Rivelazioni d’ ottobre del 9, 10 e 26 ottobre. Rivolgendosi poi ai ragazzi ha detto: ”la lettura vi dà il modo di volare verso altre dimensioni, di fare viaggi incredibili, non rinunciate a questo beneficio. La lettura vi rende liberi”.

E’ intervenuta infine la prof.ssa Orietta Limitore che fa parte del Direttivo dei Presidi del Libro: “Sono favorevolmente impressionata da questa iniziativa che unisce gli enti del territorio, un progetto di rete.[…] Il problema della Puglia è il corto circuito che si è innescato tra promozione della lettura e incidenza sul territorio. Esiste un tessuto ricco e impegnato ma sta di fatto che non si legge. La sfida dei prossimi anni è rompere questo meccanismo. Far sì che ci sia una ricaduta sul territorio che adesso non c’è. […] Auguro all’iniziativa il successo che merita, saluto tutti, ringrazio per l’invito mi complimento con la prof.ssa Calfapietro, a sua è una realtà giovane ma ben inserita nel territorio e molto molto promettente”.

Conclusa la prima parte è seguito un intermezzo musicale al pianoforte la talentuosa Greta Lobefaro una studentessa del Don Milani che a soli 15 anni ha conseguito il diploma di pianoforte presso il Conservatorio Piccinni di Bari, ha ricevuto 31 primi premi in concorsi internazionali in Italia e all’estero ed è tra i primi 12 a livello mondiale. Unica italiana insignita del titolo di ambasciatrice della musica nel mondo.

Apprendiamo dalla prof.ssa Calfapietro che “oltre agli incontri con l’autore il progetto prevede la realizzazione di ben tre workshop, incontri di riflessione che saranno aperti non solo ai nostri ragazzi ma anche alle famiglie e al territorio: il primo sul ruolo della scuola a cura del dal prof. Trifone Gargano, il secondo a livello psicologico a cura della prof.ssa Gelao e l’ultimo a livello sociale a cura della prof.ssa D’Elia.

“Le lettura e la letteratura- ha detto il prof. Gargano- hanno due nemici: la scuola e la famiglia. La scuola con la narratologia e approccio alla lettura strutturalista che ha ucciso il gusto per la lettura. Le famiglie devono finirla con i pregiudizi sui generi e autori. Dobbiamo leggere di tutto, leggere e basta!”.

“Siamo soggetti che emulano- ha precisato la D’Elia, i bambini che leggono, sono figli di genitori che leggono. Andrebbero educati i genitori a fare laboratori di lettura per instaurare un circolo virtuoso. […] La lettura ci aiuta a conoscere noi stessi. Non possiamo realizzare nulla se non conosciamo prima chi siamo noi. Se non leggiamo non riusciamo a dare il giusto nome ai nostri impulsi. Proveremo insieme a riconoscere le emozioni per riconoscere l’uomo”.

“Nei nostri workshop – ha annunciato la Gelao- vedremo il valore terapeutico della lettura, aiuta a conoscere noi stessi e conoscere le risorse che ognuno di noi ha. Come adolescenti avete difficoltà a riconoscere tutto questo, con la lettura faremo questo lavoro di scavo, porteremo a galla quello che c’è di buono in voi stessi. Decentramento cognitivo: leggere dà la possibilità all’adolescente di comprendere che i propri problemi sono degli altri.[…] Il benessere non è l’assenza di malattia, equilibrio tra le tre dimensioni: fisica, psicologica e socio culturale. Leggeremo ogni dettaglio. Creare ad una indipendenza che crea dipendenza sarà l’obiettivo di questi nostri workshop”.

Un altro momento dedicato alla musica, sul palco Magnolia Acustic Duo: Chiara Ceo accompagnata dalla M° Giuliana Milano.

La Calfapietro ha poi comunicato che gli incontri con l’autore si svolgeranno durante tutto l’anno scolastico: da novembre a maggio. “Avremo la possibilità di ospitare autori e presentare i loro lavori. Al momento abbiamo avuto la sicurezza di poterne ospitare 12: Chiara Curione, Stefano Savella, Mario Artiaco, Nicola D'Agostino, Vito Favia, Pierpaolo Gemmati, Grazia Verasani, Patrizia Rinaldi, Emiliano Poddi, Giovanni Montanaro, Paolo Di Paolo. Alcuni sono qui oggi e per questo li ringrazio. Alcuni studenti del quinto anno supportati da un power point hanno illustrato nel dettaglio gli autori selezionati e le opere. “Decideremo insieme quando presentarli e con quali modalità. Non tutti gli autori verranno presentati qui e per i nostri ragazzi, ci apriremo al territorio.

Un grazie altrettanto grande va a Pasquale e Filippo Donvito della Mondadori Bookstore per il loro sostegno ed il loro contributo organizzativo negli eventi di presentazione”.

Ancora musica e splendide voci: di Annabella Buonomo accompagnata alla chitarra da Fabio Ferrulli e Adriano Sannicandro.

Al più giovane degli scrittori Pierpaolo Gemmati è stato chiesto di regalare ai presenti una riflessione sul valore della lettura.

Tra i partners del progetto c’è anche il Circolo del Grillo Parlante: “una realtà del territorio bellissima che sconfessa tutto ciò che abbiamo detto finora. Che a leggere siano i bambini e con loro i genitori e i bambini più grandi con quelli più piccoli” con avv. Lucrezia Maselli, presidente del Circolo Il Grillo Parlante del pediatra dott. Rocco Saldutti e la piccola Marta che ha portato la sua testimonianza.

“A breve –ha concluso la Nardulli- vi comunicheremo le prime date, concludiamo questa giornata di presentazione con alcune esibizioni di ballo eseguite da parte di alcuni studenti del don Milani”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI