Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

Un’Epifania multiculturale

WhatsApp Image_2019-01-06_at_10.12.13_PM

La tombolata multietnica organizzata dai giovani di AC della Cattedrale

 

WhatsApp Image_2019-01-06_at_10.12.00_PM_1Il salone delle feste di palazzo de Mari ha ospitato la prima edizione della Tombolata multiculturale organizzata dai giovani dell’Azione Cattolica della concattedrale di Sant’Eustachio; l’evento si è tenuto nel tardo pomeriggio del sei gennaio, giorno dell’Epifania cristiana. Gli spazi comunali adibiti all’appuntamento hanno accolto un gran numero di partecipanti acquavivesi di tutte le etnie, adulti e bambini riuniti intorno ad una serie di tavoloni, brandenti penne e cartelle da compilare. Presenti all’evento autorità civili e religiose: mons. Domenico Giannuzzi, parroco della concattedrale di Acquaviva delle Fonti Sant’Eustachio, ha introdotto l’evento spiegandone i fini e il modus operandi seguito dai ragazzi. Presenti anche il sindaco, Davide Carlucci, e l’assessore ai servizi sociali, Pasquale Cotrufo, che ha contribuito, coordinandosi con i ragazzi dell’AC, all’organizzazione dell’incontro multietnico.

WhatsApp Image_2019-01-06_at_11.43.36_PMLa tombolata – dichiarano i giovani organizzatori – si colloca all’interno di un percorso, inaugurato a settembre con la “Festa popolare”, di eventi ed integrazioni tra le varie culture e le varie realtà presenti ad Acquaviva. La cena multiculturale, prima iniziativa, si è tenuta precisamente il 3 settembre, il lunedì della Madonna, in piazza dei Martiri; questa iniziativa nasce dalla collaborazione tra due realtà giovanili acquavivesi: i giovani di AC e i Millennials. La festa popolare prima e la tombolata del 6 gennaio son state due occasioni per dar vita a un confronto con le comunità straniere che vivono nel nostro Paese, un momento durante il quale è stato possibile scoprire le loro origini, le loro tradizioni, i loro segreti.

WhatsApp Image_2019-01-06_at_10.11.54_PMNelle parole di Valentina, giovane volontaria AC: “L’atmosfera natalizia ha dato l’occasione di organiz­zare una tombola, espres­sione della tradizione, che può diventare mezzo di co­noscenza e interazione nel­la sua forma più semplice e spontanea: il gioco. Gioco che, con leggerezza, vuole essere un segno, sep­pur piccolo, di accoglienza pro­posto e sostenuto dai giovani. Infatti, l’integrazione sociale, simbolo di progresso, rimane un obiettivo da perseguire co­stantemente e coraggiosamen­te per una trasformazione che oltre ad essere sociale sia an­che profondamente umana.”

WhatsApp Image_2019-01-06_at_10.11.56_PM

I premi a disposizione sono stati offerti dall’assessorato ai servizi sociali di Acquaviva e dai commercianti che hanno aderito al Natale acquavivese, sponsorizzando l’intera iniziativa comunale. La tombolata si è conclusa con l’estrazione dell’Epifania. Il ricavato della raccolta verrà destinato ai progetti di restauro e ristrutturazione della Porta di S. Pietro, di cui la futura apertura è prevista per l’anno corrente.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI