Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

Una guida per gli escursionisti dei cinque sensi

unnamed

 


Cuore della Puglia presenta a Putignano un percorso fra ricette e monumenti

 

IMG 8289.2Un martedì grasso goduto attraverso i cinque sensi nella città del Carnevale, alla scoperta di un percorso turistico che soddisfi interamente i visitatori del cuore della Puglia, l’area meno nota della nostra regione ma che, se organizzata e promossa, attirerebbe migliaia di turisti con i suoi borghi e l’enogastronomia tipica.

Il 28 febbraio nella sala consiliare del Comune di Putignano, l’associazione di comuni “Cuore della Puglia” ha presentato “Percorso turistico dei cinque sensi”, una guida multisensoriale dei comuni di Acquaviva delle Fonti, Andria, Casamassima, Cassano delle Murge, Cellamare, Gravina in Puglia, Putignano, Rutigliano e Turi.

L’idea e il coordinamento sono di Clementina Fusaro, esperta di gastronomia e tradizioni pugliesi, che, come ha spiegato, propone uno studiato abbinamento tra beni e sensi con l’obiettivo di promuovere le visite nel cuore della Puglia in maniera originale e coinvolgente: il gusto con una ricetta della tradizione da gustare in loco o da testare da soli a casa dopo aver acquistato i prodotti tipici; l’olfatto con i profumi di vino e olio di oliva; la vista con l’ammirazione di monumenti, chiese e ambienti naturali; l’udito con la musica e le bande delle feste patronali e delle sagre e infine il tatto delle tradizioni dell’artigianato gastronomico e artistico. “Ciceroni tra i vicoli dei borghi saranno proprio i prodotti tipici, dalla cipolla rossa alla farinella, dal cece nero alla burrata, acquistabili tutto l’anno, e che diventano pretesto per una visita o per un viaggio. La guida farà innamorare con la vista quei turisti che saranno poi stregati dal gusto.”

Quindi prosegue l’impegno dell’associazione “Cuore della Puglia”, con Acquaviva capofila, di consolidare il suo ruolo nel panorama dell’incoming turistico e dell’internazionalizzazione “Siamo partiti tre anni fa - ricorda Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva e presidente dell’associazione - per permettere alle piccole imprese di partecipare ad Expo, in quell’occasione si sono uniti oltre settanta produttori riscuotendo un grande successo di vendita e apprezzamento. La spinta dell’evento internazionale ci ha entusiasmati e convinti che la parte centrale della Puglia può contare sulle piccole e medie realtà enogastronomiche, più genuine e rappresentative della nostra economia. Ora il nuovo obiettivo è ‘Matera 2019’, noi dobbiamo organizzare il paniere da promuovere.”

 

L’associazione ha promosso la creazione di una rete di produttori per esportare e commercializzare, in alcuni selezionati mercati esteri, i prodotti delle imprese associate. Hanno presentato i primi risultati ed anticipato i prossimi obiettivi Massimo Lupis, direttore della rete, e Antonio Santamaria, di ‘ePlatform’ sottolineando il grande successo riscontrato in Germania, come in Cina e nei Paesi Arabi. Prossimamente sarà aperto un negozio permanente a Berlino dove le aziende ruoteranno, mentre nel 2018 si tenterà il Giappone.

 

Soddisfazione è stata espressa da tutti gli attori dell’iniziativa presenti, a partire dal sindaco di Putignano, Domenico Giannandrea, all’Assessore alla cultura Emanuela Elba, che hanno generosamente offerto l’importante vetrina del Carnevale, nel giorno più importante dell’ultima sfilata dei carri allegorici, per promuovere quello che hanno definito “un progetto di integrazione e collaborazione vera, volano per turismo ed economia, basata sulla condivisione di obiettivi e strategie che partono dalla conoscenza reciproca dei paesi limitrofi.”

 

Guida e obiettivi sono stati lodati anche da Rocky Malatesta di Pugliapromozione e Aldo Patruno, direttore del dipartimento cultura della Regione, entrambi presenti per sottolineare i punti di forza dell’associazione ‘Cuore della Puglia’ il cui percorso già risponde a molti dei punti del programma e obiettivi regionali. Alcuni preziosi suggerimenti giunti dai due esperti sono: allargare la rete alle società di servizi e alle agenzie di incoming per creare pacchetti turistici, una maggiore integrazione dei territori, puntare ad un turismo che pernotti almeno una notte e la creazione di una mascotte.

 

Acquaviva è ottimamente rappresentata nella guida con: azienda agricola Tenute Chiaromonte, Cantine Polvanera, Primus produttore del "Nettare di Vino", Produttori Agricoli Associati Società Cooperativa, Oleificio Sociale Intercomunale, Merum - sapori e profumi di Puglia, Frantoio Oleraio "Mastrorocco Giuseppe", azienda agricola "La Pecheronza", Pastificio Bruno, I Taralli di Nonna Antonietta, Tarallificio Genghi's, Panificio Barile, Panificio Carlucci "Antiche Bontà", Panificio Casucci, Panificio Vitali, Panificio "Le Delizie del Grano", I tradizionali fornelli pronti, Caseificio Barberio, Caseificio Il Bocconcino, Caseificio Radogna, Caseificio "La Mozzarella", Caseificio Rossi, Dolceria Sapone, Associazione "L'Incontro", Vetrosystem Sud, Associazione culturale Artis, Le Spose di Maria Laterza, Kasucci, Maggipinto forbici.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI