Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

Si inaugura Officine della Legalità, nuovo cantiere di Antimafia Sociale

officne della_legalita


NELLA SALA ANAGRAFE DEL COMUNE DI ACQUAVIVA DELLE FONTI, LUNEDI’ 17 DICEMBRE ALLE 18, SI PRESENTA IL PROGETTO “OFFICINE DELLA LEGALITA’”, UN’OPPORTUNITA’ PER PROMUOVERE INSERIMENTI LAVORATIVI, EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA E MIGLIORAMENTO DEL TESSUTO URBANO.

La cooperativa S.A.I.D. in Raggruppamento Temporaneo di Scopo (R.T.S.) con il Comune di Acquaviva delle Fonti e le associazioni ABUSUAN e ABAP, organizza il percorso di formazione “Officine della Legalità“, nell’ambito del bando “Cantieri innovativi di Antimafia Sociale” della Regione Puglia.

Il progetto sarà presentato, lunedì 17 dicembre alle 18, nella Sala Anagrafe del Comune di Acquaviva delle Fonti, in piazza Vittorio Emanuele II n. 32.

Professionisti ed operatori del settore porteranno il loro autorevole contributo sulle tematiche del progetto. In particolare interverranno: Davide Carlucci, Sindaco del Comune di Acquaviva delle Fonti, Agostino De Paolis, Dirigente della sezione Politiche per le Migrazioni ed Antimafia Sociale della Regione Puglia, Pasquale Cotrufo, Assessore ai Servizi Sociali, Agricoltura e Beni Confiscati del Comune di Acquaviva delle Fonti, Pietro Fragasso, referente dei Beni Confiscati per l’Associazione Libera - Puglia, Giovanna Magistro, ricercatrice sociale, Alessandro Cariello, presidente dell’Associazione Small, Antonia Console, biologa esperta del settore agroalimentare, Luigina Siena, Presidente della cooperativa S.A.I.D., Elvira Tarsitano, Direttore dell’Associazione ABAP e Taysir Hasan, Presidente dell’Associazione ABUSUAN. Il convegno sarà moderato da Clementina Fusaro.

Officine della legalità è un “contenitore” in cui troveranno spazio operazioni di antimafia sociale finalizzate a contrastare diseguaglianze e povertà, interventi di educazione attiva rivolte soprattutto ai giovani, spazio Hub per orientare idee innovative, laboratori volti a migliorare la conoscenza del territorio e a valorizzare il patrimonio culturale per contrastare il degrado sociale, formazione in aula su tema di Agricoltura Biologica ed imprese sociali, attività mirate all’utilizzo di nuovi media e produzioni innovative, formazione on the job e le consulenze di esperti per finanziare tre idee progettuali sostenibili.

Si tratta di un percorso di formazione totalmente gratuito di 2.520 ore, ripartite in due anni, finalizzato alla creazione di nuove opportunità di inserimento lavorativo che interesserà 80 partecipanti tra disoccupati, immigrati e giovani a rischio di devianza. Si svolgerà prevalentemente ad Acquaviva delle Fonti dove saranno coinvolte scuole, associazioni ed imprese del territorio. Strutture confiscate diventeranno le sedi operative e luogo di lavorazione di prodotti agroalimentari biologici. Le iscrizioni sono ancora aperte fino al 19 dicembre.

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , http://www.cooperativasaid.it

 

Facebook: Officine della legalità

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI