Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Celebrata ad Acquaviva la Giornata Mondiale dell’Insegnante

5 ottobre_2018.2

Venerdì 5 ottobre 2018 si è celebrata anche ad Acquaviva delle Fonti la Giornata Mondiale dell’ Insegnante, istituita dall’ UNESCO nel 1994 per sensibilizzare governi ed opinione pubblica circa la necessità di valorizzare il ruolo dell’insegnante nei percorsi di formazione, educazione e guida delle nuove generazioni.

“Il loro impegno – si legge nel sito dell’UNESCO dedicato al tema – è fondamentale per fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti, con l’obiettivo di incrementare il livello di alfabetizzazione globale e ridurre l’abbandono scolastico precoce, contribuendo a migliorare la vita delle persone e a raggiungere lo sviluppo sostenibile”.

L’Istituto Comprensivo “Caporizzi-Lucarelli”, in collaborazione con la Parrocchia Sant’Eustachio e l’Associazione “SENZA ZAINO”, ha scelto di radunarsi in Cattedrale alle ore 18,30 per celebrare una Santa Messa per invocare la benedizione di Dio su tutti i docenti dell’Istituto e della nostra città. In considerazione del recente avvio del nuovo anno scolastico 2018/19, hanno preso parte alla Celebrazione Eucaristica anche rappresentanti delle varie Associazioni del territorio che collaborano stabilmente con tale istituto nella realizzazione di un’offerta formativa integrata dedicata ai ragazzi della città.

L’iniziativa, osservata in più di 100 Paesi al mondo, non ha la pretesa di risolvere le numerose ed ingombranti problematiche della categoria con una giornata dedicata, ma trova le sue radici nella tradizione dell’insegnamento e dell’educazione, beni da salvaguardare anche attraverso la permanente sensibilizzazione dell’opinione pubblica. In ragione di tale salvaguardia questa Giornata celebrativa si è rivelata un momento in cui l’intera comunità scolastica cittadina si è stretta, con gratitudine, attorno ai propri docenti per riaffermare il valore della grande professionalità con cui quotidianamente si spendono per offrire un’istruzione di qualità, unitamente ai valori di rispetto, dignità e solidarietà, propri di ogni sana comunità civile.

Così la prof.ssa Anna Bosco, Dirigente Scolastico dell’Istituto: “Abbiamo voluto radunarci assieme a tutta la comunità scolastica acquavivese in una celebrazione liturgica per chiedere al Signore, che è il Maestro, la benedizione dei percorsi e dei cammini delle nostre scuole per questo nuovo anno scolastico. Ci aiuti a restare uniti, perché questo è davvero l’esempio più grande che possiamo dare ai nostri ragazzi”.

L’iniziativa segue il solco tracciato dalla recente visita al CARA di Bari Palese che ha visto la partecipazione di trenta studenti di terza media e diciassette docenti dell’Istituto, di cui si è fatta promotrice? “Sicuramente sì, ed è quello della cultura dell’incontro. Noi crediamo fortemente che oltre le discipline e le competenze la scuola può insegnare agli alunni le competenze di cittadinanza, e quindi l’ accoglienza e l’incontro con l’altro, perché il mettersi in ascolto reciproco possa aiutare i ragazzi a vivere, obiettivo ultimo dei percorsi di educazione e formazione che la scuola si pone quotidianamente”.

Grande apprezzamento per la pregevole iniziativa è stato espresso anche dal Parroco della Cattedrale don Mimmo Giannuzzi: “Per la nostra comunità è stata un’occasione importante per rinsaldare il legame tra la scuola, la Chiesa e la città in cui viviamo. Ci siamo radunati attorno all’altare per esprimere il nostro ringraziamento agli insegnanti per l’impegno e il servizio nel mondo della scuola e dell’educazione. Come educatori ci affidiamo tutti a Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, perché apprendiamo da Lei come per essere maestri occorra prima farsi discepoli di Cristo, Maestro e Signore!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI