Lunedì 19 Agosto 2019
   
Text Size

Foibe: dibattito “Red Land” con il giornalista Pagano ad Acquaviva

Dibattito Red_Land_320x150

 

D'Antini replica alla Grilli

 

Domenica 10 febbraio si proietta “Red Land (Rosso Istria)”, alle ore 18, presso la Sala Anagrafe di Palazzo De' Mari ad Acquaviva delle Fonti in piazza Vittorio Emanuele II. Evento organizzato dai movimenti politici del centrodestra acquavivese (Forza Italia, Direzione Italia, Cristiani Democratici Liberi, Insieme per Acquaviva, Pistilli Sindaco, Oltre i Poli, IdeAzione, A Viso Aperto), con dibattito finale curato dal giornalista e ricercatore storico Marino Pagano.

Il nome posto a tema resta “Acquaviva ricorda... Comunque!”: in occasione della 'Giornata del Ricordo' normalmente istituita per legge e memore degli esuli del Confine orientale e delle vittime delle Foibe.

Pietro DAntini

In merito a tale orientamento nel tema scelto, nato in sede di Consiglio comunale da un voto contrario della maggioranza a guida Davide Carlucci (per mancata sintonia comune), il consigliere comunale di minoranza Pietro D'Antini, capogruppo consiliare di Forza Italia, replica alla dichiarazione dell'Assessora acquavivese alla Cultura, Bilancio, Smart City, Caterina Grilli: “In data 14 gennaio 2019, la minoranza consiliare composta dai consiglieri D'Antini, Laera, Pistilli, Montenegro, ha presentato una mozione con la quale si chiedeva all'Amministrazione di organizzare il Giorno del Ricordo, una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno, istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, che vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato secondo dopoguerra, e della più complessa vicenda del confine orientale». Tale mozione è stata bocciata dalla Maggioranza Carlucci, la quale non solo ha accusato la parte proponente la mozione di non aver rispetto per i 'morti', ma è stata accusata dall'Assessore Grilli di porre in essere delle iniziative da 'assemblea di istituto'. La minoranza, siccome crede profondamente nel rispetto della vita e condanna ogni forma di prevaricazione e genocidio di cui la Storia del Novecento si è macchiata, ha presentato in data 30 gennaio 2019 una richiesta per l'utilizzo della Sala Anagrafe per il giorno 10 febbraio 2019, dalle ore 18:00 alle ore 22:00, per attuare ciò che era stato proposto nella mozione del 14 gennaio che è stata bocciata e cioè la proiezione del film 'Red Land - Rosso Istria' e successivamente un dibattito moderato da un giornalista. In data del primo febbraio, con nota Prot. 2769, il Sindaco, congiuntamente all'Assessore Grilli, ha inviato una pec con la quale non solo ci concedeva il patrocinio ma ci riconosceva un contributo. Tale azione oltre ad essere politicamente incoerente, vista la bocciatura della mozione, si è dimostrata fuori luogo e contro legge: perché il Regolamento comunale prevede che per la concessione del patrocinio deve essere fatta una espressa richiesta. A tal proposito, in data 2 febbraio 2019, la coalizione di centrodestra, promotrice dell'evento, ha pubblicato un comunicato nel quale ha rinunciato alla concessione di patrocinio, e contributo, perché mai richiesti. E ha evitato al Sindaco di inciampare nuovamente. Nella stessa data del 02/02/2019, l'Assessora Grilli ha diramato tramite il portale AcquavivaNet un comunicato (Clicca qui) nel quale ha cercato goffamente di giustificare l'ingiustificabile e dimostrando nuovamente la sua totale inadeguatezza politica al ruolo che ricopre. Ma l'incoerenza dell'attuale maggioranza è perpetuata quando con pec del 07/02/2019 e successivamente con pec dell'08/02/2019 ha invitato i cittadini a voler partecipare il giorno 10 febbraio 2019, prima alle ore 17:00 e poi successivamente comunicando alle ore 11:30, alla giornata dedicata alla 'Memoria delle Vittime delle Foibe', in cui una corona d'alloro verrà deposta in via Martiri delle Foibe come 'Vittime dell'odio, come a Macerata'. Insomma, un potpourri di incoerenza e inadeguatezza politica senza fine... prima si boccia la mozione e poi si creano una serie di artifici per mascherare la loro ideologia che oscura ogni forma di rispetto della Storia. Pertanto sebbene l’Amministrazione, contravvenendo alla legge, abbia votato contro la celebrazione del Giorno del Ricordo, come minoranza, facendoci personalmente carico delle spese necessarie, consentiremo, a tutti i cittadini che vorranno, di commemorare i martiri delle Foibe e di onorare la loro memoria. Quindi in data 10 febbraio, dalle ore 18:00, in sale anagrafe si terrà la manifestazione che prevede la proiezione del film 'Red Land - Rosso Istria' e successivamente un dibattito moderato dal noto giornalista Marino Pagano. Si invita tutta la cittadinanza a partecipare. Un popolo senza memoria storica è come un albero senza radici. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i rappresentati dei partiti di centrodestra e i movimenti civici che hanno permesso tale manifestazione, e cioè: i consiglieri comunali Pistilli, Laera, Montenegro; i coordinatori Solazzo, Piconio, Montenegro Francesco e Francesco Lopuzzo”.

Rubrica Ambiente_Etica_Socialit

(Ultim'ora – Rubrica “Dal Basso”, Ambiente Etica Socialità.)

locandina evento_Red_Land


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.